Scozia: uno sguardo d’insieme

Troppo spesso si sente parlare della Scozia come facente parte dell’Inghilterra o come una zona non ben definita del Regno Unito. Io stessa, prima di scoprire questo meraviglioso Paese, facevo un pò di confusione! Cos’è dunque la Scozia? La Scozia è a tutti gli effetti una Nazione che, assieme a Galles, Irlanda del Nord ed Inghilterra, compone la Gran Bretagna. Estesa su più di un terzo del Regno Unito, an Alba (nome gaelico che indica la Scozia) confina a sud con l’Inghilterra ed è circondata dall’Oceano Atlantico e più in particolare dal Mare del Nord, il mare d’Irlanda ed il canale del Nord. Al territorio nazionale detto mainland vanno ad aggiungersi più di 790 isole raggruppate principalmente in 4 arcipelaghi: le Ebridi Interne (Inner Hebrides) e le Ebridi Esterne (Outer Hebrides) a ovest e le Orcadi (Orkney) e le Shetland a Nord. Il territorio scozzese si divide in Lowlands e Highlands: le prime rappresentano la parte più meridionale ed orientale della Scozia e sono caratterizzate da un ambiente più pianeggiante e fertile e dall’alta concentrazione di abitanti mentre le seconde occupano il Nord Ovest della Nazione e presentano un paesaggio più montano e selvaggio. Le Highlands si estendono più o meno da Inverness al Loch Lomond, includendo le isole, con una linea immaginaria che taglia diagonalmente la Scozia. Ci sono poi i Borders, ossia l’area che si estende a sud di Edimburgo e Glasgow e che confina con l’Inghilterra.

highlands_lowlands
Una mappa della Scozia, divisa in Highlands e Lowlands

Gli oltre 5 milioni di abitanti scozzesi vivono nelle 32 aree amministrtive (in passato dette contee) che compongono la Nazione. Per citarne solo alcune: Fife, i Lothian (attorno ad Edimburgo capitale compresa), Aberdeenshire, Argyll and Bue, Ayrshire e così via. Alcune aree sono poi divise in distretti, come per esempio le Highland che comprendono Caithness, Ross e Cromarty, Lochaber, Skye e Lochalsh ed altri. Le principali città (e le uniche ad avere questo status) sono la capitale Edimburgo, Glasgow (la più grande e popolata), Inverness (capitale delle Highland), Aberdeen, Perth, Stirling, Dundee. La montagna più alta di Scozia e del Regno Unito in generale è il Ben Nevis che sorge accanto alla cittadina di Fort William; i maggiori tra gli oltre 31.460 laghi (detti Loch) sono il Loch Lomond, il Loch Ness, il Loch Morar, il Loch Tay, il Loch Awe; i principali fiumi (in tutto sono un centinaio) sono il Tay, il Forth, il Dee, lo Spey e il Tweed.

500px-scotland_1974_administrative_map
Mappa delle aree amministratve e delle regioni scozzesi (fonte)

Per secoli la Scozia lottò per ottenere o per mantenere la propria libertà sul Regno Unito (per saperne di più sulla storia, leggete qui) ma il sogno dell’indipendena sfumò definitivamente nel 1707 con l’Atto di Unione che sanciva la nascita del Regno Unito di Gran Bretagna (con Inghilterra e Scozia e con l’Irlanda solo più tardi, nel 1801). Come vera e propria Nazione, la Scozia ha il proprio Governo, il proprio Parlamento, la propria Chiesa e la propria Banca. Il Parlamento Scozzese (ad Edimburgo), costituito da 129 membri, è stato istituito dalla Regina Elisabetta nel 1999 ed ha il potere di promulgare leggi su aspetti quali istruzione, sanità e casa (mentre per esempio affari esteri e difesa sono materie competenti del Parlamento del Regno Unito ma sempre con il consenso di quello Scozzese). Il Governo Scozzese è responsabile di tutte le problematiche della Nazione che non rientrano nella competenza del Governo del Regno Unito. Si tratta ovviamente di un Governo e di un Parlamento non pienamente sovrani, con l’ultima parola su molte materie che spetta al Governo del Regno Unito. Il Primo Ministro scozzese è attualmente la politica Nicola Sturgeon, leader del Partito Nazional Scozzese (SNP).
La Chiesa di Scozia è una chiesa presbiteriana e viene comunemente chiamata “the kirk”. Le sue origini si collocano ai tempi della Riforma Protestante di John Knox del 1560 anche se le sue radici vanno ricercate ancora nel Medioevo. La Banca di Scozia invece (Bank of Scotland) è la banca più antica di tutta la Gran Bretagna e fu fondata nel 1695.

bandiera scozese
La Scozia ha ovviamente anche la propria bandiera che è chiamata “the Saltire”

Infine, la lingua. Le lingue parlate sono ovviamente l’inglese (chiamato SSE –Scottish Standard English) e lo Scottish English (detto Scots). Quest’ultimo è una lingua germanica con influssi provenienti dall’inglese moderno, con termini ed accenti diversi nelle varie zone in cui è parlata (vi assicuro che, per esempio, quello di Glasgow è incomprensibile…ma molto sexy!). L’amato poeta Robert Burns parlava e scriveva in uno scots antico, di fatto se si leggono le sue poesie si capisce ben poco! Volete degli esempi? Gae=go/andare, wha=who/chi, guid=good/buono, ae day=one day/un giorno, ho ye!= excuse me/mi scusi. Una frase? Nice tae meit ye=nice to meet you/felice di conoscerti, guid mornin=good morning/buongiorno. Strano no?
Ma c’è un’altra lingua parlata in Scozia, da poco più di 60.000 scozzesi: il Gaelico Scozzese
che discende direttamente dalle antiche lingue celtiche parlate dagli Scoti, gli antichi abitanti della Scozia. Prima della battaglia di Culloden nel 1746 era la lingua più parlata nella Nazione, soprattutto nelle Highlands e nelle Isole. Oggi solo queste ultime conservano la cultura e la lingua gaeliche anche se è in corso un forte tentativo di diffonderle anche attraverso il bilinguismo scolastico. Il Gaelico non assomiglia a nessuna lingua che io conosco, eccovi qualche esempio: tapadh leat= grazie, madainn mhath= buongiorno, uisge beatha=whisky. Se viaggiate in Scozia, vi imbatterete sicuramente in segnali stradali bilingue!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
I segnali stradali e turistici in Scozia sono bilingue (fonte)

A breve, altre importanti informazioni per conoscere meglio la Scozia!

13 pensieri riguardo “Scozia: uno sguardo d’insieme

      1. È stato molto piacevole incontrarci al concerto di cornamuse scozzesi (incredibile che fossimo seduti così vicini..) ma contiamo di venire a trovarti anche nel tuo B&B, appena termini i lavori (sinceramente non vedo l’ora..).
        Un abbraccio forte
        McGalan

        Liked by 1 persona

    1. Grazie Daniela 🙂 Mi faceva molto lezione di geografia delle elementari, però uno sguardo d’insieme ci vuole, e mi chiedo perchè non ci ho mai pensato prima! jdafjfjoinkjbhao foafjoai –> Buon Natale anche a te 😀 eheheheheh!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...