Viaggiare in Scozia dopo la Brexit

Dal 1° gennaio 2021 il Regno Unito (e quindi Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord) è uscito ufficialmente dall’Unione Europea con il processo conosciuto da tutti come Brexit. Questo ha comportato dei cambiamenti anche per i viaggiatori che si recano in UK dall’estero, eccoli di seguito.

Continua a leggere “Viaggiare in Scozia dopo la Brexit”

Fauna scozzese: quali animali si avvistano in Scozia?

Nell’immaginario comune la Scozia è una landa verde e desolata con ampi spazi disseminati di….percore! Bè, c’è da dire che pecore se ne trovano davvero moltissime si, e anche le famose Highlands Cows – le mucche con il ciuffo – abbondano. Ma ci sono anche altri animali che si possono avvistare in Scozia, allo stato brado: cervi, caprioli, lontre, puffin e chi più ne ha più ne metta! Più di 90.000 specie popolano la terra, i mari e i cieli scozzesi, trovando in questo ambiente naturale selvaggio, tranquillo e remoto l’habitat ideale dove vivere. Ecco una lista dei simpatici animali in cui potreste imbattervi in un viaggio in Scozia con alcuni suggerimenti su dove andare per avvistarli!

Continua a leggere “Fauna scozzese: quali animali si avvistano in Scozia?”

Dove dormire in Scozia: 10 fantastici b&b da provare in viaggio

Non ho dubbi sul tipo di alloggio da scegliere per un viaggio in Scozia: b&b e guest house sono sempre la scelta vincente! Piccole strutture a conduzione famigliare, poche camere con bagno privato arredate con stile, curate nei minimi dettagli, calde ed accoglienti. E a coronare il tutto, una favolosa colazione al mattino, servita in un’apposita saletta o al tavolo della cucina, con uova, salsiccia, salmone, o più semplicemente del pane tostato con uno strato generoso di burro e marmellata, il tutto accompagnanato dagli immancabili tè è caffè bollenti. Vi avevo già parlato del tipo di alloggio da scegliere per il vostro viaggio in Scozia, in questo articolo trovate invece una lista dei b&b e guesthouse dove ho alloggiato e chi vi suggerisco di provare per rendere ancora più indimenticabile il vostro viaggio!

Continua a leggere “Dove dormire in Scozia: 10 fantastici b&b da provare in viaggio”

Dormire ad Edimburgo in un ostello: la mia esperienza al The Baxter

Ci sono viaggiatori a cui piace pernottare negli ostelli ed altri invece a cui l’idea non va proprio giù. Certo è che occorre avere spirito di adattamento e di sopportazione, non provare imbarazzo o ribrezzo a condividere ambienti intimi come un bagno, una camera da letto, una cucina con degli estranei e saper convivere con degli sconosciuti. Putroppo, nell’immaginario collettivo, l’ostello evoca ancora stanze piccole, strette e opprimenti, letti di ferro scomodi e rumorosi, bagni sporchi e cucine maleodoranti. Fortunatamente invece negli ultimi anni gli ostelli stanno diventando strutture sempre più moderne, accoglienti e curate e rappresentano una valida alternativa ai più comuni hotel o guesthouse. Scegliere accuratamente la struttura, leggendo recensioni e guardando fotografie, è d’obbligo per evitare spiacevoli sorprese. Sebbene io inizi a sentirmi troppo vecchia per questo genere di alloggio e inizi a sentire il bisogno di avere più privacy, ogni tanto per risparmiare quando viaggio scelgo di fare un paio di notti in ostello e vi garantisco che ho trovato strutture bellissime, più pulite e curate di molti b&b dove sono stata e pagato anche di più!  Da due anni a questa parte, quando sono ad Edimburgo, la mia tappa fissa è il The Baxter Hostel, uno degli ostelli più belli e stilosi in cui io sia mai stata! Continua a leggere “Dormire ad Edimburgo in un ostello: la mia esperienza al The Baxter”

