La Scozia raccontata da Patrizia: Eilean Donan Castle e Dornie

Dopo La Scozia nel Cuore ho pensato di proporre questa nuova rubrica intitolata “La Scozia raccontata da….” dove alcuni grandi appassionati della Scozia racconteranno con parole e immagini il loro angolo preferito della notra amata Terra! La prima a rompere il ghiaccio è Patrizia Tringali che ci racconterà del bellisimo Eilean Donan Castle e del piccolo villaggio di Dornie, visitati in un’ora particolare e magica della giornata. Sono davvero felice di poter condividere non solo il mio di amore per la Scozia ma anche quello di altre persone, unite da questa grandissima passione! Ecco il  racconto di Patrizia!

spazio

Ho presto imparato che la Scozia,  richiede  “ore” e tempo propri per poter  risaltare in tutta la sua bellezza. Ogni luogo, ogni glen,  loch,  eilean, sgurr, ben,  ma anche ogni locanda, pub o close dove arriveremo, si sveleranno nella loro unicità se avremo la fortuna di incontrarli nel loro “momento magico” dato appunto dall’ora e dalla stagione o tempo atmosferico in cui meglio si sprigiona la loro intima essenza. Eilean Donan Castle non si sottrae a questa regola aurea. Credo sia stato un colpo di fortuna esserci arrivata la prima volta in autunno al tramonto e la seconda volta (programmata) in un’alba invernale. Cosi l’ incontro con sua “maestà “ dei Castelli si fa magia pura, quando la luce è al suo crepuscolo. Se programmerete la vostra visita ad Eilean Donan Castle e suoi dintorni, in queste ore particolari avrete una sorpresa che poco ha a che vedere con quanto finora pensate di lui. Troverete Visitor Centre, Coffee Point e Gift Point chiusi, ma poco male. Situato sul piccolo isolotto di Donan (monaco irlandese che nel VI secolo evangelizzo’ quelle terre, lasciandovi seguaci e nome) il Castello vi accoglierà pieno solitudine e maestosità, in una luce soffusa che si mescola ad arte con le acque dei tre Loch che in quel luogo si incontrano: Loch Duich, Loch Alsh e Loch Long. Sarete accolti da una atmosfera surreale in cui il meglio della natura e della storia si fondono. Il primo sguardo dato in quell’ora e in quella solitudine sarà  più di quanto potevate  immaginare. State pur certi che quello che vedrete vi spacchera’ l’anima!

img-20171223-_wa0018

Eilean Donan Castle non è  un castello. È il Castello! Sotto la luce improbabile di un sole ancora assente, capirete perché siete arrivati fin lì. Lasciate l’auto nel grande parcheggio vicino al Castello (lo avrete fatto senza staccare gli occhi dallo scenario che avete davanti, quindi attenti!), liberatevi di guide e di tutto quanto avete letto su di lui, sulla sua antica storia e il suo destino di essere uno dei luoghi più amati al mondo, location di eccezione per film, per matrimoni, immagini da copertina e istantanee fotografiche. Lasciate che questo incontro con il grande Maniero diventi qualcosa di particolare, lontano dalla solita visita turistica. Consentitevi di abbandonarvi alle emozioni come questo luogo merita. Al cullare della marea che si muove in questi laghi che si fondono con un mare non troppo lontano. Tendete l’orecchio al suono di una cornamusa lontana (se capitate al momento giusto ci sarà anche quella), alla visione immaginifica di un castello incantato che sembra scivolare dentro l’acqua.

20171126_121729

Il ponte ad archi che lo collega alla terra ferma e che sembra costituirne l’origine e la fine, sembra che abbia le pietre modellate più dal colore dell’acqua che non dalla terra e dalla calce. Non è un ponte antico e fa parte di quel  rifacimento del castello avvenuto nei primi decenni del secolo scorso. Ma voi  non tenetene conto. Nulla può turbare la sua bellezza. La magia nasce in Eilean Donan Castle dall’incontro  della sua imponenza fatale e assoluta e quel suo specchiarsi nelle acque del Loch Duich come in uno specchio perfetto. È  in quel momento che diventa evanescente! Eilean Donan è allo stesso tempo il Castello e il suo riflesso! Narciso alla fonte! Loch Duich avvolge il minuscolo isolotto, come un’ostrica la sua perla e quasi  non vi rendete nemmeno conto che Donan Castle sorge sull’acqua,  finche non vedete il suo  riflesso e non vi accorgete che lo stesso avviene per gli archi del ponte. Non ha un suo proprio colore Donan Castle, o meglio ha il colore che le cose prendono inevitabilmente quando l’aria e l’acqua si colorano delle ore più belle  del giorno. Ma è il suo riflesso sull’acqua  che lo trasforma in un insieme di vibrazioni che vanno dal verde muschio all’ocra, dall’azzurro al marrone bruciato, dal grigio argento al blu notte. E come per incanto le pietre si sciolgono come in un dipinto impressionista e non distinguete più le ombre dai loro colori.

