In Scozia da sola: il mio viaggio

E’ sempre difficile, dopo un viaggio, riuscire a raccontare le emozioni, le sensazioni, condividere i ricordi più belli e vividi. Sembra sempre di non riuscirci appieno, di dimenticare qualcosa, tralasciare qualche particolare. Il mio ultimo viaggio in Scozia, il quinto, è stata un’avventura intensa che si è conclusa solamente pochi giorni fa: dopo 10 giorni in viaggio sono già tornata alla normalità, alla solita routine di tutti i giorni, a pensare nostalgicamente ai luoghi visti ed esplorati. Ci sarà tempo di parlarvi nel dettaglio di tutte le mie tappe, ora però voglio raccontarvi di come è andata questa avventura in solitaria che non è stata la prima e non sarà sicuramente l’ultima!

spazio

Tutto è iniziato ad Edimburgo: la capitale della Scozia l’ho già visitata altre volte durante i miei viaggi ma è talmente affascinante che ci torno sempre volentieri e, ogni volta, trovo qualcosa di nuovo da fare e da vedere. Purtroppo il tempo a disposizione era limitato e quell’unica intera giornata libera l’ho passata ad esplorare per bene la zona del Dean Village e di Stockbridge, con una passeggiata al Giardino Botanico. Il pomeriggio ho avuto tempo di tornare in centro: la Old Town di Edimburgo è magnifica e ci torno ogni volta che sono in città, anche solo per una passeggiata. Questa volta, partendo dal castello e scendendo il Royal Mile fino ad Holyrood, mi sono infilata in ogni singolo close, in ogni piccolo vicolo, in ogni viuzza laterale esplorando davvero completamente l’affascinante parte vecchia della città. Ho avuto tempo di prendere un cream tea da Clarinda’s, visitare numerosi (ebbene si) cimiteri e poi spostarmi verso la zona di Grassmarket e Cowgate per scattare qualche foto al castello.

Circus_Lane_Edinburgh_BeatriceRoat
Circus Lane, nel quartiere di Stockbridge

Un’intera giornata l’ho dedicata al tour dei Borders e del Vallo di Adriano con Rabbie’s: abbiamo visitato abbazie, passeggiato lungo l’antico muro romano, esplorato importanti siti archeologici. E’ stata una giornata ricca di storia, iniziata sotto una pioggia torrenziale e finita con il sole, della quale vi parlerò approfonditamente al più presto! Ho avuto anche l’occasione di cenare con Francesca, alla quale avevo dato alcuni consigli di viaggio e che, casualmente, si trovava ad Edimburgo proprio nei miei stessi giorni: fa sempre piacere conoscere qualche amante della Scozia dal vivo e abbiamo passato una serata piacevolissima chiacchierando di un sacco di cose!

Hadrian's_Wall_SteelRigg_BeatriceRoat
Un tratto del Vallo di Adriano

E poi finalmente è iniziata la rotta verso Nord! Prima tappa: il Perthshire! Con l’autobus National Express ho raggiunto Dunkeld and Birnam, ho fatto una passeggiata nel bosco dell’Hermitage, ho ammirato la cattedrale e le querce secolari, ho mangiato delle deliziose baked potatoes con il salmone affumicato e passeggiato per le vie del minuscolo villaggio. Alla stazione dell’autobus ho conosciuto un ragazzo scozzese e ci siamo scambiati i like sulle rispettive pagine facebook: è stato illuminante sentirlo pronunciare i nomi di località/villaggi che io avevo sempre detto in modo sbagliato, pronunciandolo proprio come si legge! Dopo Dunkeld è stata la volta di Pitlochry, dove ho trascorso la notte: un villaggio delizioso, una via principale piena di negozietti e gremita di turisti, aiuole fiorite e una miriade di passeggiate da fare nel bosco e lungo il fiume ed il Loch Faskally. Sono riuscita a prendere l’auobus fino alla Queen’s View, per ammirare il magnifico panorama tanto famoso e fotografato, che sono rimasta ad ammirare per quasi un’ora, in completa solitudine. Che splendore!

