I misteri della Rosslyn Chapel

Sicuramente molti di voi la conoscono come location del film “Il Codice da Vinci”, basato sul celebre romanzo di Dan Brown. La Rosslyn Chapel, che appare in alcune scene, si trova in Scozia, non lontana da Edimburgo, ed è caratterizzata da un’architettura elaborata e quanto meno misteriosa, con simboli e riferimenti massonici e legati all’ordine dei Templari. Le leggende che aleggiano attorno alla chiesa sono molte, ma la principale riguarda il Sacro Graal: sono molti infatti ad affermare che il mistico tesoro venne portato a Rosslyn, e qualcuno afferma che vi si trovi tutt’oggi, nascosto da qualche parte. Nonostante tutte le idee a favore e a sfavore di questa tesi, le teorie un pò troppo fantasiose che nel corso dei secoli sono state costruite attorno al mito di Rosslyn, la cappella rimane un luogo davvero misterioso che, ogni anno, attira moltissimi visitatori incuriositi da quell’aria esoterica che la caratterizza. All’interno della Cappella è vietato scattare fotografie quindi quelle che vedete in questo articolo sono tutte prese dal web.

evening202_75244381
(fonte)

La costruzione della Rosslyn Chapel ebbe inizio nel 1446 per volere di Sir William St Clair’s (cognome poi mutato in Sinclair), che aveva in mente un edificio molto più grande ma che morì due anni dopo, non riuscendo a vedere la sua opera compiuta. Il 21 settembre 1450, giorno dell’equinozio d’autunno e lo stesso in cui i lavori erano iniziati, la costruzione della Cappella terminò ed essa venne dedicata a San Matteo Apostolo. Durante il 1500 la Rosslyn Chapel servì da cappella privata della famiglia Sinclair che, durante la Riforma Protestante mantenne la propria fede Cattolica incrinando i rapporti con la Kirk (termine col quale si indica la chiesa protestante scozzese): nell’agosto del 1592 l’altare venne distrutto e la cappella cadde in disuso, usata nei decenni seguenti come stalla per le truppe di Cromwell e ulteriormente danneggiata durante la Gloriosa Rivoluzione del 1688. Il primo restauro avvenne nel 1736 e piano piano, nel corso dei secoli, la Cappella venne recuperata per tornare all’antico splendore di cui si può godere oggi.

rc_rest_4_20120727080748
L’elaborato interno della Rosslyn Chapel (fonte)

A rendere la Rosslyn Chapel unica nel suo genere è la moltitudine di simboli che si trovano al suo interno, richiami misteriosi, riferimenti enigmatici che, a tratti, mettono quasi a disagio. Non c’è angolo della struttura che non appaia decorato in modo minuzioso, quasi ossessivo: colonne, finestre, soffitto e nicchie nascoste sono ricche di particolari e qua e là appare qualche volto scolpito nella roccia che sembra osservare in modo tetro e minaccioso. Un elemento in particolare attira l’attenzione dei visitatori: la Colonna dell’apprendista, una colonna per la cui realizzazione si dice che lo stesso William St. Clair’s avesse fornito il disegno. Il Capomastro, per realizzare l’intaglio al meglio, fece un viaggio in Italia per studiare l’originale ma in sua assenza un apprendista si dilettò a realizzare il lavoro al posto suo, scolpendo la magnifica colonna che vediamo oggi. Il Capomastro non fu molto contento e per l’invidia una volta tornato in Scozia uccise l’apprendista col suo martello.

Picture: Roger H.Harman
La colonna dell’apprendista (fonte)

Anche il soffitto della Rossly Chapel è alquanto enigmatico: diviso in 5 parti, presenta infatti un serie di simboli tra cui rose, gligli, margherite e stelle a 5 punte, che sembrano posizionati un pò alla rinfusa ma che, secondo gli studiosi, rappresentano invece un messaggio cifrato. Ci sono poi i “Green Men” che a me hanno tanto ricordato i figli della foresta di Game of Thrones. Sono una serie di sculture che rappresentano volti umani avvolti dalla vegetazione, con piante che escono dalla bocca o che ne circondano il viso. Se ne contano più di 100 all’interno e all’esterno della Cappella e pare siano un simbolo cristiano di fertilità e abbondanza. A me sono sembrati solo molto creepy!

green-man
Uno dei numerosi Green Men a Rosslyn (fonte)