Viaggiare in Scozia con i mezzi pubblici: come organizzare il viaggio

L’auto è certamente il modo più comodo e veloce per visitare la Scozia e, soprattutto, permette piena libertà di spostamento tra un luogo e l’altro, anche nelle zone più remote. Ma se l’idea di guidare al contrario non vi mette proprio a vostro agio non disperate: viaggiare in Scozia con i mezzi pubblici si può eccome! I collegamenti tra le principali città e villaggi sono frequenti e ben organizzati e vi permetteranno di spostarvi in tutta tranquillità, riuscendo a raggiungere anche località più isolate. In questo articolo vi darò alcuni consigli basati sulla mia esperienza personale (quando viaggio da sola mi sposto sempre con treni e autobus) per organizzare un viaggio in Scozia spostandovi con i mezzi pubblici. Let’s go! Continua a leggere “Viaggiare in Scozia con i mezzi pubblici: come organizzare il viaggio”

Come organizzare un perfetto viaggio in Scozia: i miei suggerimenti

Avete finalmente deciso la meta del vostro prossimo viaggio ma non sapete da che parte iniziare ad organizzarlo? Spero con questo articolo di darvi qualche consiglio utile per pianificare il vostro indimenticabile viaggio in Scozia! Quella dell’organizzazione è una fase che adoro perchè ti fa assaporare il viaggio e ti fa immaginare di essere già nei meravigiosi posti che andrai a visitare: all’inizio le idee sono un pò confuse, specialmente se ci accingiamo a visitare un Paese per la prima volta, ma più informazioni si cercano, più notizie si recuperano in rete e più quella destinazione diventa reale, finchè il viaggio tanto sperato finalmente prende forma e diventa qualcosa di concreto. La formula del fly&drive è sempre quella vincente, che la vostra destinazione sia la Scozia ma anche nella maggior parte dei viaggi: il noleggio di un’automobile vi garantirà piena libertà di movimento e vi permetterà di raggiungere tutte le zone che desiderate, coi tempi che deciderete e soprattutto vi darà la possibilità di fermarvi ogni volta che ne sentite il bisogno: scattare una fotografia, fare una deviazione dal percorso, fare una passeggiata per sgranchirvi le gambe. Ecco di seguito come procedere nell’organizzazione del vostro viaggio on the road in Scozia! Continua a leggere “Come organizzare un perfetto viaggio in Scozia: i miei suggerimenti”

Scozia: cosa mettere in valigia?

Una delle domande che mi fate più spesso è “Cosa metto in valigia per il viaggio?” seguita a ruota da “E’ vero che in Scozia piove sempre?”. Inizio subito col dirvi che no, non è vero che in Scozia piove sempre: il meteo è ballerino e troverete sicuramente delle belle giornate di sole ma è meglio essere preparati anche all’elevata probabilità di trovare invece la pioggia. Quali vestiti mettere quindi in valigia? Ve lo svelo in questo articolo!

  1. ABBIGLIAMENTO
  2. SCARPE
  3. ACCESSORI
  4. ALTRE COSE DA NON DIMENTICARE
  5. QUALE VALIGIA SCEGLIERE
  6. PROTEGGERSI DAI TEMIBILI MIDGES, I MOSCERINI SCOZZESI

ABBIGLIAMENTO

Le parole d’ordine per preparare la perfetta valigia per la Scozia sono due: waterproof e a cipolla! Il classico abbigliamento a strati è d’obbligo visto che il meteo scozzese può cambiare davvero in un battibaleno! Potreste uscire con il sole e trovarvi nel bel mezzo di una pioggia battente dopo 5 minuti, con una temperatura tiepidina prima e una brezza gelida poi. “Metti maglia, togli maglia”: questo sarà il vostro motto! Indispensabile è che almeno l’ultimo strato sia waterproof, sempre per il motivo sopra elencato.

