10 cose da vedere ad Edimburgo

Edimburgo è la frizzante e suggestiva capitale della Scozia, pronta a darvi un degno benvenuto in questa magnifica nazione! Tra le città europee che ho visitato fin’ora è quella che tra tutte mi  piaciuta maggiormente: non l’avevo mai presa in considerazione come meta turistica, non avevo molte aspettative ed invece mi ha piacevolmente stupita tanto che ho deciso di ritornarci per la seconda volta pochi mesi dopo il primo viaggio. Ecco, a mio parere, le 10 cose da non perdere se siete in città!

Ednburgh Castle Castello Edimburgo notte night
Edinburgh Castle by night

1. IL CASTELLO

Non si può visitare la capitale della Scozia senza visitare il suo simbolo: il castello di Edimburgo, i cui edifici per come li vediamo oggi risalgono al XVI secolo, sorge su di un’altura rocciosa di origine vulcanica, posizione che lo ha reso inespugnabile nel corso della storia e che è stata abitata sin dal IX secolo. Al suo interno il castello ospita il National War Museum of Scotland e gli splendenti Gioielli della Corona di Scozia assieme alla celebre Stone of Destiny. Dalle sue mura si gode di un’ottima vista sulla città e la notte è sempre magicamente illuminato di vari colori (in base al periodo dell’anno!).

2. HOLYROOD PALACE

Chi dice Holyrood Palace dice Maria Stuarda. La curiosità e l’interesse che ho per la romantica e complessa figura di Mary Stuart mi ha spinta a visitare quello che oggi è la residenza ufficiale di Sua Maestà la Regina Elisabetta in Scozia. Nato durante il 1100 come monastero e trasformato poi in residenza reale, Holyrood ospitò molti sovrani scozzesi durante i secoli, venendo più volte distrutto e ricostruito. La più celebre a risiedere in questo palazzo, diviso dal castello dal cosiddetto “Royal Mile”, fu proprio Mary Queen of Scots che vi visse dal 1561 al 1567. Ho apprezzato molto l’audioguida gratuita in italiano, che mi ha dato la possibilità di approfondire molti argomenti durante il percorso e ho adorato la visita agli appartamenti privati di Mary. Per me è stata un’emozione troarmi in quelle stanze che 500 anni erano le sue e dove si è consumata la sua turbolenta storia. Non perdetevi i resti dell’antica abazzia, accanto al castello: davvero suggestivi, anche in una giornata di pioggia!

Holyrood palace
Holyrood Palace

3. OLD TOWN E ROYAL MILE

La città vecchia di Edimburgo, che si sviluppa ai piedi del castello, è tutta un susseguirsi di viuzze e stretti passaggi detti “closes” e di scalette e ripidi vicoli che scendono dalla collina, chiamati “pends“, dal sapore medievale. Dal Royal Mile, la successione di strade che dal castello porta ad Holyrood Palace, si dirama un vero e proprio labirinto. Forse è proprio per via di questa sua affascinante caratteristica che Edimburgo mi piace così tanto, perchè si può camminare ore in questi vicoli, salire e scendere un’infinità di gradini, passare in gallerie e corridoi che si snodano tra gli edifici e che ogni volta ti portano in un angolo nuovo e magnifico della città! Lungo il Royal Mile, che è la parte più turistica di Edimburgo, si trovano negozi di souvenir, pub, ristoranti e molti interessanti edifici storici, come per esempio la casa di John Knox, la St.Giles Cathedral e il vecchio Canongate Toolboth.

4. IL ROOFTOP TOUR DELLA ST.GILES CATHEDRAL

Se è vero che le cose belle si trovano per caso, questa è stata proprio una bella scoperta! Abbiamo deciso di prendere parte al Rooftop Tour della St.Giles Cathedral approfittando di un’offerta sui ticket e ne siamo rimasti entusiasti! In piccoli gruppi, e con una guida giovane, simpatica e molto ben preparata, si ha la possibilità di salire sulla torre campanaria della cattedrale ed ammirare la città ed il sottostante Royal Mile da un’angolazione diversa. Il tutto dopo una veloce visita interna all’edificio e ad un’infarinatura sulla storia di Edimburgo durante il medioevo. Davvero consigliato! Quando uscite, fate caso al mosaico a forma di cuore che si trova accanto alla statua equestre di Carlo II: l’Hearth of Midlothian segna il punto in cui sorgeva il carcere cittadino, dove oggi i passanti sputano in segno di scaramanzia.

