ITINERARIO DI 3 GIORNI NEL VERDISSIMO PERTHSHIRE – SCOZIA

Il Perthshire, regione che si trova nella Scozia centrale, è il polmone verde della Nazione: vi si trovano infatti ampie, verdi e rigogliose foreste e la zona viene anche detta “Big Tree Country” per la presenza di alberi altissimi, tra i più alti di tutta la Scozia. Tra meravigliosi paesaggi, deliziosi villaggi ed affascinanti castelli questa zona è la meta ideale se amate la natura e le passeggiate all’aria aperta! Ecco un mini itinerario di 3 giorni con partenza e ritorno ad Edimburgo per scopire il meglio del Perthshire e dei suoi dintorni! Se vi interessano i miei itinerari in giro per la Scozia trovate qui quello negli Scottish Borders e qui quello lungo la costa del Moray.

GIORNO 1: EDIMBURGO – DUNKELD – PITLOCHRY

Dopo esservi lasciati Edimburgo alle spalle dirigetevi verso Nord, verso il cuore del Perthshire, facendo due brevi pause: una poco fuori città e una nella contea di Kinrosshire.

Edimburgo –> South Queensferry (20 minuti)

Una sosta a South Queensferry è d’obbligo: da questo piccolo villaggio, a due passi dalla capitale, si ha una bellissima vista sui ponti del Firth of Forth e in particolare sul Forth Bridge, il ponte ferroviario rosso patrimonio dell’Unesco. Anche il centro storico che si snoda lungo un’unica via, è molto carino con tutte le sue casette colorate.

South Queensferry –> Loch Leven Castle (30 minuti)

Un’altra tappa che vi suggerisco è presso il villaggio di Kinross dove troverete il Loch Leven Castle: questo castello, costruito su di un’isoletta in mezzo ad un lago, si raggiunge con una piacevole uscita in barca! La Tower House è la parte meglio conservata del castello e risale al 1300, una delle più antiche di Scozia. Mary Stuart, famosa e sfortunata Regina di Scozia, venne tenuta prigioniera all’interno del castello, dal giugno 1567 al maggio 1568.

Loch Leven Castle –> Dunkeld e Birnam (1 ora circa)

Immergetevi nel cuore del Perthshire e raggiungete la cittadina di Dunekd & Birnam (due villaggi uniti in un unico centro abitato). A Birnam troverete una passeggiata tra querce secolari mentre a Dunkeld, grazioso villaggio con molti cafè, ristoranti e negozietti, non perdetevi l’antica cattedrale con un magnifico giardino in riva al fiume Tay.

A Dunkeld troverete molti localini dove pranzare. Qualche idea? The country Bakery by Palmerstons per un pranzo veloce consumato su uno dei pochi tavolini disponibili (baked potatoes, zuppe, sandwich,…) oppure The Atholl Arms per un pranzetto coi fiocchi, magari anche all’aperto! Per una merenda golosa provate invece il The Clootie Dumpling Cafè.

Dunkeld –> The Hermitage (10 minuti)

The Hermitage è un angolo di bosco che sembra uscito da una fiaba! Altissimi abeti, i Douglas Fir, il fiume Braan che scorre tra le rocce e le roboanti Black Linn Falls da osservare da un apposito punto panoramico. Questa magnifica foresta fu fatta progettare nel XVIII secolo dal Duca di Atholl, per poter passeggiare in tranquillità in un ambiente idilliaco. Basta lasciare la macchina presso l’apposito parcheggio e mettersi a camminare, rilassandosi e godendosi la natura!

The Hermitage –> Pitlochry (20 minuti)

Raggiungete Pitlochry e l’alloggio scelto – tra i molti disponibili – per le prossime due notti. Pitlochry è una meta molto popolare sia tra i turisti che tra i locali e offre molti servizi tra i quali supermercati, ristoranti, gelaterie, tearooms, negozi di abbigliamento e souvenirs. Non mancano però anche molte passeggiate nella natura!

