Come organizzare un viaggio fly & drive in Scozia

Avete finalmente deciso la meta del vostro prossimo viaggio ma non sapete da che parte iniziare ad organizzarlo? Spero con questo articolo di darvi qualche consiglio utile per pianificare il vostro indimenticabile viaggio in Scozia! Quella dell’organizzazione è una fase che adoro perchè ti fa assaporare il viaggio e ti fa immaginare di essere già nei meravigiosi posti che andrai a visitare: all’inizio le idee sono un pò confuse, specialmente se ci accingiamo a visitare un Paese per la prima volta, ma più informazioni si cercano, più notizie si recuperano in rete e più quella destinazione diventa reale, finchè il viaggio tanto sperato finalmente prende forma e diventa qualcosa di concreto. La formula del fly&drive è sempre quella vincente, che la vostra destinazione sia la Scozia ma anche nella maggior parte dei viaggi: il noleggio di un’automobile vi garantirà piena libertà di movimento e vi permetterà di raggiungere tutte le zone che desiderate, coi tempi che deciderete e soprattutto vi darà la possibilità di fermarvi ogni volta che ne sentite il bisogno: scattare una fotografia, fare una deviazione dal percorso, fare una passeggiata per sgranchirvi le gambe. Ecco di seguito come procedere nell’organizzazione del vostro viaggio on the road in Scozia!

spazio

FATE UNA LISTA DEI LUOGHI CHE VI PIACEREBBE VISITARE

Informatevi in rete sulle attrazione principali, sui castelli, sui villaggi e sulle aree che volete assolutamente visitare e stilate una lista: all’inizio saranno mete buttate alla rinfusa su di un foglio di carta (o su un documento word, se siete più tecnologici!) ma poi, una volta che le avrete localizzate in Google Maps riuscirete a farvi una prima idea dell’itinerario da seguire. Potete prendere spunto da siti online che si occupano di Scozia: il mio sito, che state leggendo ora, è ricco di informazioni e consigli e nell’indice dei luoghi trovate una lista dei posti che ho visitato, può tornarvi utile per chiarirvi un pò le idee! Comprate anche una guida e iniziate a studiare: tra tutte vi consiglio la Routard – molto più completa della Lonely – e ovviamente quella che ho scritto io, che raccoglie un itinerario passo a passo di due settimane più molte curiosità e informazioni utili.

trip-planning-by-urbackpacker-com_
Planing a trip (fonte)

STILATE UN ITINERARIO

Una volta scelte le cose da vedere, valutate come suddividere il tutto nei giorni che avete a disposizione, aiutandovi cercando le distanze e i km da percorrere. In questa fase purtroppo potrà capitare di dover eliminare qualcosa, perchè troppo lontano da raggiungere: non fatevi prendere dalla foga di volere vedere tutto perchè sarebbe impossibile, piuttosto cercate di programmare un itinerario non troppo pieno, in modo da godervi bene il tempo trascorso in viaggio e non rimanere seduti in auto tutto il giorno. Ci sarà sicuramente qualche fuori programma, qualche luogo che non avevate scovato dove sentirete il bisogno di fermarvi strada facendo (di solito sono sempre le scoperte più belle!) quindi state larghi con i tempi! Le voci scartate dalla vostra lista tenetele da parte, per il prossimo viaggio. Nella sezione “itinerari” ne trovate alcuni di varia durata dai quali prendere ispirazione!

plane-train-or-auto-bus-from-london-to-scotland-01-620x365
On the road (fonte)

PRENOTATE IL VOLO

Dopo esservi chiariti un pò le idee sulle cose che volete assolutamente visitare e aver stilato una prima bozza di itinerario procedete all’acquisto dei voli: non aspettate l’ultimo minuto ma prenotate per tempo, in modo da aggiudicarvi un prezzo basso. Ovviamente meglio preferire i voli diretti. Le compagnie low cost Ryanair e Easyjet collegano gli aeroporti di Edimburgo e Glasgow ai principali aeroporti italiani: potete per esempio volare ad Edimburgo da Milano Bergamo, Milano Malpensa, Venezia, Treviso, Roma Ciampino, Roma Fiumicino, Bologna, Pisa e Napoli o a a Glasgow da Milano Malpensa (aggiornamento: ottobre 2017, controllate sempre se sono uscite nuove rotte/se ne sono state eliminate). Se atterrate a Glasgow sappiate che ci sono due aeroporti: Prestwick (più lontano dal centro) e Glasgow (più vicino)…attenzione a non andare nell’aeroporto sbagliato! Nessun problema invece ad Edmburgo, che ha solo un aeroporto.