Dunkeld_TheHermitage_BeatriceRoat
Ossian’s Hall, Hermitage, Dunkeld

Da Pitlochry in una decina di minuti ho raggiunto in treno Blair Atholl, dove sorge l’omonimo Blair Castle: un castello bianchissimo, antica sede dei Duchi di Atholl, circondato da uno splendido giardino. Appena arrivata mi sono persa ad ascoltare il suonatore di cornamusa che, ad ogni ora, intrattiene i visitatori e poi, più tardi, mi sono trovata nel bel mezzo di un matrimonio! Mi sono accomodata su di una panchina nel piazzale del castello e mi sono goduta lo spettacolo, tra ospiti in abiti eleganti e cappellini stravaganti, uomini in kilt e l’arrivo della sposa. Prima di proseguire il viaggio mi sono concessa una cioccolata calda bianca con cannella alla Watermill Tearoom e poi ho ripreso il treno fino ad Inverness, osservando il Cairngorms National Park scorrere fuori dal finestrino.

Blair_Castle_BeatriceRoat
Blair Castle

Ad Inverness, la capitale delle Highlands, ci ho passato tre notti. L’ho trovata carina, tranquilla, estremamente vivibile ed ordinata. Diciamo che non mi ha fatto impazzire, ma l’ho apprezzata ed esplorata spostandomi a piedi tra le strade del centro, il castello, le belle Ness Islands, le chiese. Ad Inverness, da Hootananny, ho mangiato il più delizioso Haggis di sempre, che se ci penso mi viene l’acquolina in bocca! Il grigiore della città (colpa del maltempo!) iniziava a starmi stretto quindi ho deciso di provare a spostarmi, a cambiare zona in cerca del sole: mai scelta fu più azzeccata! Ho preso l’autobus fino alla vicina Nairn perchè avevo voglia di vedere il mare ed ecco che, magicamente, è uscito il sole! Ho passato un bellissimo pomeriggio passeggiando senza meta sulle incredibili spiagge bianche di questa cittadina, correndo su e giù per le dune di sabbia e ammirando l’orizzonte, in compagnia del gracchiare dei gabbiani. E’ stato davvero un toccasana!

Nairn_Beach_BeatriceRoat
La spiaggia immensa di Nairn

Il punto forte di tutto il mio viaggio è stato senza ombra di dubbio il tour con Rabbie’s nella Penisola di Applecross. Posso affermare con certezza che sia la zona più spettacolare che io abbia mai visitato nell’intera Scozia ed ufficialmente la mia preferita! Che paesaggi immensi, che valli solitarie! Un’emozione unica, nonostante l’antipatica nebbia che nascondeva alla vista magnifiche vedute! Non vedo l’ora di parlarvene più approfonditamente!

WesterRoss_Red_Roof_Cottage_Shieldaig_BeatriceRoat
Una veduta lungo la strada tra Shieldaig e Torridon

Dopo la permanenza ad Inverness mi sono spostata a Nord, nella regione del Caithness. Grazie ad un tour di Highland Experience ho percorso tutta la costa orientale a Nord di Inverness, con varie fermate in piccoli villaggi o su spiagge solitarie: abbiamo attraversato questa zona caratterizzata dagli ampi pascoli vedi divisi da muretti a secco, pecore e mucche sparse un pò ovunque, una costa meravigliosa ed un mare splendente. La parte più bella è stata la passeggiata lungo le scogliere a Duncansby Head e fino ai Duncansby Stacks, dei faraglioni di roccia che svettano dall’impetuoso Mare del Nord. Dopo una pausa alla vicina John o’Groats, che non mi ha fatta impazzire, mi sono spostata a Thurso, dove ho trascorso due notti: ho visitato la cittadina e passeggiato nei dintorni spingendomi fino a Dunnet Head (il punto più a Nord dell’intera mainland scozzese), che ho davvero adorato!

