Stregoneria e caccia alle streghe in Scozia: chi erano le delle donne condannate?

Nell’articolo della settimana scorsa vi avevo parlato di un argomento storico tanto interessante quanto tragico, la stregoneria e la caccia alle streghe in Scozia dalle sue origini al suo declino. Vi ho già detto di come in Scozia la paura delle streghe e la conseguente caccia si deve, in parte, al ruolo di un solo uomo: il sovrano scozzese Re James VI (figlio di Mary Stuart) che, in seguito alla morte di Elisabetta I d’Inghilterra divenne Re James I di Inghilterra, nel 1603. Oltre 2500 donne furono atrocemente uccise, e prima ancora torturate e processate in modo ingiusto e terribile e oggi voglio approfondire alcune delle loro tragiche storie.

Continua a leggere “Stregoneria e caccia alle streghe in Scozia: chi erano le delle donne condannate?”

Stregoneria e caccia alle streghe in Scozia: origine, storia e racconti.

Nella Scozia medievale la superstizione e il timore del mondo soprannaturale erano largamente diffusi tra la popolazione, ricca o povera che fosse. Fate, elfi, folletti, cavalli d’acqua, goblin, brownie erano si personaggi leggendari, protagonisti di quelle storie di origine celtica tramandate oralmente all’interno di clan e famiglie, ma venivano tenuti in gran considerazione così come al diavolo, al demonio, erano attribuiti tragici avvenimenti quali epidemie, carestie, morte dei capi di bestiame, condizioni meteo avverse ed estreme come tempeste e simili. Nel XV secolo e fino a parte del XVII secolo in tutta l’Europa si diffuse il panico legato alla stregoneria, anche grazie al “Malleus Maleficarum” scritto da Heinrich Kramer e diffusosi in quegli anni: si credeva che Satana stesse cercando di eliminare la società umana e che, per farlo, si servisse di aiutanti diabolici, le streghe, che andavano quindi prontamente eliminate per scongiurare il pericolo e dimostrare la propria devozione. In Scozia la paura delle streghe e l’atroce uccisione di oltre 2500 donne (su una popolazione di allora un milione di persone – cinque volte il tasso medio di esecuzioni europee) si deve, in parte, al ruolo di un solo uomo: il sovrano scozzese Re James VI (figlio di Mary Stuart) che, in seguito alla morte di Elisabetta I d’Inghilterra (sua zia), divenne Re James I di Inghilterra nel 1603. Va sottolineato che la maggior parte dei processi e delle condanne avvenne nell’area attorno ad Edimburgo, nel Fife e nei Lothian, ossia in quei luoghi che erano più vicini al potere centrale del sovrano; viceversa, nelle Highlands e nei luoghi più remoti i casi furono meno ed i metodi usati meno violenti.

Continua a leggere “Stregoneria e caccia alle streghe in Scozia: origine, storia e racconti.”

I gioelli della corona scozzese: l’avvincente storia degli Honours of Scotland

All’interno del castello di Edimburgo, custoditi in una camera super blindata e sorvegliati attentamente, sono in esposizione i goielli della Corona Scozzese, le più antiche insegne reali della Gran Bretagna: la corona, lo scettro e la spada. Dietro questi tre preziosi oggetti  si cela una storia di misteri, guerre, occultamenti e gloriosi ritrovamenti! Osservandoli oggi, luccicanti dietro la loro teca di vetro, non si immaginerebbero mai tutte le vicende che gli “Honours of Scotland” hanno vissuto!

Continua a leggere “I gioelli della corona scozzese: l’avvincente storia degli Honours of Scotland”

10 luoghi legati a Mary Stuart, Queen of Scots, da visitare in Scozia

Mary Stuart fu regina di Scozia dal 1542 al 1567 e la sua storia, caratterizzata da una serie di sfortunati eventi, momenti di grande potere e gioia alternati a situazioni drammatiche è condita da omicidi ed inganni, amori ed intrighi di corte. La figura della regina scozzese, come ogni personaggio del passato, si perde ormai tra miti e leggende e sono molte le trasposizioni letterarie e cinematografiche che tentano di raccontare la sua vita, sfociando a volte in tentativi alquanto discutibili. I luoghi in cui Mary ha vissuto durante il suo travagliato regno e dove la Regina ha lasciato un segno sono moltissimi, sparsi per tutta la Nazione e concentrati prevelentemente attorno ad Edimburgo e nelle aree circostanti (nel Fife, nei Lothian, nei Borders) e, più a Nord, su fino all’Aberdeenshire e alla costa del Moray. Eccone alcuni da non perdere, se la storia di Mary vi appassiona, ma iniziamo con qualche informazione di base sulla vita della Regina. Continua a leggere “10 luoghi legati a Mary Stuart, Queen of Scots, da visitare in Scozia”

Re e Regine di Scozia: storia dei sovrani scozzesi dall’843 al 1603

Se frequentate il mio blog da un pò di tempo avrete sicuramente capito che la storia scozzese mi appassiona molto: battaglie, lotte per la libertà, figure eroiche e leggendarie, una lista infinita di Re e Regine. Ecco, questo è il punto dolente: con tutti i nomi dei sovrani che si sono succeduti sul trono scozzese capita spesso che io mi confonda e che debba quindi andarmi a cercare alberi genalogici per capire chi era figlio di chi, chi succedette a chi e via dicendo. Quale modo migliore per fare chiarezza una volta per tutte se non scrivere un apposito articolo per raccogliere dinastie e sovrani che si sono succeduti in Scozia nel corso dei secoli? Una lettura diversa dal solito ma che permetterà finalmente di capire un pò di più della intricata storia scozzese! Continua a leggere “Re e Regine di Scozia: storia dei sovrani scozzesi dall’843 al 1603”

Personaggi: Robert the Bruce

La figura di Robert the Bruce, personaggio famoso e controverso nella storia scozzese, è legata alle vicende di William Wallace e alle guerre d’indipendenza scozzesi. Ecco di seguito la storia del grande sovrano e guerriero scozzese che garantì l’Indipendenza al suo popolo. Continua a leggere “Personaggi: Robert the Bruce”

Alle origini della Scozia: Celti, Scoti e Pitti

Come era la Scozia prima di diventare una Nazione, o meglio, un Regno? Prima che venissero costruiti i castelli, prima di Wallace, prima della storia che, chi più o chi meno, conosciamo?

Tutto ha inizio circa 10.000 anni fa quando, a seguito dell’ultima glaciazione, le prime popalazioni provenienti da Est raggiusero la terra che noi oggi chiamiamo Scozia e vi si insediarono, alla ricerca di nuove terre sulle quali vivere: erano gruppi di persone dedite alla caccia, alla raccolta di bacche e altri frutti della terra ed alla pesca quelle che arrivarono in questa landa ricca di foreste e legname. Si trattava di popolazioni nomadi che solo più tardi, circa 7000 anni fa, nel Neolitico, cambiarono stile di vita diventando sedentarie ed iniziando a coltivare la terra, allevare animali, abbattere le foreste per creare spazio e recuperare legname. I loro insediamenti si trovavano soprattutto sulle isole e lungo la costa. Durante l’Età del Bronzo apparvero le prime fortificazioni e continuò la costruzione dei cairns (monumenti di pietra) mentre nell’Età del Ferro (primo millennio a.c) lo sviluppo tecnologico umano portò alla comparsa dei primi utensili realizzati con vari metalli. Continua a leggere “Alle origini della Scozia: Celti, Scoti e Pitti”