B18_Barra Airport.jpg
Sull’isola di Barra, nelle Ebridi Estenre, la pista dell’aeroporto è direttamente sulla spiaggia! Questa meravigliosa foto è della mia amica Ilaria Battaini, visitate il suo blog per consigli sulla Scozia e non solo – www.ilariabattaini.it

PRENOTATE GLI ALLOGGI

Dopo aver riordinato sulla mappa i luoghi che volete visitare ed aver creato il vostro itinerario personalizzato, o per lo meno le tappe giornaliere che intendete fare, procedete nella prenotazione degli alloggi. Il mio consiglio è quello di pernottare in b&b e guesthouse, più economici degli hotel e più confortevoli degli ostelli. Questo tipo di struttura a conduzione familiare vi permetterà di entrare in contatto con i simpatici scozzesi che vi accoglieranno a braccia aperte nelle loro case. Solitamente la maggior parte delle strutture dispone di camere con bagno privato e offre una gustosa e abbondante colazione che basterà a sfamarvi fino ad ora di cena. Come fare a cercare l’alloggio ideale per voi? Ne parlo in maniera approfondita in questo articolo! In generale, i metodi migliori sono il caro vecchio Google Maps e siti come Undiscovered Scotland, Visit Scotland e siti turistici locali. Anche Airbnb sta prendendo sempre più piede mentre vi sconsiglio siti come Booking.com perchè le strutture sono poche e costano sempre di più (una cosa furba è cercare su booking ma poi andare a controllare il prezzo e prenotare dal sito ufficiale della struttura, si paga sempre meno!). Come per il volo, anche gli alloggi vanno prenotati per tempo per aggiudicarsi le strutture a miglior prezzo e soprattutto perchè, in estate, in alcune zone c’è il tutto esaurito già da inizio primavera. Anche in questo caso io di solito faccio una lista con tutte le possibili strutture e relativi costi e servizi (tipo di camera, colazione, wifi, extra) e poi scelgo la migliore per rapporto qualità/prezzo. Sul gruppo facebook “Sognando la Scozia” nella sezione dei file trovate una lista di alloggi consigliati da altri viaggiatori, divisi per zona.

roineabhal guesthouse
La deliziosa sala colazioni della Roineabhal Guesthouse, vicino ad Oban

PRENOTATE UNA MACCHINA

Pensate ora al mezzo di trasporto che vi accompagnerà nella vostra avventura scozzese! Se siete in due basta una macchina piccolina perchè le strade scozzesi sono comode e agibili (non troverete degli sterrati come, per esempio, in Islanda) e anzi, sarà più pratica per percorrere le strette single track roads che incontrerete nelle zone più remote. Se viaggiate con la famiglia o in in gruppo di amici potete pensare di noleggiare un mezzo un pò più grande in modo di avere anche più spazio per le valigie e i vari bagagli. La guida al contrario può spaventare, ma vi assicuro che dopo i primi km vi sarete già abituati e che le strade, all’infuori della zona di Edimburgo e Glasgow, sono tranquille e poco trafficate. Per quanto riguarda il costo, stesso discorso anche qui: prima prenotate meno spendete. Ci sono moltissimi auto noleggi tra cui scegliere ma la cosa importante è che i prezzi siano chiari per evitare spiacevoli sorprese e che il chilometraggio sia illimitato, per permettervi piena libertà. E’ sempre consigliato stipulare un’assicurazione aggiuntiva completa, la sicurezza prma di tutto! Vi consiglio di richiedere un preventivo al noleggio locale Arnold Clark, col quale mi sono trovata molto bene! Attenzione: avere una carta di credito intestata al guidatore principale è obbligatorio per noleggiare una macchina!

car-assynt
Guidare in Scozia (fonte)

SBIZZARRITEVI NEL PERSONALIZZARE IL VOSTRO ITINERARIO

Ora che avete prenotato tutto e deciso le tappe giornaliere è ora di scatenarsi e di personalizzare al massimo il vostro viaggio! Cercare informazioni è facile, basta farlo sui siti giusti. Oltre al mio blog vi consiglio il sito dell’Ente del turismo scozzese Visit Scotland, l’utilissimo e il già citato Undiscovered Scotland dove trovate delle mappe interattive con i principali punti di interesse per le varie zone della Nazione. Sbizzarritevi: pinterest, instagram, blog, siti internet, gruppi e pagine facebook. Raccogliete informazioni e create l’itinerario perfetto, tenendo ovviamente conto delle distanze e degli orari di castelli/musei (che solitamente chiudono presto!). Google maps può aiutarvi nel primo caso, le distanze e i tempi di percorrenza sono abbastanza affidabili.

Highland_Cow_BeatriceRoat
Certi incontri però non si possono programmare!

PREPARATEVI ALLA PARTENZA E GODETEVI LA SCOZIA

Tutto è prenotato, tutto è organizzato. Non vi resta che prepararvi per il viaggio. Ecco qui alcuni consigli su cosa mettere in valigia: le parole d’ordine sono due, a cipolla e waterproof. Vestitevi a strati, in modo da poter togliere e mettere indumenti in base alla temperatura e portatevi vestiti impermeabili, cosa davvero indispensabile visto il pazzo meteo scozzese. Difficile aprire l’ombrello, una giacca impermeabile vi salverà! Importante anche indossare scarpe comode, adatte a camminare e a prova d’acqua. Non dimenticate poi di mettere in valigia un adattatore per la corrente. E poi…godetevi la Scozia! Esplorate, curiosate, uscite dal vostro itinerario per scoprire nuovi angoli. E, ovviamente, passate a farmi sapere come è andato il viaggio 🙂

bff2e944480137-560778633d9fc
(fonte)

18 pensieri riguardo “Come organizzare un viaggio fly & drive in Scozia

  1. Ciao e grazie delle utilissime info! Mi è davvero venuta voglia di visitare la Scozia e specialmente Skye! Avrei qualche giorno libero a fine aprile inizio maggio e pensavo che magari potrei provare a organizzare una viaggetto last minute. Secondo te quale sarebbe il periodo migliore per visitare Skye a livello di clima e paesaggio, a fine mese cosa troverei? Forse meglio optare per luglio? Grazie della disponibilità.