GIORNO 2: I DINTORNI DI PITLOCHRY

Pitlochry –> Queen’s View (20 minuti)

A pochi chilometri da Pitlochry, lungo il corso del fiume Tummel e nel punto in cui esso sfocia nel Loch Tummel si trova la Queen’s View, un meraviglioso punto panoramico che vi lascerà senza fiato! Questo viewpoint prende il suo nome dalla Regina Vittoria che nel 1866 visitò la zona e rimase stupita dalla bellezza di questo scorcio ma qualcuno afferma che la Queen’s View si chiami così in onore di Isabella, la moglie di Robert the Bruce e di fatto Regina consorte di Scozia, che la visitò 550 anni prima di Vittoria. In loco troverete pure un grazioso cafè dove mangiare o prendere un tè con una fetta di torta con annesso piccolo negozietto di souvenirs.

Queen’s View –> Rannoch Moor (1ora circa)

Se volete spingervi in zone più remote imboccate la pittoresca single track road che prosegue oltre la Queen’s View, immersa in un bel boschetto punteggiato da qualche pascolo dove è facile avvistare i tipici cervi scozzesi. Una volta superato il Loch Rannoch arriverete a Moor of Rannoch: qui non si può andare oltre, la strada infatti passa da asfaltata a sterrata e vi sentirete davvero “at the end of the road”. A Moor of Rannoch, oltre ad una fermata ferroviaria che non vi aspettereste di trovare in una zona così remota, si trova solo un ristorante/hotel ideale per un buon pranzetto dopodichè non vi resta che tornare sui vostri passi e ripercorrere la strada dell’andata. I fan della serie tv Outlander noteranno lungo la via la magica collina di Craigh Na Dun, location cinematografica per il cerchio di pietre da cui Claire viaggia nel tempo (ahimè, le pietre erano però finte e non le troverete!).

Le lande desolate di Moor of Rannoch (fonte)

Moor of Rannoch –> Blair Castle (1 ora circa)

Il castello delle favole esiste e si trova in Scozia! E’ il Blair Castle, bellissimo castello tutto bianco dove troverete ad accogliervi un suonatore di cornamusa, circondata da una grandissima tenuta tutta da esplorare: c’è il parco dei cervi, il boschetto con statue mitologiche, il walled garden con alberi da frutto, fiori, laghetti e persino un ponte in stile cinese! Si potrebbero davvero dedicare ore ed ore alla visita di questo meraviglioso castello! Al suo interno trovate anche un ristorante con tearoom annessa per un pasto veloce o per una buona merenda!

A Blair Atholl, a pochi passi dal Blair Castle, si trova la Blair Atholl Watermill, una tearoom ospitata in un vecchio mulino risalente al 1590 e tutt’oggi funzionante! Soffitti bassi, muri di pietra, un camino acceso, grandi tavolate di legno: qui l’atmosfera è davvero d’altri tempi!

Blair Castle –> Killiecrankie (10 minuti)

Al passo di Killiecrankie nel 1689 fu combattuta una battaglia durante la prima delle rivolte giacobite, vinta gloriosamente dall’esercito fedele agli Stuart. La gola in fondo alla quale scorre il fiume Garry è immersa in un ambiente naturale magnifico e in autunno i boschi si tingono di magnifici colori dorati. La vista dal ponte pedonale che attraversa la gola è mozzafiato! Su questo sito trovate la descrizione delle passeggiate da fare in zona.

Killiecrankie (fonte)

Killiecrankie –> Pitlochry (10 minuti circa)

Tornate a Pitlochry e dedicate il resto del pomeriggio ad una visita del villaggio: scendete verso il Loch Faskally per una passeggiata rigenerante nella natura, provate l’ebbrezza di camminare sul ponte sospeso sul fiume Tummel, date un’occhiata alla grande diga e al metodo studiato per far passare i salmoni: una vera scala per risalire la corrente! In questo articolo trovate suggerimenti su cosa fare a Pitlochry. Non perdetevi una passeggiata in centro per mangiare un gelato, gustare un fish and chips o cenare in uno dei tanti ristorante del villaggio.