img-20171223-_wa0005

Non vi racconterò la sua storia antica che affonda le sue radici nel cupo e brutale Medioevo, né di Robert The Bruce di cui all’interno restano gloriosi ricordi, né delle truppe spagnole che lo occuparono nel tentativo di far nascere una nuova rivolta giacobita a sostegno degli scozzesi fedeli a James Francis Edward Stuart (il vecchio Pretendente) e che furono massacrati nella battaglia di Glen Shiel nel 1719. Leggerete tutto nelle guide! Quello che vi prego è  di annusare e respirare, di vedere e toccare la storia con la vostra immaginazione! Non importa se quello che vedrete non sarà esattamente all’altezza di ciò che vi aspettavate (in effetti gli allestimenti interni sono un poco deludenti), voi andate oltre e lasciatevi trasportare da visioni di battaglie combattute con onore, da clangori di spade che si battono per il Regno di Scozia, di antichi canti che incitano alla vittoria per la libertà di quella terra. Se riuscirete in questo state certi che Eilean Donan non lo dimenticherete più e se lui vi avrà ripagato facendovi vivere in una straordinaria magia, voi di contro gli lascerete un pezzetto del vostro cuore!

20161005_172453

Ma non potete pensare che a questo punto le meraviglie finiscano qui! Personalmente credo che  Dornie, umile dirimpettaio  di tanta nobiltà,  sia uno dei paesini più semplici ma seduttivi della Scozia! Andate a piedi sul ponte (quello su cui corre la mitica A 87) e guardate oltre… davanti a voi….a specchio sul Loch Long, si adagiano le colorate casette di Dornie piccole e silenziose. Il silenzio è  ciò che  caratterizza Dornie dopo che il nuovo ponte costruito nel 1990 ha preso il posto della strada che passava in mezzo al paesino turbandone la tranquillità. Dornie è  un borgo di pescatori, allungato sulla riva: le case sono una serie di piccole perle colorate infilate sul sottile filo di terra che si specchia sul Loch. Cime orlate di neve o verde-azzurre a seconda della stagione, sfumano su nuvole bianco latte e si riflettono incantevoli sull’acqua incorniciando questa piccola meraviglia.

20171126_121444

A Dornie ci sono poche ma indispensabili cose…. qualche b&b,un hotel, un paio di pub dove non mancano birra e whisky, un ufficio postale, una scuola primaria e una delle pochissime chiese per il culto cattolico, in una terra a prevalenza protestante e presbiteriana. Questo ci ricorda il monaco Donan e la forse mai dimenticata fede dell’ultima regina cattolica, Mary Stuart! Eilean Donan e Dornie, uno a destra e l’altro a sinistra, sono due diverse realtà o forse oniriche suggestioni, che emergono dall’incontro  dei tre Loch, frutti di una natura incantevole, schizzi di colori e di storia nelle favolose terre di Kintall. Ma viene l’ora di andare. L’incantevole Dornie e l’immortale Eilean Donan Castle sono davanti ai nostri occhi come racchiusi nel palmo della mano. Vorremmo restare ma il canto che arriva dall’isola delle nebbie ci ammalia. È  ora di partire. È ora di attraversare il ponte che collega Kyle of Loch Alsh…. “over the sea to Skye“…

img-20180228-_wa0020

— articolo e fotografie di Patrizia Tringali —


Volete partecipare anche voi a “La Scozia raccontata da…” ? Se volete raccontarmi il vostro luogo preferito in Scozia scrivetemi un messaggio a nelcuoredellascozia@libero.it 🙂

8 pensieri riguardo “La Scozia raccontata da Patrizia: Eilean Donan Castle e Dornie

  1. Ammaliante descrizione di luoghi carichi di fascino e mistero. Grazie Patrizia e complimenti davvero! Leggere le tue parole mi ha trasportato dinnanzi a questo spettacolare castello, ricco di storia e magia…..ottima iniziativa Beatrice, la seguirò con attenzione per ricordare con grande nostalgia questo magnifico Paese!

    Liked by 1 persona

    1. Grazie mille Enrica, sia io che – sicuramente – Patrizia apprezziamo senza dubbio le tue parole e il tuo entusiasmo! Sono molto curiosa anch’io di leggere i racconti degli altri appassionati di Scozia, non vedo l’ora 🙂

      Mi piace

  2. Complimenti a Patrizia per il suo racconto seducente e pieno d’amore, e un BRAVA a lettere maiuscole a Beatrice per aver ideato questa bellissima iniziativa!!! Grandiii ragazze 😉👍

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...