Shieldaig, Applecross e Bealach Na Ba: una giornata di emozioni in tour con Rabbie’s

Vi capita mai di chiedervi come mai, nei vostri viaggi passati, non avete mai visitato una determinata zona? Come mai vi sia sempre sfuggita dall’itinerario? Ecco, io mi sto chiedendo perchè non ho mai visitato il meraviglioso Wester Ross prima d’ora! Questa remota ed affascinante regione – o almeno, il pezzettino che ho visitato – è salita immediatamene sul podio dei miei angoli scozzesi preferiti: in tanti mi avevano parlato della sua maestosità e del suo fascino ma non ho mai avuto occasione di testarla personalmente nei miei precedenti viaggi. Per fortuna ci ha pensato Rabbie’s, dandomi la possibilità di partecipare a questo tour, il più bello della mia vita in assoluto! Se volete visitare la Scozia ma non disponete di un’auto, vi consiglio vivamente di scegliere tra uno dei numerosi tour giornalieri o di più giornate organizzati da Rabbie’s e in partenza da Edimburgo, Glasgow e da quest’anno anche da Inverness. L’accoglienza, la simpatia e la conoscenza del territorio delle guide di Rabbie’s renderanno ancora più speciale la vostra giornata! Continua a leggere “Shieldaig, Applecross e Bealach Na Ba: una giornata di emozioni in tour con Rabbie’s”

Glenfinnan, nell’incanto del Loch Shiel

Vi ho già parlato della Road to the Isles e di quanto mi sia piaciuta. Partendo – nel nostro caso – da Mallaig dopo aver lasciato l’Isola di Skye abbiamo percorso questa strada rimanendo incantati dal susseguirsi dei paesaggi, prima costieri e poi boscosi, nell’entroterra. Dopo aver superato il magnifico tratto di costa tra Mallaig e Arisaig e aver goduto della bellezza della Camusdarach Beach c’è un’altra tappa obbligatoria se vi trovate a viaggiare in questo angolo di Scozia: la zona di Glenfinnan, con il suo monumento, il famoso viadotto e una piccola chiesetta di pietra.

Glenfinnan Monument Loch Shiel
Il Glenfinnan Monument a guardia del Loch Shiel

Protagonista indiscusso di questo bel quadretto scozzese è il Loch Shiel che se ne sta placido tra le montage, in fondo alla valle, snodandosi tra le brulle colline che sembrano tuffarsi nelle sue acque. In una giornata di nubi l’atmosfera è davvero magica mentre col sole apprezzerete sicuramente i suoi colori vivaci. Il monumento che se ne sta come una sentinella sulle sponde del lago è il Glenfinnan Monument, eretto qui non a caso. Il luogo infatti ha un’importantissima valenza storica perchè proprio su quella riva nel 1745 il Bonnie Prince Charlie innalzò i suoi stendardi chiamando a raccolta i Clan, prima di dare inizio alla rivolta giacobita.

 

Il monumento fu eretto nel 1815 in onore degli uomini che presero parte alla rivolta giacobita tragicamente conclusasi con la battaglia di Culloden. Il monumento, ideato dall’architetto scozzese James Gillespie Graham, è una stretta torre sulla quale svetta la statua di un Highlander. Sul cancello di ferro battuto si trovano le rose, simbolo dei giacobiti.

Glenfinnan Monument
Commemorazione del Bonnie Prince Charlie (Prionns Tearlach), scritta in Gaelico Scozzese

Proprio alle spalle del Glenfinnan Monument & Visitor Centre (parcheggio ed entrata a pagamento) si trova il Glenfinnan Viaduct. I fan di Harry Potter lo riconosceranno alla prima occhiata e si aspetteranno di veder arrivare l’Hogwarts Express da un momento all’altro. Il viadotto infatti è stato usato come location dei famosi film di Harry Potter. Nella realtà ci passa la West Highland Line e più in particolare il Jacobite Steam Train. Pensate che i veri appassionati della saga del maghetto si appostano – timetables del treno alla mano – su una delle numerose piazzole raggiungibili con dei sentieri che partono dal parcheggio per veder passare il famigerato treno a vapore!

