NonSoloScozia// Pasqua a Budapest

Per le vacanze di Pasqua quest’anno io e la mia mamma abbiamo scelto come meta Budapest, capitale ungherese e da molti definita “la Parigi dell’Est” per via del suo fascino e della sua bellezza. Budapest sorge sulle rive del Danubio che divide le due parti della città: Buda, la parte più antica che sorge su di una collina, e Pest, la città moderna. Era già da un paio d’anni che ero incuriosita da Budapest ma non ho mai avuto l’occasione per visitarla. Quando la mia mamma si è offerta di viaggiare con me, non me lo sono fatta ripertere due volte: volo low cost Ryanair, appartamento economico ma molto bello ed accogliente in centro…e via alla scoperta della città! Ecco brevemente l’itinerario che abbiamo seguito in questi tre giorni a Budapest (viaggio escluso ovviamente!).

Il giorno seguente al nostro arrivo l’abbiamo dedicato alla visita di Pest. Da buone mattiniere, abbiamo pazientemente atteso che la Basilica di S.Stefano (Szent Istvàn Bazilika) aprisse i battenti (attrazioni, chiese e musei aprono in media alle 10 del mattino..una bella attesa per due che alle 8 sono già fuori casa!). Finita di costruire nel 1905, è la chiesa più grande di Budapest ed è dedicata al primo re Cristiano ungherese, del quale troverete la mano destra mummificata come reliqua in una piccola cappella all’interno della chiesa.
[Szent Istvàn Bazilika: aperta dalle 9 alle 17 da lun a ven, 9-13 sabato e 13-17 domenica. Ingresso libero, accesso alla cupola e visite guidate a pagamento]

Percorrendo la via pedonale Vari Utca, strada piena zeppa di negozi di abbigliamento, di souvenir e di bar, arriviamo fino al grande mercato coperto della città: Vasarcsarnok.  Adoro visitare i mercati delle grandi città europee (fin’ora il mio preferito rimane la Boqueria di Barcellona!) ed anche questo non ci ha deluse: al piano terra ci sono bancarelle piene zeppe di magnifica verdura colorata, carne di tutti i tipi e l’immancabile paprika, spezia tipica ungheese, proposta in tutte le confezioni possibili e immaginabili per i turisti. Al piano superiore invece trovate uno spazio dove poter acquistare qualcosa per pranzo, o per uno spuntino. Noi abbiamo provato i Langos, tipica focaccia fritta farcita a piacere…davvero buona!
[Mercato Centrale Vasarcsarnok: aperto lunedì 6-17, da martedì a venerdì 6-18 e sabato 6-15. Chiuso domenica. Ingresso libero]

Dopo una sostanziosa pausa pranzo siamo ripartite a piedi dirette al Parlamento dove avevamo prenotato una visita guidata in italiano nel primo pomeriggio. Una bella passeggiata lungo il Danubio a osservarne i principali ponti (Ponte della Libertà, Ponte Elisabetta e Ponte delle Catene) per poi giungere al monumento delle “scarpe sul Danubio“: quest’opera ricorda il terribile massacro di moltissimi ebrei, fucilati e gettati nelle acque del Danubio durante il secondo conflitto mondiale.

La visita al Parlamento (Orszaghaz) è stata una delle cose più belle e interessanti dell’intera vacanza: la guida ci ha accompagnati in alcune delle sale aperte al pubblico dell’immenso edificio che è lungo 286mt, largo 123, alto 96 e ospita ben 691 locali! L’interno è elegante, elaborato, meraviglioso: oro brillante ovunque (nonostane l’apparenza, sono stati utilizzati “solo” 40kg d’oro per decorare l’intero edificio), vetrate colorate e poi una bellissima sala a cupola che ospita la corona e lo scettro dei re d’Ungheria.
[Orszaghaz: visite guidate in italiano di circa 50 minuti da prenotare qui al costo di circa 7€-2000HUF]

 

In questa giornata infine abbiamo visitato il Museo del Terrore (Terroz Haza Museum) che testimonia gli orrori dei regimi totalitari che hanno martoriato il paese dal 1939 in poi. A noi personalmente non è piaciuto e siamo quindi uscite in fretta, per dedicarci a qualcosa di molto più turistico e leggero: una strepitosa merenda al celebre New York Cafè adiacente al Boscolo Hotel. Nel locale ci si sente immersi in un’altra epoca, con tutte le elaborate decorazioni originali, affreschi, preziosi lampadari veneziani, stucchi dorati e sinuose colonne. Raffinato ed elegante, è anche ovviamente molto molto costoso. Ma sono dell’idea che per una volta nella vita lo strappo alla regola si può fare!