>>> Che tempo fa in Scozia? Qual è il miglior periodo per viaggiare? <<<

Isle of Lunga Puffin
Sull’isola di Lunga, in maggio: una giornata incredibilmente calda dove ho potuto sfoderare anche le maniche corte – ma con la giacca impermeabile nello zaino!

Il capo essenziale da mettere in valigia è dunque una giacca impermeabile: per l’estate basterà un softshell che non fa sudare eccessivamente se si cammina ma protegge in caso di pioggia. Per la primavera e l’autunno scegliete una giacca un pò più imbottita: un piumino andrà benissimo, da coprire con una ventina/kway se inizierà a piovere. In inverno invece è consigliato un giaccone ben imbottito, con l’immancabile kway a portata di mano! In qualunque stagione, è indispensabile che la vostra giacca abbia il cappuccio da poter tirare su e giù in caso di leggera pioggerellina fastidiosa.

Una giornata uggiosa e piovosa a Duncansby Head, in cui la ventina mi ha davvero salvata!

L’ombrello? Nella maggior parte dei casi inutile perchè spesso quando piove tira anche il vento. Se avete spazio in valigia potete anche provare a portarlo, ma un cappuccio sulla testa funzionerà meglio 🙂 Per quanto riguarda i pantaloni, la scelta migliore è puntare sui tessuti tecnici che sono idrorepellenti e si asciugano in fretta. Io sono affezionata ai cari vecchi jeans e anche in viaggio non indosso altro: se temete di prendere tanta pioggia potreste portarvi dei pantaloni impermeabili da indossare sopra ai vostri, tipo questi (per esperienza diretta posso dirvi che li ho acquistati ma mai utilizzati!).

IMG_0129.jpg
Sempre in maggio, ma clima diverso: Fairy Pools, Isola di Skye tutta imbacuccata e con i guanti! (scusate la pessima faccia ahahah)

Non è vero che in Scozia piove sempre (per fortuna!) e quindi ben venga – se viaggiate in estate – portarvi qualche t-shirt o maglia più leggera per godervi il sole scozzese, così come gli occhiali da sole. Putroppo il clima scozzese non è prevedibile, quindi occorre avere vestiti giusti per ogni evenienza: l’importante, e questo vale per i viaggi in generale, è non esagerare con la quantità e portarsi capi comodi e pratici. Io viaggio sempre leggera e solo con  bagaglio a mano e porto pochissime cose in modo da avere tanto spazio in valigia per qualcosa da riportare a casa. Un piccolo suggerimento? Portatevi un pezzettino di sapone di marsiglia per lavare a mano i vostri capi, se ce ne fosse la necessità!

SCARPE

Parlando di scarpe, vale la stessa regola: devono essere assolutamente waterproof perchè non vorreste ritrovarvi a camminare con i piedi zuppi, vero? Esplorarndo le bellezze che la Scozia ha da offire vi ritroverete a passeggiare in boschi, spiagge, fango, sentieri sterrati, pozzanghere. Un paio di scarpe da trekking idrorepellenti andrà benissimo e vi permetterà di godervi il viaggio con i piedi all’asciutto! Sono sicuramente da scartare sandali, ballerine e tacchi, così come scarponi troppo alti o pesanti, a meno che non abbiate in programma escursioni di un certo livello. Unico strappo alla regola le infradito da mettere in camera e, se dormite in ostello o campeggio, per fare la doccia! Se posso suggerirvi due marche di scarpe da trekking con cui mi sono sempre trovata molto bene, queste sono North Face e Campagnolo. Se avete in programma un weekend nella capitale, o se il vostro viaggio non prevede particolari escursioni, un paio di scarpe di pelle/stivaletti andrà benissimo, purchè a prova d’acqua (vedi terza foto).

ACCESSORI

Per quanto riguarda gli accessori, cosa portare dipende molto da voi e da quanto siete freddolosi: io mi porto sempre berretto, guanti e scaripa, in ogni periodo dell’anno. Se questi accessori possono essere opzionali in piena estate (tranne una sciarpetta che serve sempre per proteggere il collo dal vento) nelle altre stagioni invece servono eccome, anche se programmate di rimanere solo ad Edimburgo. Una cosa da non dimenticare è il pigiama, anche in estate: in Scozia si dorme sempre con il piumone quindi un pigiama leggero o a maniche/pantalini corti andrà benissimo!

