Workaway, sogni realizzati e una nuova famiglia scozzese

Bene, è giunto il momento di scrivere un resoconto della mia esperienza di Workaway in Scozia. Non pensavo fosse così difficile trovare le parole adatte a descrivere questo meraviglioso mese passato nelle Highlands, non so davvero da che parte iniziare! Come ogni volta, sono partita con un sacco di dubbi: chissà dove capito, chissà se la famiglia sarà simpatica ed accogliente, chissà se riuscirò a visitare almeno un pò di dintorni o se sarò bloccata nel bel mezzo del nulla per tutto il tempo, chissà poi se sentirò troppo la mancanza di casa. E come ogni volta a casa ci sono ritornata arricchita, cresciuta, con il cuore pieno di felicità e ricordi fantastici di quei 34 giorni passati in terra scozzese  e degli gli 11 trascorsi in Inghilterra. E’ la terza volta che decido di partire per un’esperienza di workaway, sfruttando il tempo libero tra un contratto determinato e un altro, ma questa volta è stato diverso: una permanenza più lunga rispetto alle precedenti esperienze mi ha permesso di stringere una relazione più forte con la mia famiglia ospitante e di approfondire maggiormente la scoperta del territorio in cui mi trovavo, complice anche l’incredibile meteo clemente che mi ha graziata per la quasi totalità del viaggio!

IMG_4265
Con Roger, Maria e MacDuff

Ma ecco la famiglia che mi ha accolta in Scozia: Roger e Maria gestiscono una magnifica Guesthouse poco lontano da Oban, nella regione dell’Argyll sulla costa occidentale scozzese. Ottimi padroni di casa, cuoca sopraffina lei, dispensatore di preziosi consigli di viaggio lui, mi hanno aperto le porte della loro deliziosa casetta accogliendomi come se fossi un membro della famiglia. “Arrive as a strangers leave as friends” recita un detto inglese: nessuna frase è più adatta a descrivere il mio tempo passato con loro. In quel mese ci siamo conosciuti, abbiamo chiacchierato, ci siamo scambiati idee e conoscenze (dall’ambito turistico a quello culinario) come solo delle persone provenienti  da posti diversi nel mondo sanno fare. A rendere ancora più piacevole il mio soggiorno ci ha pensato MacDuff, quello splendido ed affettuoso Spinone Italiano col quale (oltre ovviamente a parlare itaiano!!) ho passeggiato in lungo e in largo, scoperto nuovi sentieri e angoli suggestivi, ammirato il Loch Awe in tutte le sue sfumature e passato momenti di coccole e tenerezza.

roineabhal
La Roineabhal Guesthouse

E cosa dire della “mia” casa? La Roineabhal Guesthouse si trova a Kilchrenan, un piccolo villaggio (ok, chiamarlo villaggio è forse esagerato) a 15 minuti di macchina dalla strada principale che porta a Oban. Nei dintorni solo laghi, colline di erica, pecore e tanta pace e tranquillità. La classica casa in pietra da cartolina, con un giardino colorato ed impeccabile ed un torrente che ti culla mentre ti addormenti: cosa chiedere di più? Il lavoro che ho svolto alla guesthouse è quello che piace a me: prendermi cura degli ospiti per far trascorrere loro una piacevole vacanza. In parole povere: curare la colazione e le camere, più occasionalmente un pò di giardinaggio e di cura dell’orto. La mia giornata classica era così scandita: 06.45 sveglia, 7.00 preparare le colazioni, 8.00 servire le colazioni, 9.30 pulire e sistemare le camere, 11.00  fare una passeggiata con Duffy. Il pomeriggio avevo molto tempo libero per passeggiare nei dintorni o spostarmi in zona, così come un intero giorno libero alla settimana.

Roineabhal
A passeggio con Duffy sul Loch Awe!

Nonostante la location molto remota ho avuto moltissime occasioni di spostarmi nei dintorni (lo school bus è stato la mia salvezza!), sia nei pomeriggi che durante il mio giorno libero. Treni e autobus erano frequenti tra il villaggio più vicino e le località circostanti e l’autostop si è rivelato un ottimo modo per spostartsi conoscendo i simpaticissimi e disponibili locali. Sono davvero soddisfatta del tempo trascorso esplorando la regione dell’Argyll e devo dire che sono riuscita a spostarmi anche più del previsto! Le mie quattro giornate libere le ho trascorse a Kilmartin, Isola di Mull e Iona, Isola di Kerrera e le Isole di Lunga e Staffa. Un sacco di isole insomma, per una che soffre terribilmente il mal di mare! Vi parlerò più approfonditamente di ogni luogo che ho visitato ma posso ufficialmente dire che la mia conoscenza dell’Argyll e della costa ovest nei dintorni di Oban ora è davvero buona! Mi divertivo, alla Guesthouse, a dare consigli agli ospiti riguardo al loro viaggio, suscitando sempre la curiosità di Maria che affermava stupita “lei è italiana, ma in queste cose è più brava di me“. Lasciatemi questo piccolo momento di orgoglio personale 🙂

IMG_3998
Un sogo che si avvera: vedere i Puffin!

La giornata che mi rimarrà nel cuore per sempre è stata quella in cui ho preso parte ad un Tour organizzato che ci ha portati a visitare le Isole di Staffa e di Lunga: su quest’ultima ho passeggiato in compagnia di una folta colonia di Puffin (pulcinella di mare), questi simpaticissimi e goffi uccelli dal becco colorato, curiosi e per nulla spaventati dalla presenza umana. E da parecchio tempo che desideravo vederli dal vivo, ricordo ancora un libro che li ritraeva, ai tempi della scuola elementare, e posso finalmente dire di aver realizzato un sogno! Tra tutte le mie giornate libere, tra tutti i luoghi che ho visitato, questa è stata la più bella ed emozionante!