Dunnet_Head_BeatriceRoat
Dunnet Head Lighthouse, il punto più a Nord della mainland Britannica

Con sette ore di treno (che per fortuna sono davvero volate, ammirando il paesaggio fuori dal finestrino) ho tagliato nuovamente in verticale tutto il Paese, tornando nei pressi dell’aeroporto. Il giorno prima della partenza l’ho trascorso a South Queensferry, un delizioso villaggio affacciato sullo spettacolare Forth Bridge, patrimonio dell’Unesco. Ho alloggiato in un Hotel proprio sotto al ponte, con una vista meraviglosa dalle finestre della mia camera, ho passeggiato per la pittoresca via del villaggio ed ho fatto letteralmente scorta di cibo e dolci da portare a casa! Ho incontrato anche Giuliano e Michela, neosposini che mi avevano chiesto consigli per il loro viaggio di nozze, ed abbiamo cenato assieme parlando delle rispettive vacanze appena trascorse. Dieci giorni sono ahimè volati ed in men che non si dica è stata ora di ritornare a casa!

Forth_Bridge_South_Queensferry_BeatriceRoat
Il Forth Bridge al crepuscolo

Dove ho dormito

Ecco le strutture presso le quali ho alloggiato e che vi conisglio di tenere in considerazione per i vostri viaggi.

  • Edimburgo: The Baxter Hostel: un ostello bellissimo, nuovo, piccolo ed accogliente. Dormitori misti o femminili, bagni in comune, colazione compresa nel prezzo!
  • Pitlochry: Waternish B&B: sulle sponde del fiume Tummel, camera con bagno spaziosa e dotata di ogni comfort. Annette, la proprietaria, è davvero simpatica!
  • Inverness: Pitfaranne B&B: proprio dietro al castello, vicino al centro ma in posizione tranquilla. Camera con bagno confortevole ed ottima ed abbonadante colazione (provate la full scottish!).
  • Thurso: B&B @4: il miglior b&b dove io sia mai stata! Camera accogliente e bagno enorme con vasca da bagno e doccia, uno spettacolo! La proprietaria Claire, è carinissima e premurosa, la colazione ottima. Un soggiorno perfetto!
  • South Queensferry: Hawes Inn: posizione magnifica – affacciato sul Forth Bridge, camera grande e stile vintage, colazione continentale abbondante. Due piccoli nei: la pulizia non proprio ottimale e lo staff non troppo amichevole. Nel complesso, soddisfacente!
Hawes_Inn_South_Queensferry_BeatriceRoat
L’Hawes Inn di South Queensferry (la mia camera era quella a destra dell’insegna!)

Quanto ho speso

La Scozia, come tutto il Regno Unito, è abbastanza cara. Viaggiando da sola ancora di più, perchè il costo delle camere nei vari b&b/hotel aumenta. Questa cosa che un viaggiatore singolo paga di più di una coppia mi rode assai! In ogni caso, per 11 giorni/10 notti di viaggio ho speso poco meno di 80€ di volo (Ryanair da Milano Bergamo), circa 70€ di trasporti (mi sono spostata con treno e autobus) e quasi 500€ di alloggi, la spesa più consistente del viaggio perchè ho deciso di pernottare per la maggior parte in b&b anzichè in ostello. I tour invece mi sono stati offerti, una collaborazione con i due tour operator. Non ho tenuto il conto di quanto ho speso per il cibo, ma siamo su una media di 15£ al giorno (pranzo un panino e cena al ristorante).

Scottish_Breakfast_BeatriceRoat
Full Scottish Breakfast (mezza porzione per me!) al Pitfaranne B&B di Inverness

Perchè un viaggio da sola

Non è la prima volta che mi trovo a viaggiare in Scozia da sola. Il motivo? Non sarò per nulla poetica: non vi dirò che viaggio da sola per conoscermi meglio, per ascoltare me stessa, perchè ho voglia di cambiamenti interiori, per qualche strano motivo psicologico. Viaggio da sola per esigenza, perchè l’alternativa è stare a casa. Vuoi perchè posso avere ferie quando gli altri lavorano, vuoi perchè venire con me in Scozia non interessa a nessuno (non sanno cosa si perdono!), piuttosto che non viaggiare mi sono fatta coraggio e ho deciso di farlo da sola. E sapete una cosa? Mi piace! Ho piena libertà in ogni campo: posso andare dove voglio, quando voglio, fermarmi dove voglio, visitare quello che voglio, alzarmi ed andare a dormire quando mi pare, mangiare quello che più mi piace! La prima volta è stata un pò una sfida con me stessa ma poi è stato tutto più semplice, viaggiare in solitaria mi piace moltissimo e non vedo l’ora di ripartire ancora una volta da sola!