 

Il giorno dopo ci siamo messe in coda per vedere la sinagoga (Dohány Zsinagoga), optando per un interessantissimo tour guidato in italiano di circa un’ora in cui ci è stata raccontata non solo la storia dell’edificio ma anche una veloce presentazione delle principali usanze della religione ebraica. La sinagoga di Budapest è la più grande d’Europa e la quarta del mondo ed il sui stile architettonico ricorda un pò una chiesa cristiana per dare un senso di apertura culturale. La sinagoga sorge nel cuore del ghetto ebraico di Budapest ed ospita nel cortile interno un cimitero dove sono sepolti più di 2000 ebrei che morirono durante l’inverno 1944-45, quando il ghetto era stato chiuso e isolato dal resto della città.
[Dohány Zsinagoga: aperto da domenica a giovedì 10-17.30 e venerdì 10-15.30. Chiusa sabato. Ingressocon  visita guidata in italiano circa 13€-3900HUF]

Il pomeriggio l’abbiamo invece dedicato alla scoperta di Buda, parte più antica della città arroccata su di una collina e raggiungibile a piedi, con una brevissima passeggiata, oppure con la caratteristica funicolare che si chiama “siklò”. Da buone montanare, noi siamo andate ovviamente a piedi! Sulla collina che sovrasta il Danubio si trova sin dal Medioevo la residenza dei re storici ungheresi: il Castello di Buda (Kiralyi Val)  fu ricostruito, restaurato e modificato  fino a raggiungere le sue attuali apparenze nel 1912. Poco distante dal castello si trova la bellissima Chiesa di Mattia (Mátyás-templomcostruita nel XIII secolo in un elaborato stile gotico trasformata in Moschea durante l’invasione turca (a cavallo del 1500 e del 1600) e riconvertita poi alla fede cristiana. Proprio in questa chiesa la principessa Sissi venne incoronata Regina d’Ungheria nel 1867. L’interno della chiesa è magnificamente decorato con affreschi murali e vetri colorati.
[Mátyástemplom: da lunedì a sabato 9-17, domenica dalle 13 dopo la messa. Ingresso: 5€-1500HUF]

Nella piazza dove si trova la Chiesa di Mattia c’è un altro monumento simbolo di Budapest: il Bastione dei Pescatori (Halaszbasty) costruito come monumento decorativo e quindi senza alcun ruolo difensivo nel luogo in cui, in tempo medievale, si trovava il mercato del pesce. Il panorama che si gode dal bastione su Pest e sul Danubio è davvero magnifico. L’accesso al Bastione dei Pescatori è libero ma si paga un biglietto solo per salire al piano superiore. Non ne vale tuttavia la pena, poichè il panorama è lo stesso che al piano inferiore, solo un pò meno affollato. A Buda abbiamo visitato anche l’Ospedale nella Roccia (Sziklalorhaz) una serie di gallerie sotterranee adibite ad ospedale e bunker antiatomico durante la seconda guerra mondiale. Sono stati ricostruiti fedelmente i locali sanitari e ci sono un sacco di oggetti e strumentazioni mediche dell’epoca. Una visita molto interessante
[Sziklalorhaz: aperto tutti i giorni 10-20. Guida in inglese o ungherese circa 13€-4000HUF ]

 

L’ultima intera giornata a Budapest l’abbiamo trascorsa in completo relax. Ci rimaneva da visitare qualcosa di molto turistico, un altro simbolo della città: le Terme! Noi abbiamo scelto le Terme Szechenyi, all’interno del parco Varosliget. Prima di concederci questo momento di tranquillità abbiamo visitato la vicina Piazza degli Eroi (Hosok Tere), che si trova alla fine di Andrassy Ut, lunghissimo viale molto trafficato e che dal 2002 è Patrimonio Mondiale dell’Unesco. La Piazza degli Eroi ospita il Monumento del Millenio costruito nel 1896 per festeggiare i mille anni dell’Ungheria. Dietro alla piazza si trova il parco municipale di Budapest, chiamato Varosliget, polmone verde della città dove sgorgano le più calde acque termali e che quindi ospita le terme, ma anche lo zoo ed il museo dell’agricoltura allestito all’interno del bellissimo Castello del Vajdahunyad Vara, costruito nel 1896. Abbiamo trovato anche una fiera di primavera con alcune deliziose bancarelle che vendevano prodotti tipici ed oggetti d’artigianato locale.