IMG_3212
Relax nel sole scozzese

Devo davvero ringraziare Maria e Roger, dal profondo del mio cuore, per avermi fatto vivere un’esperienza magnifica. Ci sono stati momenti di vita quotidiana che mi hanno fatta sentire davvero una della famiglia, una della comunità: il pomeriggio di scarabeo dalla nonna, il fish and chips del mercoledì sera, il pranzo del sabato tutti assieme al pub del “nearest village”, il conoscere amici di famiglia e parenti coi quali scambiare delle piacevoli parole (spesso e volentieri su quanto è bella l’Italia), cucinare dei cantucci speziati da portare alla Ceilidh, tipico party danzante scozzese, partecipare ad un conceto in Gaelico con cornamuse ed essere incaricata di fare le fotografie. Ogni momento è stato prezioso, ogni esperienza è stata nuova ed emozionante ed avrei voluto davvero rimanere di più ma il lavoro mi chiamava! Mi sento fortunata ad aver potuto trascorrere un piccolo pezzetto della mia vita qui, è stato un periodo che ricorderò per sempre con felicità, con emozione e con un pizzico di nostalgia. Perchè non è stato solo un viaggio, è stata un’esperienza di vita!

IMG_4203.jpg
Loch Awe, da Kilchrenan

 

20 thoughts on “Workaway, sogni realizzati e una nuova famiglia scozzese

  1. Fantastica esperienza..! Quella casetta nel verde e anche i padroni di casa ricordano proprio le terre della Scozia! Anche come hai descritto la tua giornata.. immergersi in un nuovo mestiere che comunque ti lasciava spazio anche di esplorare!

    Fare nuove conoscenze e adattarsi a i loro ritmi, ti fa tornare cambiata..
    Se anche io avrei piu’ tempo , come un mese libero di seguito o anche 3 settimane mi piacerebbe fare questa esperienza 🙂

    Un saluto 😀

    Liked by 1 persona

    1. Hai perfettamente ragione su tutto Francesca, hai colto in pieno quello che lascia dentro un’esperienza di questo genere. E’ stato un mese incredibilmente bello e sono felice di essere riuscita ad esplorare così tanto i dintorni. Se ne hai la possibilità, è un’esprienza che ti consiglio assolutamente di fare… e po, puoi scegliere qualunque destinazione nel mondo! 😀
      A presto e grazie per essere passata
      Beatrice

      Mi piace

  2. Fantastico! Mi sono un po’ emozionata 🙂 la Scozia è bellissima e dalle tue parole traspare quanto tu sia stata bene in questo periodo. Queste esperienze “da sola” in giro per il mondo sono una delle cose che più arricchiscono nella vita!
    Quanto è bello poi MacDuff? Adorabile!!
    Ancora non sono riuscita a organizzare il mio workaway ma sono sempre più convinta di volerlo fare anche io, dev’essere una grande esperienza di vita e umanità!

    Un bacione!

    Liked by 2 people

    1. Io non sono bravissima con le parole Diletta ma spero di aver reso l’idea della magnifica esperienza che ho vissuto e che, sicuramente, consiglio a te e a tutti! Ti fa crescere molto e ti fa vivere un altro Paese non solo da turista, ma molto più profondamente! :*

      Mi piace

  3. Penso sia davvero difficile dopo una esperienza simile dover salutare le persone che ti hanno accompagnato per più di un mese della tua vita, soprattutto quando ti ci sei trovata così bene,come fossi a casa, trasformando degli estranei in una seconda famiglia!
    Io sarei stata felice di tornare sì, ma avrei pianto come una fontana durante gli ultimi momenti trascorsi in un luogo simile, con persone così dolci!
    Hai avuto sicuramente modo di scoprire di più questa terra magnifica e le foto che ci hai mostrato durante il tuo viaggio ed oggi sul blog lo confermano!
    Quante cose belle, bellissime. ❤

    Bentornata!

    Liked by 2 people

    1. Ciao Lucrezia, grazie per il bel commento! E’ stato difficile lasciare il “mio” angolo di Scozia ma sentivo, e sento ancora adesso, che non si è trattato di un addio ma di un arrivederci. Non so, è stata una sensazione strana quando sono andata via…ero, e sono, convinta che tornerò presto a trovare la mia famiglia scozzese 🙂 e il mio MacDuff, che tra tutti è quello che mi manca di più 🙂 🙂

      Liked by 1 persona

  4. Ciao Beatrice,
    bentornata in Italia.
    Che bella esperienza hai avuto in Scozia e sicuramente sarai ritornata piu’ arricchita.
    Chi ha la fortuna di viaggiare molto sicuramente ha una mente piu’ elastica e completa rispetto a chi per una vita fa’ sempre le solite cose e vede la solita gente.
    La casa è un sogno,ma non hai fatto foto dell’interno?
    Anche il cagnone che ti teneva compagnia sembra essere socievole!!!
    E i favolosi pulcinella di mare che hai potuto vedere e fotografare….che belli!!!!
    Quelli,per ora non ho ancora avuto il piacere di incontrarli sulla mia strada,speriamo di poterli vedere nella mia prossima visita in Scozia.
    Ciao e un caro saluto a te
    Luisa
    SCOTLAND FOREVER

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...