Glenfinnan Viaduct
Il famoso viadotto senza treno…..
1200px-glenfinnan_viaduct
e con il treno! (fonte)

Poco distante, su una collina, si trova invece la St. Mary’s & St. Finnan Catholic Church. Solitamente i turisti la superano senza neppure notarla, diretti al monumento e al viadotto, ma vi consiglio di fare una piccola sosta: si tratta di un piccolo luogo di pace e tranquillità con una bella vista e…una leggenda misteriosa! Pare che la porta laterale della chiesetta sia sempre aperta per permettere all’anima del Bonnie Prince Charlie di entrare e trovare riparo, se mai dovesse tornare in Scozia. Ammetto di essermi fermata a visitare St.Mary proprio per questo e di essermi stupita nel constatare che non solo la porta era aperta ma che all’interno c’è anche una targa che commemora lo Stuart.

Saint Mary and Saint Finnan Chatolic Church
La pittoresca St Mary and St Finnan Catholic Church

Consacrata nel 1873 e costruita in stile gotico, la chiesa fu eretta in ricordo dei MacDonalds of Glenaladale che ospitarono Charles Stuart prima del raduno di Glenfinnan. L’interno della chiesa, chiaro e luminosi, danno proprio un senso di pace e protezione, una piccola pausa rilassante prima di proseguire lungo la Road to the Isles.

 


Informazioni pratiche:

Avvicinarsi esternamente al Glenfinnan Monument è gratuito ma entrarci e salire sulla cima è a pagamento e comprende la visita alla mostra del Visitor Centre.

Il parcheggio nei pressi del Visitor Centre è a pagamento; vi consiglio di utilizzare il parcheggio che trovate prima del ponte, che è gratuito e vicino.

L’entrata alla Saint Mary Church è gratuita e non ci sono orari di apertura.

Vi consiglio di salire al viewpoint che si trova sopra il Visitor Centre (sentiero che parte dal parcheggio) per una bellissima vista sul Loch Shiel e sul Monumento.

10 musei da visitare ad Edimburgo

Se anche voi, come alla sottoscritta, piace dedicare un pò di tempo ai musei mentre visitate una grande città, ad Edimburgo avrete l’imbarazzo della scelta e decidersi sarà davvero difficile! Dalla scienza all’arte, dal modellismo alla chirurgia: qualunque sia il vostro interesse la capitale della Scozia ha il museo giusto per voi! Vi serve qualche idea? Ecco qui 10 musei da visitare nell’affascinante Edimburgo. Ed il bello è che la maggior parte è ad entrata gratuita!

spazio

National Museum of Scotland

Paese che vai, National Museum che trovi! E come tutti i musei nazionali, anche quello di Edimburgo spazia in moltissimi campi: il mondo naturale, arte e design, culture internazionali. Quello che mi è piaciuto di più è stato ovviamente lo spazio dedicato alla storia scozzese, davvero ben fatto e ricco di informazioni ed oggetti in esposizione. Non perdetevi il panorama dalla terrazza all’ultimo piano, per uno sguardo diverso sul castello e la Old Town! L’ingresso è gratuito.