Le Terme Szechenyi sono una delle più grandi d’Europa e le più antiche di Pest. Dispongono di 3 grandi piscine all’aperto con vari giochi d’acqua e ben 15 vasche coperte, più una serie di saune e bagni turchi. Le acque termali hanno un’ampia serie di poteri curativi soprattutto per le malattie degenerative delle articolazioni ma anche per infiammazioni interne. Non nego che in quanto a pulizia non sono nemmeno paragonabili ai nostri centri benessere (le docce negli spogliatoi femminili erano quantomeno inquetanti e richiamavano le camere a gas di un campo di concentramento!) ma la sensazione di essere all’esterno in ammollo in una vasca con acqua a 35° è davvero magnifica. Le vasche interne variano per temperatura dell’acqua e forma: non pensavo fosse così bello immergersi in una piccola vasca d’acqua gelida e poi in una grande piscina bollente! Le terme sono ssolutamente da provare se siete a Budapest!
[Széchenyi Thermal Bath: aperte tutti giorni 6-22 (piscine esterne) e 6-19 (piscine interne). Ingresso con armadietto 15€-4700HUF. Prezzo maggiore week end e festivi e per cabine private]

Dopo le terme non ci siamo lasciate scoraggiare dal profondo senso di relax misto stanchezza post piscina e siamo tornate nella parte di Buda, dove abbiamo fatto un’altro giretto approfondendo un pò la visita del giorno prima e scattando le classiche foto ricordo con Pest ed il Danubio sullo sfondo. Come ogni volta, le vacanze passano sempre troppo in fretta! Abbiamo davvero apprezzato Budapest, l’abbiamo trovata una città incantevole, intuitiva, comoda da esplorare anche a piedi. Ovviamente non siamo arrivate a visitare tutto quello che ci eravamo prefissate ma, come tutte le volte in cui viaggio, sarà la scusa buona per tornare un’altra volta in Ungheria!

 

Budapest
Classica foto con Parlamento!
Budapest
Il Castello illuminato
Budapest
La Piccola Principessa sul Danubio

 

Dove abbiamo dormito: All 4 U Apartments, posizione centrale, prezzo contenuto ma appartamenti dotati di ogni comfort! https://all-4uapartments.eu/

Dove ci è piaciuto mangiare: Spinoza Cafè and Restaurant, buonissimo ristorante nel quartiere ebraico. Durante la cena sarete allietati dalla musica di un pianoforte, piatti semplici ma gustosi tipici e della tradizione ebraica. Mercato Centrale, alla bancarella dei Langos al piano rialzato. I più buoni della città (da provare con panna acida, formaggio, pomodori e rucola)

Siti utili da consultare: http://www.budapest.it/ – http://www.budapestlowcost.it/ – http://www.informagiovani-italia.com/Budapest.htm

10 thoughts on “NonSoloScozia// Pasqua a Budapest

  1. Ciao!!!
    Ero andata a Budapest qualche anno fa in agosto e mi era piaciuta molto…
    Ci sono tornata lo scorso dicembre durante le vacanze di Natale e devo dire che, oltre ogni aspettativa, mi è piaciuta ancora di più! Tantissime luminarie, banchetti ovunque con musica e dove si può mangiare e bere ottimo vin brulet…insomma aria di festa ed allegria 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Bel viaggio quello di Budapest , avete visitato le attrazioni principali più una meno nota come l’ospedale nelle rocce,brava!
    Io ci tornerò per tre giorni il prossimo mese per la nona volta , mi sono prefissato le visite di luoghi non ancora visitati come la collina di Buda retrostante quella del castello raggiungibile in seggiovia, Terror Haza, l’ospedale nelle rocce, Memento Park.

    Mi piace

      1. Anche a me piace tornare in città già visitate e scovare qualcosa di nuovo , la prossima volta voglio anche fare sessioni di fotografia notturna , Budapest si presta molto .

        Mi piace

  3. Foto molto belle Beatrice, che rendono magnificamente l’atmosfera della città…la mia preferita rimane sempre quella della piccola principessa sul Danubio! Città davvero sontuosa Budapest…prima o poi dovrò visitarla anch’io!!!

    Liked by 1 persona

    1. Quello è stato uno scatto fortunato 🙂 🙂 Ci è piaciuta davvero molto, poi è stato il primo viaggio con la mia mamma quindi ancora più speciale (si è divertita tantissimo e mi accompagnerà ancora!). Te la consiglio, per una breve vacanza è l’ideale!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...