St Gile's Cathedral
Il retro della St.Giles Cathedral

5.  GREYFRIARS BOBBY E IL GREYFRIARS CEMETERY

Lo ammetto, ho una macabra passione per i cimiteri, soprattutto se sono antichi e abbandonati e in giro per la Scozia non mancano di certo i ruderi di chiesette circondate da vecchie lapidi, alcune vecchie addirittura di secoli! Se avete anche voi questa stravagante passione e vi trovate ad Edimburgo, non perdetevi il cimitero della “Parish Church of St. Cuthberth” sulla Princes Street e quello di Greyfriars, attorno all’omonima chiesa e usato sin dal XVI secolo. “L’ospite” più noto e amato di questo antico e suggestivo cimitero è sicuamente Greyfriars Bobby, un cagnolino che, dopo aver passato ben 11 anni sulla tomba del suo padrone sepolto proprio qui, è stato nominato mascotte della città e seppellito all’entrata del cimitero. Poco lontano, sulla strada, c’è anche una sua statuta… toccargli il naso porta fortuna!

Greyfriars Bobby
La statua di Greyfriars Bobby

6. CALTON HILL

Parco pubblico cittadino situato su di una collina, Calton Hill è uno dei luoghi adatti da dove osservare la città dall’alto e fare delle belle fotografie. Passeggiando tra le numerose stradine che la percorrono ci si imbatte in numerosi monumenti che ricordano l’architettura greca, primo fra tutti il National Monument: l’idea era quella di imitare un Partenone ma l’opera non è mai stata portata a termine per mancanza di fondi. Orgogliosi, gli scozzesi hanno affermato che in realtà l’effetto che si voleva ottenere era proprio quello di decandenza e antichità che si percepisce oggi osservando l’opera!

Calton Hill
La città vista da Calton Hill

7. I GIARDINI DI PRINCES STREET

Un altro parco cittadino che in primavera ed in estate si accende di mille colori: con la bella stagione i giardini sottostanti la trafficata Princes Street sono decorati con magnifiche aiuole di fiori colorati  e c’è addirittura un “Floral Clock”, un orologio fatto proprio di fiori! Dal parco la vista sul castello, arroccato sulla sua pietra vulcanica, è davvero fantastica. Il posto ideale per una pausa rigenerante durante l’esplorazione della città! Il segreto di questo rigoglioso spazio verde? Una volta proprio in questa zona si trovava un lago dove confluivano tutte le acque nere della città!

Old Town edimburgo
Vista della Old Town dai giardini di Princes Street

8. IL DEAN VILLAGE

Se volete visitare una Edimburgo dal sapore antico il Dean Village è il posto adatto a voi! Situato sul percorso pedonale “Water of Leith” che si snoda per 20km all’interno della città, il Dean Village è un luogo davvero insolito e dall’aria antica con le sue casette pittoresche in riva al fiume, tra scalette, ponticelli e vecchi cancelli di ferro. In tempi antichi un villaggio minerario, conserva ancoro tutto il suo fascino d’epoca. Passeggiare qui è davvero piacevole e vi sentirete catapultati un pò nel medioevo, un pò in una fiaba!

Dean Village Edimburgo
Dean Village

9.  IL NATIONAL MUSEUM OF SCOTALND

Sicuramente vi capiterà almeno una giornata di pioggia, durante il vostro soggiorno ad Edimburgo (ok, sarebbe meglio dire “forse vi capiterà almeno una giornata di sole durante il vostro soggiorno ad Edimburgo”!!). La città offre una vasta scelta per quanto riguarda i musei: la National Gallery, Museum of Childhood, Edinburgh Museum, l’Edinburgh Story Tellers, la Queen’s Gallery, The people’s story Museum, Nelson Monument, Scott Monument solo per citarne alcuni. Il nostro pomeriggio di pioggia l’abbiamo trascorso al National Museum of Scotland dove sono raccolte mostre ed esposizioni a vario tema: il mondo naturale, arte e design, culture internazionali (molto interessante!). Quello che mi è piaciuto di più è stato ovviamente lo spazio dedicato alla storia scozzese, davvero ben fatto e ricco di informazioni ed oggetti in esposizione interessanti ed emozionanti!

