Scozia: 5 passeggiate costiere

Con l’inizio dell’estate mi è venuta voglia di lunghe passeggiate e ricordo con piacere tutte quelle fatte in Scozia. Dopo l’articolo in cui vi ho parlato di cinque passeggiate da fare nel bosco in Scozia, oggi ve ne racconto cinque da fare lungo la costa: dalla costa est e di quella ovest, alle isole, all’estremo Nord, venite con me a godervi magnifici panorami in riva al mare!

spazio

Claigan Coral Beach, Isola di Skye

Una delle più belle passeggiate sull’isola di Skye, a mio avviso, è quella che conduce alla splendida Claigan Coral Beach, una spiaggia bianchissima fatta di piccoli pezzetti di alghe essicate. Lasciando l’auto in un apposito parcheggio nella remota zona di Claigan si imbocca un sentiero che corre accanto al mare, facendovi godere di magnifici panorami della Waternish Peninsula e del Loch Dunvegan. Attraversando vecchi muretti a secco e ruderi di cottage si raggiunge in mezz’oretta questa incredibile spiaggia, un angolo di paradiso che vi si parerà davanti all’improvviso, stupendovi per il contrasto di coloi.

claigan coral beach
Claigan Coral Beach

Victoria Walk, Thurso

Se vi trovate a Thurso, nell’estremo Nord della Scozia, non potete assolutamente perdervi la Victoria Walk: questa passeggiata è poco impegnativa ed ideale per tutti, anche per i bambini. Si tratta di un sentiero lungomare che si snoda sulle scogliere e si imbocca dall’estremità occidentale della baia di Thurso con una bella vista sulla costa circostante. In una giornata limpida si possono scorgere addiritura le Orcadi! E’ possibile percorrerne solo un piccolo pezzettino per godere di bellissimi panorami oppure allungare il tragitto, per arrivare fino al porto di Scrabster e al faro di Holborn.

ThursoBay_BeatriceRoat
Thurso – Scrabster

Dunnottar Castle

La passeggiata delle passeggiate, uno spettacolo per gli occhi e per l’anima: il sentiero costiero che dal porto di Stonehaven porta fino al Dunnottar Castle è in assoluto la mia passeggiata preferita in Scozia! Dopo una prima salita impegnativa si procede su un sentiero pianeggiante a strapiombo sulle scogliere fino a scorgere da lontano l’incredibile Dunnottar Castle, appollaiato su un promontorio roccioso. Campi verdi, il giallo delle ginestre e il blu profondo del mare: un tripudio di colori, ecco la Scozia che amo!

Dunnottar castle
Stonehaven – Dunnottar Castle

Da Dunstaffnage Castle ad Oban

In pochi conoscono questa passeggiata quindi se cercate una destinazione fuori dalle rotte più turistiche questa fa proprio al caso vostro! Se poi avete la fortuna di farla in una bella giornata, ne sarete sicuramente ripagati! Io putroppo l’ho percorsa sotto una pioggia battente e un triste cielo grigio. Dal Dunstaffnage Castle, nel piccolo villaggio di Dunbeg, è possibile camminare in parte lungo la costa e in parte nell’entroterra su comoda stradina asfaltata fino ad Oban, passando per piccole baie nascoste (come Ganavan Bay) e per Dunollie Castle ed arrivando infine nella bella cittadina di mare, capitale scozzese del seafood.

IMG_3081
Da Dunstaffnage Caslte ad Oban

Duncansby Head

Tornando nell’estremo Nord della Scozia, una passeggiata imperdibile è quella fino a Duncansby Head: si parcheggia la macchina presso il Duncansby Head lighthouse, facilmente raggiungibile dalla vicina John o’Groats, e si procede per un paio di minuti a piedi fino a che non si intravedono i celebri Duncansby Stacks che spuntano dal mare, battuti dalle onde. E’ possibile proseguire lungo il sentiero costiero, per avvicnarsi ulteriormente a questi imponenti faraglioni oppure, per i più allenati, partire direttamente da John o’Groats e proseguire lungo la costa.

Duncansby_Head_BeatriceRoat


Questi sono solo cinque esempi di passeggiate lungo la costa in Scozia, ne esistono davvero moltissime. Per gli escursionisti incalliti ci sono poi molti Coastal Path (o Coastal Way), come quello del Fife, la John Muir Way e il North Sea Trail. In settembre percorrerò un tratto del Fife Coastal Path, non vedo l’ora di partire e poi di raccontarvi la mia esperienza!