Bealach_Na_Ba_Applecross_BeatriceRoat
In fondo al Bealach Na Ba, Applecross, emozionatissima!

Questo era solo un piccolo assaggio del mio viaggio, ovviamente vi parlerò delle singole tappe prossimamente e spero di riuscire a trasmettervi le mie emozioni e farvi venire voglia di partire subito per la Scozia!

A presto!

Beatrice

39 pensieri riguardo “In Scozia da sola: il mio viaggio

  1. Mi hai messo i brividi Beatrice *_* E questo era solo l’intro! *_*
    Si preannuncia un reportage fantastico ma non per la Scozia in sè o per i luoghi che hai visitato…semplicemente perchè il viaggio ti è piaciuto tantissimo, sei vede si percepisce e si ha tanta voglia di leggerlo presto! 😀
    Seeenti…ma se proprio non trovi nessuno nessuno un’Orsa può farti comodo la prossima volta no? 😉
    Buon WE!

    Liked by 1 persona

    1. Dovremmo organizzare un viaggio di gruppo! 🙂 Ahhhhh Orsa, non vedo l’ora di scrivere di tutte le tappe!! Il tempo scarseggia e per ora sto ancora sistemando le fotografie…ma ce la farò!!! Buona domenica e un abbraccio!

      Liked by 1 persona

  2. …e brava Beatrice! Hai fatto bene a partire da sola e fai bene a pubblicare i resoconti dei tuoi viaggi.
    Ti ho “conosciuta” lo scorso anno quando girovagando sul web prima del mio primo viaggio in Scozia mi sono imbattuto nel tuo blog (e poi quello di Ilaria) ed hai fatto da guida a me e alla mia famiglia durante quel viaggio.
    Mi sono poi iscritto alla newsletter che seguo con molta attenzione (talvolta non leggo subito i tuoi post ma me li lascio a quando ho più tempo per poterli assaporare con calma).
    Non sono solito commentare sul web ma oggi leggendo in una tua risposta una punta di amarezza (“ogni tanto penso che probabilmente non interessa a nessuno dei miei viaggi”) mi sono deciso per questa testimonianza di gratitudine. Colgo l’occasione di complimentarmi per come porti avanti questa attività ; è molto piacevole leggere i tuoi resoconti ed ammirare le tue foto. Continua così, io ci sono!
    Grazie ancora, un saluto

    Liked by 1 persona

    1. Stefano ciao, ma grazie infinitamente!!! E’ proprio quando leggo commenti come questo che mi convinco a continuare a scrivere! Mi si riempie il cuore di gioia! Grazie!! Sono felice di esserti stata d’aiuto nell’organizzare il tuo viaggio e sono felice di averti tra gli assidui lettori di questo mio piccolo spazio! Leggere parole come le tue non può che far bene al cuore e donare allegria! Un caro saluto!

      Mi piace

  3. Brava, brava… hai fatto bene. Bisogna prendere ciò che la vita ci da per non
    rimpiangere niente. Per me è un sogno mai avverato…. adesso ho una certa età, purtroppo sono sola, mia figlia ha i bambini ed io sono anche un pò acciaccata, Ti dico questo perchè quando leggo dei vostri viaggi e guardo le vostre foto, sappiate che fate un grande dono a chi non può viaggiare fisicamente ma solo con la fantasia. Perciò Grazie (parlo al plurale perchè guardo anche altri siti)…. grazie davvero. Godetevi la salute, i viaggi e la gioventù! un bacio a tutte

    Liked by 1 persona

    1. Luciana ti ringrazio davvero moltissimo, le tue parole mi commuovono! Ogni tanto penso che probabilmente non interessa a nessuno dei miei viaggi, e invece leggere un commento così mi motiva ad andare avanti a scrivere e a continuare a raccontare delle mie avventure in Scozia! Grazie davvero, ti porto più che volentieri con me nei miei viaggi, anche se virtualmente! Un bacio!