Camera Obscura

Preparatevi ad entrare nel mondo delle illusioni! La Camera Obscura vi stupirà, non c’è dubbio! In cima al Royal Mile, a pochi passi dal castello, questo particolare museo è ospitato in un edificio a forma di torre, dalla cima della quale si ha un bel panorama sulla città, ed esiste ben dal 1835! Continua a leggere “10 musei da visitare ad Edimburgo”

La magia di Neist Point

Venerdì 15 maggio 2015

Il 2015 è stato l’anno del mio primo vero on the road in Scozia in compagnia del mio papà. Quel venerdì 15 maggio ci trovavamo su Skye e la tabella di marcia della giornata era fittissima di luoghi da esplorare. Il meteo però, ahimè, non è stato clemente  e abbiamo beccato una pessima giornata caratterizzata da una pioggia torrenziale e nubi scure e basse a coprire l’orizzonte. Davvero un peccato, perchè volevo proprio in quella giornata esplorare il faro di Neist Point, dopo averlo ammirato su fotografie e riviste per molto tempo. Dopo vari cambi di programma, abbiamo deciso di visitare altre zone: le Fairy Pools, la Talisker Bay, la Talisker Distillery..con la speranza di un migliorante nel meteo. Niente da fare, alle 19.30, rassegnati, siamo andati a cena al Dunvegan Hotel (mi ricordo ancora che stavo mangiando un buonissimo fish&chips) quando, magicamente….la pioggia è cessata e nel giro di 5 minuti le nubi si sono spostate facendo uscire il sole!

isle of skye
Gli unici 5 minuti della giornata in cui non ha piovuto a dirotto!

Increduli ci siamo guardati, abbiamo pagato il conto in tempo zero e ci siamo fiondati alla nostra guesthouse a prendere l’auto e la macchina fotografica. Continua a leggere “La magia di Neist Point”

Visitare il Castello di Edimburgo

 

Simbolo per eccellenza non solo della capitale ma dell’intera Scozia e attrazione più visitata della Nazione, il castello di Edimburgo attira numerosissimi visitatori da tutto il mondo promettendo un salto indietro nell’avvincente storia scozzese e dei bellissimi panorami sulla città. Il suo fascino si nota già da lontano: arroccato sulla sommità di una roccia vulcanica sembra messo a guardia della Old Town, la sua mole imponente si può avvistare in moltissimi punti della città e la notte, illuminato in vari colori, assomiglia ad un faro che indica la via da seguire per non perdersi nell’oscurità. Il celebre Royal Mile, conduce dritti dritti all’ampia Castle Esplanade, collegando il castello all’altro simbolo di Edimburgo, l’Holyrood Palace. Continua a leggere “Visitare il Castello di Edimburgo”

Iona Abbey, l’abbazia sull’isola sacra

C’è un posto in Scozia che sembra uscito direttamente da una favola, un piccolo paradiso sottoforma di isoletta circondata da acque pure e cristalline e da spiagge di sabbia bianchissima: le pecore brucano oziosamente l’erbetta verde, il colore dei machair fioriti contrasta con l’azzurro del mare e un’aria mistica e sacra aleggia tutto attorno. Sto parlando dell’Isola di Iona, della quale vi avevo già raccontato in questo post e che ho avuto la fortuna di visitare in un splendida giornata di sole primaverile. Continua a leggere “Iona Abbey, l’abbazia sull’isola sacra”

Holyrood Palace, sulle orme di Mary Stuart

Assieme al castello, l’Holyrood Palace è uno dei siti storici simbolo della città di Edimburgo. Quelli che nei secoli scorsi erano i centri del potere della capitale scozzese se ne stanno uno di fronte all’altro, separati da quel lungo viale che è il Royal Mile, come se si stessero sfidando per grandiosità e fascino. Qualità che, del resto, non mancano nè al primo nè al secondo! Oggi vi voglio parlare in particolare dell’Holyrood Palace, antica sede dei sovrani scozzesi ed oggi residenza ufficale di Sua Maestà la Regina in Scozia.

Holyrood palace
La facciata esterna dell’Holyrood Palace

Nel corso dei secoli  Holyroodhouse è ovviamente cambiato moltissimo, la sua struttura è stata modificata, ampliata, danneggiata da incendi. L’edificio originario fu fondato da Davide, primo re di Scozia, nel 1128 come monastero. Il nome Holy-rood deriva dallo scozzese e significa Continua a leggere “Holyrood Palace, sulle orme di Mary Stuart”