>>> Itinerario di 10 giorni n Scozia <<<

IMG_0230.jpg
Ad Elgol, Isola di Skye, un bel sole ma un vento freddissimo!

ALTRE COSE DA NON DIMENTICARE

Ovviamente non scordatevi i documenti necessari per partire (da ottobre 2021 per entrare nel Regno Unito e quindi in Scozia è necessario il passaporto), la patente se noleggerete una macchina e le varie carte di credito/bancomat. La tessera sanitaria europea (TEAM) è ancora valida quindi non è necessario stipulare assicurazioni sanitarie extra. Una cosa indispensabile è l’adattatore per la corrente: in Scozia si usano spine con tre attacchi rettangolari con lo stesso voltaggio di quelle italiane. Trovate in commercio adattori specifici per il Regno Unito o anche quelli universali (potete acquistarne uno qui con un semplice click: è universale e dotato anche di usb). Se siete amanti della fotografia e vorreste portarvi un cavalletto per le foto in notturna o in lunga esposizione ma non avete abbastanza spazio in valigia, io ho risolto acquistando questo mini treppiede della Manfrotto (una garanzia): stabile, piccolo e maneggevole! Non può mancare un’idea per viaggiare in modo ecosostenibile: basta acquistare acqua in bottiglia producendo montagne di plastica! Portatevi la vostra bottiglietta riutilizzabile da casa, meglio ancora se termica in modo da poterla usare anche per eventuali bevande calde! Se, infine, come me non partite senza un libro nella borsa, ecco una lista di titoli di libri, guide e romanzi ambientati proprio in Scozia!

Crail-Scotland-BeatriceRoat

>>> Qui uno sconto del 10% sul noseggio auto <<<

QUALE VALIGIA SCEGLIERE

La scelta dipende molto da che tipo di viaggio state affrontando e da come vi spostate. Per un viaggio on the road con macchina a noleggio, o per un soggiorno fisso in una determinata località il classico trolley andrà benissimo: le dimensioni non devono essere eccessive per riuscire a caricarlo e scaricarlo agevolmente dalla macchina e per non fare troppa fatica a trasportarlo nei vari alloggi. Ricordatevi a tal proposito che le strutture alberghiere scozzesi, all’infuori delle grandi città, raramente hanno ascensori e spesso e volentieri le scale per accedere alle camere sono molto strette. Se viaggiate invece con i mezzi pubblici e vi spostate in più zone la scelta ideale è quella dello zaino, per essere comodi su treni/autobus e soprattutto per poter esplorare tra una tappa e l’altra senza il problema di dover trovare un deposito bagagli per lasciare la valigia (cosa che ovviamente fuori dalle città/cittadine non troverete). Io ormai viaggio solo con lo zaino bagaglio a mano perchè lo trovo più comodo, pratico e soprattutto capiente. Il modello che uso ormai da anni è questo qui della Cabin Max, modello Edinburgh (nemmeno farlo apposta!), che internamente è organizzato come una valigia e che è idrorepellente.

Preferisco portare lo zaino anzichè il trolley (anche se come vedete dalla prima foto qui sopra è praticamente più grande di me!) perchè è davvero capiente e ci sta il doppio di quello che ci sta nella valigia normale: un’ottima cosa per chi come me acquista un sacco di cose da mangiare da riportare a casa! Lo zaino inoltre mi lascia le mani libere e, quando viaggio coi mezzi pubblici e cambio alloggio più spesso, posso comunque andare in giro ed esplorare castelli/spiagge/boschi senza dovermi tirare dietro uno scomodo trolley. Ovviamente tutti gli zaini delle Cabin Max compreso il mio hanno le misure giuste per essere considerati bagagli a mano ed essere portati in cabina: eviterete quindi file per imbarcare i bagagli, per ritirarli e soprattutto nessuno stress che la valigia vada persa! Come zainetto “per tutti i giorni” invece sceglietene uno più piccolo, che si possa ripiegare per occupare meno spazio nela valigia principale, e che sia idrorepellente.