 10. UN TOUR DEI FANTASMI

Lo noterete immediatamente: Edimburgo è una città così magica e misteriosa che non potevano certo mancare le storie di fantasmi: in città esiste addirittura un corso di laurea in eventi paranormali! Gli scozzesi prendono molto seriamente questo tipo di storie e i turisti adorano sentirsele raccontare e sono dunque moltissime le opportunità di partecipare a tour guidati, solitamente in grandi gruppi, che conducono nei luoghi più segreti ed infestati della città e che raccontano oscure storie del passato di Edimburgo, soprattutto nel periodo medievale, quando la città era affollata, sporca e insalubre e la gente viveva in una serie di gallerie scavate sotto terra. Eccone alcuni: City of the Death Tour, Mercat Tours, the Real Mary King’s Close.  Se cercate un tour in italiano invece vi consiglio di affidarvi a Scozia Viaggi! E ricordate… non è insolito passeggiare sul Royal Mile e veder passare un uomo vestito da vampiro, con tanto di mantello, bastone con pomello e cilindro, ma ne rimarrete certamente sorpresi! 🙂

Greyfriars Kirkyard
Il cimitero di Greyfriars, uno dei molti luoghi misteriosi ed oscuri di Edimburgo

 


E voi, avete già visitato Edimburgo? Avete altre cose da suggerire?

21 thoughts on “10 cose da vedere ad Edimburgo

  1. Ecco perche’mi piace Edimburgo….perche’e’una citta’misteriosa ,affascinante,Dove si respira un aria d’altri tempi,Dove la storia antica e’li a portata di mano.
    Ci sono stata due Volte…ma conto di ritornarci perche’mi piace troppo😊😊😊

    Liked by 1 persona

  2. Ma come si fa? Ci sono troppe cose bellissime da vedere ad Edimburgo! E noi abbiamo solo 48h! D: in ogni caso a parte il villaggio vicino al centro di Edimburgo abbiamo inserito tutto, soprattutto i cimiteri e i tour dei fantasmi… Anche a me piacciono tantissimo queste cose un pochino macabre! 😉

    Mi piace

  3. Molto interessante il tuo blog. Un consiglio. Saro’ a Edimburgo Dal 25 al 28 febbraio. X vedere uno spettacolo. L’idea è noleggiare auto x 27 e 28. Temo che il percorso sulle highlands fino a Glencoe in quel periodo sia sconsigliabile. Tu cosa ci consigli? Grazie mille. SARA

    Mi piace

    1. Ciao Sara, benvenuta! Purtroppo non sono mai stata in Scozia in quel periodo quindi non ho esperienze dirette; l’inverno comunque si protrae molto nelle Highlands e può essere davvero rigido, soprattutto per via del vento, della neve, e delle forti piogge. Il Glencoe poi con tutte le sue montagne é un posto davvero soggetto al brutto tempo! Le previsioni meteo sono imprevedibili ovviamente, ma l’inverno non é decisamente la stagione migliore per visitare la Scozia! Credo non sia sconsigliabile tanto la strada, che per raggiungere Glencoe, é molto comoda e scorrevole, ma bensì proprio la stagione… Oddio, poi magari troveresti una magnifica giornata di sole…impossibile prevedere il meteo scozzese! Potresti magari scegliere una zona più vicina a Edimburgo: la costa del Fife fino a Stonehaven, o il Loch Lomond National Park (dai un’occhiata al Loch Katrine!)..saresti più vicina e in caso di condizioni meteo avverse faresti presto a rientrare ad Edimburgo!

      Mi piace

  4. Bellissimo articolo complimenti! Adoro la Scozia in un modo quasi folle! Ogni volta che vado è come tornare a casa, nella mia vera casa tanto che ho imparato a suonare la cornamusa scozzese anni fa dopo il mio primo viaggio in Scozia! Edimburgo è meravigliosa e credetemi, andare nella highlands e suonare la cornamusa è un emozione indescrivibile!

    Mi piace

    1. Ciao Federico, grazie per il tuo commento! Come ti capisco… se la Scozia ti prende, impossibile uscirne! Credo anch’io ogni tanto di esserne un pò ossessionata!! Edimburgo pensa che non l’avevo nemmeno mai presa in considerazione come meta turistica, prima di arrivarci per caso…amore a prima vista, ora è la mia città europea preferita!
      Spero di leggerti ancora qui sul blog….a presto! Beatrice

      Mi piace

  5. La mia città del cuore! Ho passato giorni bellissimi ai tempi dell’università di Edimburgo e prima o poi varò nuovamente un viaggio favoloso nella verdissima Scozia! 🙂

    Mi piace

      1. La prima volta ho passato un mese ad Edimburgo, in viaggio con due amiche attraverso tutta la Scozia; Aberdeen, Inverness, Il Loch Ness, St. Andrew, magnifica e tutti i paesini delle Highlands. L’anno dopo, ho frequentato un corso per stranieri di due mesi all’Università di Edimburgo. Sì, è una città favolosa e tutta la Scozia ha quel certo fascino che non trovi in molti altri posti! 🙂

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...