      Mi piace

  4. Nemmeno a me Inverness ha fatto impazzire: carina, non troppo grande, ma non c’è stata nessuna scintilla. Invece John O’ Groats mi è piaciuto molto, soprattutto la seconda volta che ci sono stata: c’era la nebbia, il vento e solo due persone oltre a noi. Un po’ spettrale ma affascinante.
    E comunque ci vengo io con te la prossima volta 😊

    Liked by 1 persona

    1. Silvia, in un attimo ho trovato un sacco di compagni di viaggio, che bello! 🙂 Stessa sensazione anche per me, Inverness, invece John o’Groats non so, mi è sembrato un pò una trappola per turisti! La vicina Dunnet Head invece mi ha lasciata a bocca aperta. Ci sei stata?

      Liked by 1 persona

  5. Più sento parlare di Edimburgo e più mi chiedo come sia possibile non esserci ancora andata. Ti assumo come guida! Ho letto con grande piacere del tuo viaggio e, te lo confesso, mi sono sentita confortata dal paragrafo sul fatto di partire da sola. Capita spesso anche a me di voler visitare posti che agli altri non interessano ed è ingiusto dover rinunciare. Il problema è vincere quell’ansia iniziale che ti spinge a chiederti se ce la farai – a me succede che, per una sorta di indecisione cronica, spesso quando sono da sola perdo tempo senza agire. Che voglia di correre sulla spiaggia di Nairn!

    Liked by 1 persona

    1. Molto voentieri Ilenia, affare fatto 😉
      Edimburgo è fantastica, magica, e devi assolutamente visitarla prima o poi…e lo stesso vale per la Scozia in generale!
      Guarda, ogni tanto mi vergogno a dire che viaggio da sola perchè non trovo nessuno che venga con me, sarebbe più poetico dire che voglio ampliare i miei orizzonti emotivi, spiegare le ali e affrontare il mondo da sola e cose del genere, non trovi? 😉 Ed invece è solo una necessità. E credimi che ogni volta prima di partire sono agitatissima (a livelli da star male proprio) che qualcosa vada storto…ma poi appena salgo sull’aereo mi passa tutto. Non voglio negarmi il piacere del viaggio, o di qualsiasi altra cosa, solo perchè non c’è nessuno che mi fa compagnia. Sta diventando un pò la mia filosofia di vita! Un caro saluto!

      Liked by 1 persona

      1. Mi piace la tua filosofia, e voglio adottarla anch’io. Sono convinta che tutti noi preferiamo viaggiare con qualcuno, se non altro per condividere una risata, un momento “no”, un contrattempo. In due ci si sostiene. Ma penso anche che una delle cose più importanti nella vita sia stare bene con se stessi, perché può capitare di trovarsi da soli… e se la solitudine crea ansia, allora sì che è un problema. Un saluto a te!

        Liked by 1 persona

  6. Ciao, posso chiederti quanti giorni hai impiegato per fare questi giri? Per ragioni varie ho sempre tempistiche un po’ strette però trovo la zona molto affascinante e mi piacerebbe tantissimo bissare il viaggio dello scorso anno ma dedicandomi a tutta la Scozia e non sono ad Edimburgo.

    Liked by 1 persona

      1. Non so, penso potrei averne 7, non è un progetto a breve ma l’anno scorso ho visitato solo, si fa per dire, Edimburgo e son riuscita a fare un tour a Loch Ness (che col senno di poi avrei potuto scambiare visto il tempo a disposizione con uno in una zona più vicina). Mi piacerebbe molto esplorare il resto della Scozia e la tua descrizione mi ha fatto capire che è fattibile farlo coi mezzi pubblici senza cimentarsi con la guida al contrario. Senti, che stagione suggerisci? giusto per sapere, io son stata in agosto.