Viaggiare in Scozia con i mezzi pubblici

L’auto è certamente il modo più comodo e veloce per visitare la Scozia e, soprattutto, permette piena libertà di spostamento tra un luogo e l’altro, anche nelle zone più remote. Ma se l’idea di guidare al contrario non vi mette proprio a vostro agio non disperate: viaggiare in Scozia con i mezzi pubblici si può eccome! I collegamenti tra le principali città e villaggi sono frequenti e ben organizzati e vi permetteranno di spostarvi in tutta tranquillità, riuscendo a raggiungere anche località più isolate. In questo articolo vi darò alcuni consigli su come organizzare un viaggio in Scozia spostandovi con i mezzi pubblici. Let’s go! Continua a leggere “Viaggiare in Scozia con i mezzi pubblici”

La Scozia raccontata da Patrizia: Eilean Donan Castle e Dornie

Dopo La Scozia nel Cuore ho pensato di proporre questa nuova rubrica intitolata “La Scozia raccontata da….” dove alcuni grandi appassionati della Scozia racconteranno con parole e immagini il loro angolo preferito della notra amata Terra! La prima a rompere il ghiaccio è Patrizia Tringali che ci racconterà del bellisimo Eilean Donan Castle e del piccolo villaggio di Dornie, visitati in un’ora particolare e magica della giornata. Sono davvero felice di poter condividere non solo il mio di amore per la Scozia ma anche quello di altre persone, unite da questa grandissima passione! Ecco il  racconto di Patrizia! Continua a leggere “La Scozia raccontata da Patrizia: Eilean Donan Castle e Dornie”

Cosa fare e dove mangiare ad Inverness, la capitale delle Highlands Scozzesi

Dopo 5 viaggi in Scozia sono finalmente riuscita a visitare Inverness, la città più a Nord della Scozia e ufficialmente Capitale delle Highlands. Avevo sentito pareri contrastanti su Inverness, c’era chi ne lodava la bellezza e chi invece proprio non l’aveva apprezzata. Nonostante questo ho scelto di includerla nel mio itinerario di 10 giorni in solitaria perchè è un’ottima base dalla quale spostarsi nei dintorni e perchè è facilmente raggiungibile coi mezzi pubblici da Edimburgo nonchè punto di snodo per chi viaggia verso l’estremo Nord del Paese. Ecco dunque cosa vi consiglio di visitare se il vostro viaggio prevede una breve tappa nella Capitale delle Highlands!

spazio Continua a leggere “Cosa fare e dove mangiare ad Inverness, la capitale delle Highlands Scozzesi”

Blair Castle, un castello scozzese uscito dalle favole

Non c’è viaggio in Scozia senza la visita ad – almeno – un castello e per me quest’anno è stata la volta di Blair Castle, nel Perthshire. Dopo aver visitato i deliziosi Dunkeld e Pitlochry mi sono spostata in treno verso Blair Atholl, minuscolo villaggio sonnecchiante dove i turisti si fermano per visitare l’omonimo castello. Con uno zaino di quasi 10kg sulle spalle ho percorso l’infinito viale alberato ed ho raggiunto Blair Castle, le sue pareti bianche che risaltano tra il verde della vegetazione ed il cielo plumbeo. Ad accogliermi, il piper del castello con la sua cornamusa. Non poteva esserci inizio migliore di questo! Continua a leggere “Blair Castle, un castello scozzese uscito dalle favole”

LA SCOZIA NEL CUORE// Ottobre: mucche, pecore & co!

Anche questo mese eccoci con “La Scozia Nel Cuore”, iniziativa per la quale ho preso spunto dal #wetravelweshare di Agnese di I’ll B Right Back (grazie Agnese!!). Nei mesi scorsi mi avete mandato un sacco di magnifiche fotografie di paesaggi: spiagge, mare, boschi, stradine disperse nel nulla. E’ stato bello leggere nelle vostre parole l’amore che ci accomuna, la passione per la Scozia! Questo mese ho pensato a qualcosa di un pò diverso: chi, durante un viaggio in terra scozzese, non si è fermato mille volte a fotografare le carinissime pecore o le adorabili Highland Cows? I più fortunati avranno anche avvistato le foche, i puffin, magari addirittura i delfini! Ecco, ottobre vuole essere una raccolta di fotografie di animali che avete incontrato durante il vostro viaggio! Pronti per lasciarvi intenerire da questi bellissimi scatti? Eccoli qui! Continua a leggere “LA SCOZIA NEL CUORE// Ottobre: mucche, pecore & co!”

