Non solo Scozia// Cambridge e dintorni

Se dovessi trovare una frase per descrivere perfettamente il mio viaggio a Cambridge sarebbe “un tè all’inglese al giorno toglie il medico di torno”. Se poi assieme al tè c’è uno scone o qualche altro dolcetto da leccarsi i baffi, allora il medico non lo vedi proprio mai 🙂 Eh si, a Cambridge non ho minimamente cercato di resistere alle tentazioni  e mi sono concessa questo piccolo sfizio spesso e volentieri! Ma andiamo con ordine.. Sono stata a Cambridge per poco meno di una settimana lo scorso aprile, quando ho passato un mese e mezzo a zonzo per il Regno Unito facendo un pò la turista e un pò la workawayer (in Scozia). Ho iniziato il mio viaggio qui perchè era una cittadina che non avevo mai visitato prima e perchè ci vive la mia amica Eleanor, originaria del Galles ma studentessa presso la prestigiosa Cambridge University.  E da Eleanor sono stata ospitata all’interno del suo college, sentendomi catapultata in un film di Harry Potter: struttura magnifica simile ad un castello, giardino curato attorno e sala comune con le tavolate lunghissime dove consumare i pasti! Magico!

Cambridge è una città dell’East Anglia esi trova a poco più di un’ora e mezza d’auto la Londra, un’ottima destinazione per uscire dal caos della capitale o per assaporare un angolo di Inghilterra più tranquillo e autentico. L’università, che ha reso famosa la cittadina e ne è divenuta il simbolo,  è una tra le più antiche al mondo: le sue origini risalgono al 1209, quando un gruppo di studenti in fuga da Oxford per un’accusa di omicidio si rifugiarono a Cambridge e vi fondarono alcuni anni più taqrdi  il primo ateneo, Peterhouse. Nel corso degli anni i college si sono moltiplicati, con la costruzione di edifici imponenti, eleganti, elaborati, che sembrano delle vere e proprie regge. Oggi a Cambridge se ne contano ben 31 con circa 19.000 studenti, che corrispondono ad 1 abitante su 4! Li vedrete ovunque, sfrecciare per le strade con le loro biciclette, rilassarsi nei parchi pubblici, leggere o sutdiare davanti ad una tazza di tè. Gli studenti famosi ovviamente non mancano e tra monarchi, duchi e contesse si annoverano anche studiosi quali Isaac Newton e Charles Darwin.

Cambridge
Veduta dalla torre della Great Saint Mary’s Church
IMG_2562
Il St.John’s College visto dal fiume Cam
cambridge
King’s College con l’omonima cappella

La cittadina non è molto grande ed un paio di giorni sono abbastanza per visitarla. Io ne avevo a disposizione molti di più e mi sono spinta a visitare anche i dintorni, la vicina Ely con la magnifica cattedrale e Grantchester, raggiungibile con una piacevole passeggiata lungo il fiume. Il tempo non è stato dalla mia parte, decisamente no. Era fine aprile ma faceva ancora freddo ed il cielo è stato perennemente grigio e cupo, con acquazzoni e perfino grandinate. L’ho trovata comunque una città piacevole, con tanto verde e con un’atmosfera magica, molto da classico film all’inglese. Ecco le cose da non perdere se vi trovate in vacanza a Cambridge!

Cambridge
La bicicletta è il mezzo di trasporto preferito dagli studenti di Cambridge. Ne troverete parcheggiate ovunque!

VISITARE UN COLLEGE

Corpus Christi College, Peterhouse, Queen’s college, Trinity College…. i College a Cambridge sono moltissimi e hanno nomi evocativi ed antichi. Molti edifici si trovano lungo la celebre King’s Parade che poi prosegue come Trinity Street e St.John’s Street. Li troverete tutti in fila, uno dopo l’altro, come per sfidarsi a vicenda su quale sia il più affascinante con le loro facciate elaborate e solenni. E’ possibile – ovviamente a pagamento – visitarne anche parte degli interni e avrete davvero l’imbarazzo della scelta nel decidere il vostro college preferito! Io non ho avuto questo problema dato che l’unico aperto era il St.John’s College: era periodo d’esami e nel rispetto degli studenti gli altri erano tutti chiusi!