PROTEGGERSI DAI TEMIBILI MIDGES, I MOSCERINI SCOZZESI

Nelle zone più umide e vicino a laghi e torrenti è probabile che vi imbattiate nei temibili midges, dei piccoli e fastidiosi moscerini che si appiccicano alla pelle e provano ad entrare in bocca, nel naso, nelle orecchie. Alcune persone vengono punte (io fortunatamente no), per altre invece i moscerini sono solo molto fastidiosi. In commercio si trovano degli appositi repellenti chiamati ironicamente Smidge che potete trovare qui ma, stando alle voci che circolano, l’unico prodotto in grado di tenerli alla larga è un prodotto della Avon, che pare essere davvero miracoloso! Si chiama Skin so Soft e si tratta di un olio secco a base di Jojoba, lo potete acquistare qui. Un ulteriore protezione è rappresentata dalle retine per il viso, così non avrete centinaia di piccole bestioline a darvi fastidio mentre vi godete la bellezza delle Highlands!

In inverno, tutti bardati ed ingiacchettati per proteggersi dal freddo!

Avete altri suggerimenti su cosa non può mancare nella valigia per la Scozia? Lasciate un commento!


Cercate consigli su come organizzare un PERFETTO VIAGGIO IN SCOZIA? Questo è l’articolo giusto per voi! Per i lettori del mio blog è disponibile anche uno sconto del 10% sul noleggio auto con Celtic Legend!

sconto Celtic Legend

Vi ricordo che tramite il mio sito potete acquistare in anticipo i biglietti delle principali attrazioni di Edimburgo tra le quali:

Il castello, per saltare la fila ed entrare più velocemente
La Camera Obscura, divertimento assicurato per tutta la famiglia
Holyrood Palace, per seguire le orme di Mary Stuart
Royal Yacht Britannia, per curiosare nella vita della famiglia reale
Mary King’s Close, per scoprire la tenebrosa storia della Edimburgo sotterranea

Trovate inoltre:

Ticket per l’airlink che collega l’aeroporto al centro
Royal Edinburgh, pass turistico che comprende il castello, Holyrood Palace e Royal Yacht Britannia
Edinburgh City Pass, pass turistico che comprende l’ingresso a 22 attrazioni di Edimburgo
Ticket per il bus Hop On-Hop Off della durata di 24h con il quale potrete girare la città fermandovi a visitare le varie attrazioni (qui la versione da 48h)
Tour guidato in italiano, per scoprire l’interessante storia della città accompagnati da una guida italiana
Tour dei fantasmi in italiano, al calare della sera, per scoprire il lato nascosto e tenebroso di Edimburgo
Tour in inglese di vario genere: l’horror show, il tour di Harry Potter, il tour sul whisky, quello sulla birra e molti altri!

Vi ricordo che sono disponibili anche dei buoni sconto:

Autonoleggio: sconto del 10% sul noleggio con Celtic Legend
Booking e Airbnb: sconti per la prenotazione sui noti siti di prenotazione

E infine… ricordatevi che offro anche un servizio di programmazione itinerari personalizzati, selezionando per voi voli, noleggio auto, suggerendovi hotel e ristoranti e creando il viaggio perfetto in base alle vostre esigenze: mandate una mail a nelcuoredellascozia@libero.it per avere maggiori informazioni!

bluedonatebutton-3

Se hai trovato i contenuti del mio blog utili ed interessanti puoi sostenermi offrendomi un caffè virtuale su Ko-fi, lasciando se ti fa piacere anche un commento! Le donazioni ricevute saranno utili per sostenere le spese relative alla gestione di questo sito! Grazie!