Scozia: itinerario di 10 giorni con i mezzi pubblici

Spostarsi con i mezzi pubblici non è il miglior modo per visitare la Scozia. Sebbene sulla mainland non manchino treni ed autobus, raggiungere i luoghi più remoti, e quindi anche più belli, fuori dai centri abitati risulta molto difficile, soprattutto sulle isole. Si ha meno libertà di movimento ovviamente, dovendosi attenere agli orari spesso proibitivi dei mezzi, e si perde la totale libertà di spostamento che solo l’auto può garantire. Ma se proprio la guida a sinistra vi mette l’ansia, una soluzione si può trovare. Vi propongo questo itinerario di 10 giorni studiato appositamente per chi di noleggiare un’auto proprio non ne vuole sapere!

Giorno 1: Edimburgo

Arrivo ad Edimburgo e pernottamento in città (se avete la possibilità di atterrare a Glasgow, ancora meglio!)

Giorno 2: Loch Lomond National Park

Trasferimento a Luss, grazioso villaggio dalle case colorate nel Loch Lomond and the Trossachs National Park, sulle sponde dell’omonimo lago (meno di 3h di treno+autobus con cambio a Glasgow).

Luss
La spiaggia di Luss, sul Loch Lomond
Giorno 3: Loch Awe – Oban

Trasferimento a Oban (meno di 2h30 di bus), visita della cittadina e pernottamento. Per spezzare il tragitto ci si può fermare sul Loch Awe per visitare Kilchurn Castle (orari dei mezzi permettendo – calcolate che da Luss al Loch Awe la linea ferroviaria non è presente quindi vi potrete spostare solo in autobus mentre tra Loch Awe e Oban c’è anche il treno).

Oban
Uno dei magici tramonti ad Oban
Giorno 4: Tour guidato sulle isole di Mull, Iona e Staffa

Approfittando di un tour guidato si possono visitare le Isole di Mull, Iona e Staffa, che fanno parte delle Ebridi Interne e si raggiungono da Oban in traghetto. Rispetto alla “sorella” Skye, Mull si presta meglio alle escursioni giornaliere poichè più piccola e contenuta. Per le escursioni potete affidarvi a West Coast Tour o a Staffa Tour.

Iona
Le incredibili spiagge bianche dell’Isola di Iona
 Giorno 5: Glencoe

Trasferimento a Glencoe (1h30 di autobus, passando lungo la costa), paradiso dell’escursionismo e degli sport all’aria aperta. Nel tragitto, lungo la costa, si passa davanti al bellissimo Castle Stalker (valutate se gli orari dei mezzi vi permettono di scendere per sgranchirvi le gambe e ammirare il paesaggio, prendendo poi il bus successivo).

castle stalker
Castle Stalker
Giorno 6: Fort William

Trasferimento a Fort William (circa 40 min in autobus). Da qui parte la Road to the Isles che è interamente percorribile a bordo del Jacobite Stream Train (Orari e prezzi qui). C’è una corsa al mattino e una al pomeriggio e si effettuano delle piccole pause durante il percorso, a Glenfinnan e  a Mallaig,  prima di tornare indietro.

jacobite steam train
Il Jacobite Steam Train (fonte)
Giorno 7: Inverness

Trasferimento a Inverness (circa due ore in pullman costeggiando il Loch Ness). Durante il tragitto potete scendere a Drummadrochit per visitare l’Urquhart Castle, prendendo il prossimo autobus fino ad Inverness (sempre da valutare in base agli orari dei mezzi). Pernottamento a Inverness, la capitale delle Highlands.

Loch Ness
Loch Ness
Giorno 8:Pitlochry

Da Inverness si raggiunge il villaggio di Pitlochry, passando nel Cairngorms National Park con circa 1h30 di treno. Qui approfittate della bella natura del Perthshire per una passeggiata rigenerante!

Loch_Faskally_BeatriceRoat
Riflessi nel Loch Faskally
Giorno 9 e 10: Edimburgo

Rientro ad Edimburgo (circa due ore di treno) e visita alla città. Il giorno seguente si rientra in Italia. Non sapete cosa fare ad Edimburgo? Eccovi qui alcune idee!

old town edimburgo
Edimburgo

SITI UTILI