        Liked by 1 persona

      2. E’ possibilissimo! Autobus e treni sono molto ben organizzati e se prenoti prima costano anche poco. Il periodo migliore è da maggio a settembre, io potendo scegliere ci tornere in maggio perchè – a differenza degli altri mesi – ho sempre trovato belle giornate. La prossima volta però voglio provare ad andare in ottobre, per godermi un pò di colori autunnali (settembre era troppo presto quest’anno!)… Se hai 7 giorni io ti consiglio la zona di Oban: la cittadina la raggiungi comodamente da Edimburgo o Glasgow e ci sono un sacco di cose da fare nei dintorni. Qui qualche suggerimento: https://nelcuoredellascozia.com/2016/10/10/cosa-visitare-nei-dintorni-di-oban/

        Liked by 1 persona

      3. Sono stata a novembre, ma solo ad Edimburgo! Tieni conto che fa buio prestissimo (alle 16 è già notte) e che, se ti sposti per le Highlands, il meteo può essere più avverso del solito!

        Liked by 1 persona

  7. Bea, ci vengo io a farti compagnia la prossima volta 😀
    Hai fatto comunque benissimo a partire, la Scozia è così tranquilla e spettacolare che un viaggio in solitaria non dispiacerebbe nemmeno a me. Mi hai fatto ridere quando hai detto che il ragazzo scozzese ti ha aperto un mondo… a noi è successo a Fettercairn, con la receptionist dell’hotel che non capiva una mazza di come pronunciavamo i nomi e ce li correggeva tutti xD
    Non vedo l’ora di leggere gli approfondimenti per ogni tappa, come sai a me ormai manca poco (ma sempre troppo!).
    Un bacione!!

    Liked by 1 persona

    1. Ecco, ho trovato la mia compagna di viaggio!!!!!!! 🙂 Ahahhaha chissà quante volte ho pronunciato male il nome di un luogo, e chissà che risate si sono fatti gli scozzesi 😛 Dai forza che manca davvero poco e la Scozia ti aspetta! Un bacione a te cara Celeste!

      Liked by 1 persona

    1. Ciao Rita! Grazie a te per essere passata a leggere 🙂 Al più presto pubblicherò altri racconti…appena riesco a sistemare l’enorme quantità di fotografie che – come sempre – ho scattato! 😛

      Mi piace

  8. Un viaggio importante Bea, vissuto in solitudine per semplice necessità, come dici tu, ma forse proprio per questo ancora più intenso! Le foto sono proprio belle, a dimostrazione che il sole non è affatto indispensabile per un grande scatto, soprattutto quando si è in Scozia!!! La mia preferita? Quella del Forth Bridge illuminato, da quel luogo incantevole che è South Queensferry. Complimenti, una bellissima esperienza!

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Ilaria! Grazie per essere passata a leggere! I tuoi articoli e le tue foto sono stati preziosi per organizzare il viaggio! E’ stato bellissimo nonostante il tempo ed ho adorato, tra le altre cose, South Queensferry: un villaggio incantato, che bello passeggiare tra quelle casette colorate con il Forth Bridge che fa capolino dietro ogni angolo! Grazie Ilaria per essere la mia musa ispiratrice!!!! Un bacione!

      Mi piace

  9. Eh ma quanti posti stupendi! Non vedo l’ora di leggere i resoconti, soprattutto delle parti più a Nord che mi incuriosiscono di più! Sono d’accordo sulla motivazione del viaggio da sola; parti perchè di quella meta non frega nulla a nessuno ma tu la sogni da sempre. Prendi coraggio e mentre te la fai addosso scopri che è una figata e, parlo almeno per me, ora faccio fatica a viaggiare con altri. Solo con chi ha gusti molto simili ai miei o è molto solitario.
    Bellissime foto Bea, come sempre! A presto…sono curiosa, scrivi 😛

    Liked by 2 people

    1. Concordo su tutto Ilaria! All’inizio agitazione alle stelle, ma quando ti abitui a viaggiare da sola, tornare indietro è impossibile! 🙂 Non vedo l’ora di raccontarvi più nel dettaglio le varie tappe! Buona giornata Ilaria, un abbraccio!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...