FARE UN PUNTING TOUR E SCOPRIRE I BACKS

Non potete lasciare Cambridge prima di aver provato il Punting! E’ l’attività tipica della città e prende il nome dal tipo di imbarcazioni usate per navigare sul fiume Cam, i punt, che sembrano delle larghe e piatte gondole di legno manovrate con una lunga asta che poggia sul fondo. Potrete starvene seduti comodi a godervi il paesaggio mentre il punter, chi guida la barca, vi racconterà storie e vi darà informazioni su Cambridge e sul paesaggio che scorre davanti a voi. Il punto di vista sulla cittadina qui sulle tranquille acque del Cam è completamente differente: siete nella zona dei Backs ossia il “retro” dei college, la parte che dà verso il fiume con giardini e prati verdi e curatissimi non sempre accessibili al pubblico. Il punting tour vi darà inoltre la possibilità di passare sotto due dei ponti più celebri di Cambridge: il Bridge of Sighs, che vi ricorderà il ponte dei sospiri di Venezia, e il Mathematical Bridge, ideato nel 1749 e poi ricostruito nel corso dei secoli.

Cambridge
Il famoso Bridge of Sighs, il ponte dei sospiri di Cambridge

 

PARTECIPARE AD UN CONCERTO CANORO IN UNO DEI COLLEGE

Ogni giorno i College aprono le porte delle loro chiese ai visitatori in occasione della Evensong, la Messa serale, che viene solitamente cantata dal Coro Ufficiale del College. Tra tutte io vi suggerisco di scegliere quella alla King’s Chapel, all’interno del King’s College, sicuramente la Cappella più bella e suggestiva. La potete visitare anche durante il giorno, ma a pagamento (ed il ticket è davvero caro!) mentre durante la celebrazione l’entrata è gratuita. Mettetevi in fila con largo anticipo e molta calma e, una volta preso posto all’interno, godetevi la magia delle voci e del suono dell’organo che si perdono nell’enorme navata con i soffitti minuziosamente decorati e le altissime vetrate colorate. Un’esperienza davvero emozionante! Le foto purtroppo all’interno della chapel sono vietate.

Cambridge
L’esterno della King’s Chapel vista dai Backs, uno degli scorci più famosi di Cambridge

 GODERSI IL MERCATO E GLI ANGOLI MENO BATTUTI

I mercati sono una di quelle cose che adoro visitare quando viaggio, e non mi sono tirata indietro nemmeno a Cambridge! Pensate che in Market Square il mercato si tiene fin dal Medioevo, è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 16 ed offre merce di tutti i generi: cibo, abbigliamento, souvenir, libri, oggetti decorativi e troverete persino un riparatore di biciclette! Di fronte al Trinity College invece il sabato (in estate anche venerdì) si tiene l’All Saints Craft Fair, dove la parola d’ordine è handmade: gioielli, vasellame, sculture, fotografia, abbigliamento.
E se poi volete uscire dalle strade più battute, buttatevi nell’esplorazione della Cambridge meno turistica, per esempio andando a dare un’occhiata alla deliziosa St. Peter’s Church!

 

RILASSARSI AL GIARDINO BOTANICO

Non c’è modo migliore per rilassarsi che con una bella passeggiata nel Giardino Botanico, immersi nella natura. Fondato nel 1846, raccoglie più di 8000 specie di piante divise in zone e provenienti da tutto il mondo. Il giardino autunnale, quello invernale, quello roccioso, quello all’inglese, lo stagno, il laghetto con le skipping stones, le fontane, la serra…ogni angolo è una scoperta!

Camridge
La fontana e la serra del Botanical Garden

 PASSEGGIARE LUNGO IL FIUME FINO A GRANTCHESTER

Lungo il fiume Cam si snoda un delizioso sentiero dove passeggiare, accompagnati dal rumore dell’acqua e dal verso delle anatre, è davvero un piacere! Potete partire a piedi dal centro di Cambridge e passando per i Backs vi lascerete alle spalle il viaviai cittadino per piombare in un ambiente tranquillo, dove riposare la mente e lo sguardo. Il sentiero conduce a Grantchester, piccolo villaggio da cartolina poco distante dalla città che raggiungerete in circa 1 ora di cammino pianeggiante. Non perdetevevi per nessun motivo al mondo un classico afternoon tea al The Orchard Tea Garden: vi immaginate il piacere di gustare tè e scones seduti all’ombra di un meleto?

