A caccia di fantasmi in Scozia: 5 spaventose leggende spettrali

La scozia, si sa, è patria di castelli, misteri e…fantasmi! Sono moltissime le leggende che narrano di terrificanti incontri tra esseri umani e spiriti irrequieti: cavalieri senza testa, povere anime che non trovano pace, fantasmi di dame disperate, angeli della morte. Nel libro “The Lore of Scotland“, una raccolta di fiabe e leggende di vario genere che si può reperire purtroppo solo in inglese, trovate un sacco di storie, divise per zona geografica e per argomento, tra le quali ho scelto di raccontarvi 5 delle mie preferite. Eccole!

Continua a leggere “A caccia di fantasmi in Scozia: 5 spaventose leggende spettrali”

Falkland Palace, elegante residenza dei sovrani Stuart in Scozia

Tra i villaggi più belli di Scozia non si può certo dimenticare quello di Falkland, nel Fife: pittoreschi cottage di pietra, la maggior parte dei quali vecchi più di 300 anni, strette viuzze decorate con piante e vasi di fiori, una bella piazzetta con al centro una eleborata fontana e, poco più in là, un elegante e storico palazzo. Quel palazzo è Falkland Palace, e in questo articolo voglio raccontarvi la sua storia e portarvi con me, virtualmente, a visitarlo! Andiamo?

Continua a leggere “Falkland Palace, elegante residenza dei sovrani Stuart in Scozia”

Stregoneria e caccia alle streghe in Scozia: chi erano le delle donne condannate?

Nell’articolo della settimana scorsa vi avevo parlato di un argomento storico tanto interessante quanto tragico, la stregoneria e la caccia alle streghe in Scozia dalle sue origini al suo declino. Vi ho già detto di come in Scozia la paura delle streghe e la conseguente caccia si deve, in parte, al ruolo di un solo uomo: il sovrano scozzese Re James VI (figlio di Mary Stuart) che, in seguito alla morte di Elisabetta I d’Inghilterra divenne Re James I di Inghilterra, nel 1603. Oltre 2500 donne furono atrocemente uccise, e prima ancora torturate e processate in modo ingiusto e terribile e oggi voglio approfondire alcune delle loro tragiche storie.

Continua a leggere “Stregoneria e caccia alle streghe in Scozia: chi erano le delle donne condannate?”

Stregoneria e caccia alle streghe in Scozia: origine, storia e racconti.

Nella Scozia medievale la superstizione e il timore del mondo soprannaturale erano largamente diffusi tra la popolazione, ricca o povera che fosse. Fate, elfi, folletti, cavalli d’acqua, goblin, brownie erano si personaggi leggendari, protagonisti di quelle storie di origine celtica tramandate oralmente all’interno di clan e famiglie, ma venivano tenuti in gran considerazione così come al diavolo, al demonio, erano attribuiti tragici avvenimenti quali epidemie, carestie, morte dei capi di bestiame, condizioni meteo avverse ed estreme come tempeste e simili. Nel XV secolo e fino a parte del XVII secolo in tutta l’Europa si diffuse il panico legato alla stregoneria, anche grazie al “Malleus Maleficarum” scritto da Heinrich Kramer e diffusosi in quegli anni: si credeva che Satana stesse cercando di eliminare la società umana e che, per farlo, si servisse di aiutanti diabolici, le streghe, che andavano quindi prontamente eliminate per scongiurare il pericolo e dimostrare la propria devozione. In Scozia la paura delle streghe e l’atroce uccisione di oltre 2500 donne (su una popolazione di allora un milione di persone – cinque volte il tasso medio di esecuzioni europee) si deve, in parte, al ruolo di un solo uomo: il sovrano scozzese Re James VI (figlio di Mary Stuart) che, in seguito alla morte di Elisabetta I d’Inghilterra (sua zia), divenne Re James I di Inghilterra nel 1603. Va sottolineato che la maggior parte dei processi e delle condanne avvenne nell’area attorno ad Edimburgo, nel Fife e nei Lothian, ossia in quei luoghi che erano più vicini al potere centrale del sovrano; viceversa, nelle Highlands e nei luoghi più remoti i casi furono meno ed i metodi usati meno violenti.

Continua a leggere “Stregoneria e caccia alle streghe in Scozia: origine, storia e racconti.”

Fuga a Gretna Green, tra storia, souvenirs e un romanticismo andato perduto

Se c’è un luogo in Scozia che mi ha lasciata alquanto perplessa, quel luogo è Gretna Green. Gretna Green è un villaggio piuttosto anonimo nel sud ovest della Nazione, a poco più di 1km di distanza dal confine con l’Inghilterra, con al suo interno un piccolo centro commerciale e molte location per celebrare matrimoni: nonostante l’interessante passato del luogo oggi Gretna è diventata solamente uno specchietto per turisti. E pensare che fino a duecento anni fa Gretna Green era il luogo più ambito e sognato dalle giovane coppie inglesi che volevano celebrare il loro sogno d’amore! Tutt’oggi nel villaggio si celebrano più di 4000 matrimoni all’anno, circa un ottavo di tutte le unioni scozzesi: ma perchè, vi starete chiedendo, tutti questi sposalizi a Gretna Green? Ve lo racconto subito!

Continua a leggere “Fuga a Gretna Green, tra storia, souvenirs e un romanticismo andato perduto”

Ricetta Tattie Scones e come preparare una colazione scozzese!

Non è la prima volta che vi parlo di cibo scozzese ed in particolar modo della colazione che è davvero gustosa ed abbondante: avete mai provato la full scottish breakfast composta da uova, salsicce, bacon, haggis (a volte), black pudding, fagioli, pomodori, funghi e tattie scones? Non avrei mai creduto di riuscire a mangiare tutto questo appena sveglia eppure, dopo il primo timido assaggio, la Scottish Breakfast è entrata di prepotenza nella mia alimentazione mattutina quando sono in viaggio in Scozia! Ed accade spesso, anche quando sono a casa in Italia, che mi prenda una voglia pazesca di colazione scozzese: quale miglior soluzione quindi che mettersi ai fornelli e provare almeno a replicare tutte quelle bontà? Ecco alcuni suggerimenti e la ricetta dei tattie scones…vi racconto subito di cosa si tratta!

Continua a leggere “Ricetta Tattie Scones e come preparare una colazione scozzese!”

I gioelli della corona scozzese: l’avvincente storia degli Honours of Scotland

All’interno del castello di Edimburgo, custoditi in una camera super blindata e sorvegliati attentamente, sono in esposizione i goielli della Corona Scozzese, le più antiche insegne reali della Gran Bretagna: la corona, lo scettro e la spada. Dietro questi tre preziosi oggetti  si cela una storia di misteri, guerre, occultamenti e gloriosi ritrovamenti! Osservandoli oggi, luccicanti dietro la loro teca di vetro, non si immaginerebbero mai tutte le vicende che gli “Honours of Scotland” hanno vissuto!

Continua a leggere “I gioelli della corona scozzese: l’avvincente storia degli Honours of Scotland”