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Ann! Benvenuta!
      Se la visiti a fine mese troverai sicuramente meno turisti, quindi avrai occasione di godertela senza la ressa di persone e macchine fotografiche. Non sarà ancora verdissima come lo è in estate, ma i paesaggi mozzafiato sono quelli anche in veste ancora invernale! In luglio (in estate in generale) è molto affollata invece, e potendo eviterei 🙂
      Impossibile invece prevedere il clima che è a dir poco pazzerello! 🙂

      Mi piace

  2. Ciao! Io e altre due mie amiche abbiamo già comprato i biglietti aerei per aprile, ma nessuna di noi se la sente di prendere la macchina (neopatentate, meglio lasciar perdere ahah), secondo te è fattibile usare il treno? Abbiamo visto che se comprati con anticipo i biglietti non costano molto. Staremo una settimana e stiamo cercando di organizzare tutto meticolosamente (sì, anche io vado nel panico se non ho un piano concreto)! Grazie per l’utilissimo post 😉

    Piace a 1 persona

    1. Ciao Brenda! Vi capisco, non guiderei mai e poi mai nemmeno io 😛 Non preoccuparti, spostarsi coi mezzi pubblici è fattibilissimo! Qui per esempio trovi qualche info sul mio ultimo viaggio, fatto spostandomi esclusivamente con bus e treni: https://nelcuoredellascozia.com/2017/10/05/in-scozia-da-sola-il-mio-viaggio/
      Se vi fermate 7 giorni io vi consiglio sicuramente due notti ad Edimburgo e poi potreste fare le altre tra Oban ed Inverness magari, oppure scegliere solo due “basi” per fare poi delle escursioni giornaliere. Per esempio da Edimburgo potete raggiungere comodamente queste zone: https://nelcuoredellascozia.com/2017/01/09/cosa-visitare-nei-dintorni-di-edimburgo-con-i-mezzi-pubblici/ . Nei dintorni di Oban invece queste: https://nelcuoredellascozia.com/2016/10/10/cosa-visitare-nei-dintorni-di-oban/ . Un’altra buona zona in cui soggiornare potrebbe essere Pitlochry. Avete l’imbarazzo della scelta!! 🙂

      Mi piace

  3. Ecco siamo proprio uguali. Stessa tendenza maniacale nell’organizzare viaggi. Proprio come dici tu prenotato volo con easy jet a meno di 60 euro, prenotati alberghi e fatto un giro fitto fitto. Mi sembra di averlo già vissuto. Domanda quale card mi consigli e dove acquistarla per visitare siti saltando anche code? Noleggio auto in aeroporto anche se ad Edimburgo non la utilizzerò molto? Devo assolutamente comprare la tua guida bacio da Bea a Bea

    Piace a 1 persona

    1. Sto facendo un piccolo giveaway natalizio sulla mia pagina facebook, forse sei fortunata e la vinci 🙂 Come card trovi questa di Historic Scotland https://www.visitbritainshop.com/italia/historic-scotland-explorer-pass/ però valuta se ti conviene o meno perchè non comprende tutti i monumenti/castelli/attrazioni. Dipende cosa decidi di visitare! Io ti sconsiglio di entrare ad Edimburgo con la macchina (la sola idea mi manda nel panico!!!) ma di ritirarla quando inizierai l’on the road. Ti fermerai in città all’inizio del viaggio? Che bella la fase organizzativa, la adoro! Ti fa venir voglia di essere già in viaggio!

      Piace a 1 persona

  4. Pensa che io la prima volta in Scozia non avevo fatto un vero e proprio programma prima di partire (ma parliamo di secoli fa, quando ero ancora ggggiovane e inesperta 😉 e mi sono ritrovata come dici tu a trascorrere ore in macchina per raggiungere la meta successiva. E ogni sera cambiavamo alloggio, una vera e propria odissea. Quando ci sono tornata anni dopo ho pianificato le varie tappe tenendo conto delle distanze e dei tempi di percorrenza e in effetti è andata molto meglio!

    Mi piace

    1. Ciao Silvia! Ecco, io non credo che ce la farei a partire così all’avvenutra! L’idea di magari non trovare un posto libero per dormire mi mette un’ansia pazzesca! Ed è un rischio molto frequente in questi ultimi anni, soprattutto in alcune zone tipo l’Isola di Skye che è sempre presa d’assalto dai turisti! Ok, io sono un pò ossessiva…ma mi piace programmare tutto nei minimi dettagli. Se poi non riesco a seguire il programma alla lettera poco importa, ma almeno parto tranquilla 🙂

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.