Cambridge
Il “The Orchard Tea Garden”
Cambridge
La passeggiata lungo il fiume Cam per raggiunere Grantchester

 

VISITARE LA VICINA ELY

Se avete un pò più di tempo, perchè non fare un gita fuori porta nella vicina Ely, che potete raggiungere comodamente in treno?  Ely è una graziosa cittadina tipicamente britannica famosa per la sua imponente cattedrale, fondata come monastero nle 673 da una principessa Sassone, Eteldreda, per diventare poi una delle più grandi chiese dell’Inghilterra nel 1109. Visitandola vi sentirete catapultati nella serie tv “I pilastri della Terra” e, scorgendola in lontananza dai Dean Meadow (uno dei parchi pubblici) immersa nel verde e nei prati, vi sembrerà di trovarvi in qualche novella medievale. Potete salire su una delle torri della cattedrale per una bella vista sulla regione. Ely è famosa anche perchè ospita la casa che fu di Oliver Cromwell, che visse nel 1600 e che guidò la rivolta che portò alla caduta della monarchia inglese e all’instaurarsi della Repubblica (Commonwealth).

Ely Cathedral
La cattedrale vista dai Dean Meadows
Ely Cathedral
Vista ravvicinata sulla cattedrale di Ely

UNA GITA ALL’ANGLESEY ABBEY

Con una breve corsa in autobus si raggiunge da Cambridge la vicina Anglesey Abbey, una bella casa immersa in un grande giardino ideata e costruita nel 1930 da Lord Fairhaven. La tenuta è un enorme parco con aiuole fiorite, sentieri e larghi viali alberati tutti da scoprire!

Anglesey Abbey

 

 

 

 

 

 

12 pensieri riguardo “Non solo Scozia// Cambridge e dintorni

  1. Ciao Natasha, mi trovo a Cambridge in questo momento è ti ringrazio molto dei consigli. Le foto poi sono bellissime! Aggiungo un consiglio, noleggiare una bici, di fianco alla stazione dei treni costa 10 sterline. Ti permette di vedere anche i dintorni lungo il fiume Cam ed è stata davvero un esperienza bellissima.

    Liked by 1 persona

  2. Complimenti per l accuratezza delle informazioni (chiare e concise) e per le foto le quali permettono una maggiore visione delle bellezze della cittadina. cortesemente chiedo nei dintorni quali altri paesaggi si potrebbero visitare? grazie mille

    Mi piace

    1. Ciao Natasha, grazie mille!
      Io ho citato quelle che ho visitato, ma potresti anche prendere in considerazione un’uscita a Londra, Oxford e, impiegandoci un pò di più, anche le scogliere di Dover!

      Mi piace

  3. Cambridge è così bella con il sole che sembra finta.
    Io ci sono stata in due giorni di pioggia, influenzata e intorpidita dal freddo di metà ottobre.
    Un vero peccato, perché ho potuto vedere ben poco! Però ho un paio di foto simili alle tue che mi hanno catapultato indietro di tre anni!
    Bellissima, dopo aver letto questo articolo voglio tornarci, sperando questa volta nel sole!
    Un bacione ❤

    Liked by 1 persona

    1. Anch’io sono stata sfortunatissima con il tempo, pioggia, nuvoloni grigi e tanto tanto freddo (a parte nelle due uscite nei dintorni)! Credo che con il sole la si apprezzi molto di più!
      ps: l’ultima foto, quella all’Anglesey Abbey, l’ho scattata tipo 2 minuti prima che arrivasse una grandinata pazzesca! :O

      Liked by 1 persona

  4. Ci sono stata anni fa con un’amica americana che faceva il grand tour dell’Europa: ricordo un college che abbiamo visitato ma non so più quale, lunghissime passeggiate, birre bevute nei beer garden e una multa salatissima per un divieto di sosta 😉
    Una città bellissima. Complimenti per essere riuscita a trasmettere lo “spirito” di Cambridge.
    Al prossimo post!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...