GIORNO 3: DISTILLERIA, DIMORE STORICHE E RITORNO AD EDIMBURGO

Pitlochry –> Blair Atholl Distillery (3 minuti, appena fuori dal centro)

Vi incuriosisce visitare una distilleria per capire come viene prodotto il celebre whisky scozzese? A Piltochry se ne trovano due: c’è la Blair Atholl distillery, poco fuori dal centro, che ha una sua personale ed antica fonte d’acqua (chiamata Allt Dour) e che è possibile visitare tramite visita guidata con incluso un assaggio finale. E poi c’è la Edradour Distillery, a poco meno di 10 minuti d’auto dal centro, la più piccola distilleria di Scozia! Fu fondata nel 1825, offre tour guidati da aprile ad ottobre.

Blair Atholl –> Crieff, Drummond Castle Gardens (circa 1 ora)

Nella strada per tornare verso Edimburgo fate una sosta a Crieff per visitare il Drummond Castle dagli elegantissimi giardini rinascimentali terrazzati risalenti al XVII° secolo e ri-progettati nel XIX°. Il castello fu costruito nel 1490 e ampliato e rimodernato nel corso dei secoli successivi. Nel 1842 Drummond ricevette la visita della Regina Vittoria in persona: lei e il Principe Albert apprezzarono in particolar modo le passeggiate nella tenuta. Oggi il castello non è aperto al pubblico, ma vale la pena dare un’occhiata agli splendidi e curatissimi giardini!

Vista aerea di Drummond Castle e dei suoi giardini (fonte)

Drummond Castle –> Perth, Scone Palace (45 minuti)

Un altra attrazione storica da visitare in loco è lo Scone Palace, antico luogo di incoronazione dei re scozzesi inclusi MacBeth e Robert the Bruce che venivano nominati sovrani sulla Stone of Scone (o Stone of Destiny). Il palazzo oggi è una dimora elegantemente arredata che accoglie un’ampia raccolta di quadri, antichità e artefatti rari (orologi, ceramiche, oggetti in avorio, mobili, ecc). Esternamente è circondata da una grande tenuta con dei bei giardini curati: aiuole, panchine dove rilassarsi e persino un labirinto a forma di stella!

Scone Palace (fonte)

Scone Palace –> Edimburgo (1h15 circa)

Non vi resta che rientrare verso Edimburgo. Vi è piaciuto questo itinerario attraverso la regione del Perthshire? Ditemi la vostra opinione lasciando un commento!


Vi ricordo che tramite il mio sito potete acquistare in anticipo i biglietti delle principali attrazioni di Edimburgo tra le quali:

Il castello, per saltare la fila ed entrare più velocemente
La Camera Obscura, divertimento assicurato per tutta la famiglia
Holyrood Palace, per seguire le orme di Mary Stuart
Royal Yacht Britannia, per curiosare nella vita della famiglia reale
Mary King’s Close, per scoprire la tenebrosa storia della Edimburgo sotterranea

Trovate inoltre:

Ticket per l’airlink che collega l’aeroporto al centro
Royal Edinburgh, pass turistico che comprende il castello, Holyrood Palace e Royal Yacht Britannia
Edinburgh City Pass, pass turistico che comprende l’ingresso a 22 attrazioni di Edimburgo
Ticket per il bus Hop On-Hop Off della durata di 24h con il quale potrete girare la città fermandovi a visitare le varie attrazioni (qui la versione da 48h)
Tour guidato in italiano, per scoprire l’interessante storia della città accompagnati da una guida italiana
Tour dei fantasmi in italiano, al calare della sera, per scoprire il lato nascosto e tenebroso di Edimburgo
Tour in inglese di vario genere: l’horror show, il tour di Harry Potter, il tour sul whisky, quello sulla birra e molti altri!

Vi ricordo che sono disponibili anche dei buoni sconto:

Autonoleggio: sconto del 10% sul noleggio con Celtic Legend
Booking e Airbnb: sconti per la prenotazione sui noti siti di prenotazione

E infine… ricordatevi che offro anche un servizio di programmazione itinerari personalizzati, selezionando per voi voli, noleggio auto, hotel e creando il viaggio perfetto in base alle vostre esigenze: fate la vostra richiesta su Wanderoo.it facendo il mio nome!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.