Ci sono molte piante rappresentate nelle sculture della Cappella e la più misteriosa tra tutti è quella che assomiglia ad una pannocchia di mais: all’epoca della costruzione di Rosslyn il mais era una pianta sconosciuta in Europa poichè l’America doveva ancor essere scoperta. Secondo alcune teorie questa è la prova che William St. Clair’s si recò in America ben prima del viaggio di Cristoforo Colombo, anche se altri sostengono che la pianta in questione sia una spiga di grano, una fragola o un giglio. Tra questi e moltissimi altri simboli enigmatici, vi assicuro che la visita a Rosslyn vi lascerà molte domande, tanti dubbi e un senso di mistero misto ad inquetudine. Grazie alle utile guide che vengono fornite all’interno della Cappella, potrete riconoscere ed analizzare tutti i particolari che la rendono unica nel suo genere.

dsc_0752
Sezione del soffitto della Cappella (fonte)

Come raggiungere la Rosslyn Chapel:

Il villaggio di Rosslyn si raggiunge comodamente da Edimburgo con i mezzi pubblici, prendendo l’autobus 37 (quello con scritto “via Rosslyn” davanti) in 30 minuti, lo stesso tempo che impieghereste in auto. Dalla fermata dell’autobus in pochi minuti a piedi raggiungerete la Chiesa.

Orari di apertura:

La Rosslyn Chapel è aperta dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 17.00 (ultima entrata 16.30) e la domenica dalle 12.00 alle 16.45 (ultima entrata 16.15). L’ingresso costa 9£ e comprende la visita al museo che racconta la storia di Rosslyn Chapel ed i misteri che cela e le visite guidate che, solitamente, sono una ogni ora dal lunedì al sabato e alle 13, alle 14 e alle 15 la domenica. Per controllare gli orari e l’effettiva apertura della chiesa, ecco il link del sito ufficiale.

Nei dintorni:

Il  Rosslyn Castle, oggi in rovina, è raggiungibile attraverso un sentiero nel bosco che parte dalla Rosslyn Chapel e passa davanti ad un grande cimitero. Tra tutte le leggende che aleggiano attorno al castello c’è quella di un Duca italiano che, si dice, trasportò segretamene in Italia una gran quantità di libri e manoscritti preziosi che aveva trovato nel 1834 nei suoi soterranei.

Dove mangiare:

Vi consiglio il “The Original Rosslin Inn“: un ambiente caldo e accogliente e una vasta scelta di bontà scozzesi e sapori un pò più esotici.

29 pensieri riguardo “I misteri della Rosslyn Chapel

    1. Ciao Lucrezia! Tutto bene?
      Durante il primo viaggio ad Edi nemmeno io sono arrivata a visitarla..poi la seconda volta, un tour de force della durata di un week end, ci sono riuscita! Ne vale la pena, la prossima volta che sarete nella nostra amata Edimburgo non perdertela 🙂 Un bacione a te!

      Liked by 1 persona

  1. Ciao Beatrice,
    un altro pezzo di Scozia che mi manca.
    Prima di partire lo scorso anno avevo un po’sbirciato in internet per poterla andare a visitare ma,se non mi sbaglio stavano facendo dei lavori di ristrutturazione all’esterno e la cappella spariva sotto le imbalcature.
    Comunque mi ricordo benissimo la scena del film”Il codice da Vinci”!!!!!
    un saluto dalla Liguria

    ps a quando la serie nuova di Outlander???

    Liked by 1 persona

    1. Proprio così Luisa, c’era un’impalcatura tutta attorno alla Cappella fino a pochi anni fa! Ora la puoi vedere in tutta la sua bellezza!! Sai che non so quando uscirà Outander? Credo però che l’attesa sarà ancora lunga!!! Un caro saluto a te 🙂

      Mi piace

      1. Hanno ritardato nelle riprese causa brutto tempo in Scozia (e così Sam non viene più alla convention a Roma, soffro), e soprattutto da questa settimana fino a fine maggio sono in Sud Africa a registrare il resto della stagione e anche parte della stagione successiva. Ce la fanno penare tantissimo stavolta

        Liked by 1 persona

      2. 😦 Bè dai, una volta l’hai già visto (e abbracciato porca paletta!!), non puoi pretendere di averlo tutto per te eheheheheh 🙂 😉 Aspetteremo e soffriremo in silenzio! 😀

        Mi piace

      3. Sono andata anche in Germania a vederlo un anno e mezzo fa ad un’altra convention 😀 Ma non è mai mai mai abbastanza, oltre alla bellezza sconvolgente è pure una bellissima persona. E vorrei avvinghiarmi e rimanere avvinghiata da qui all’eternità xD Chiusa la parentesi pazzoide, spero almeno in un trailer a breve!

        Liked by 1 persona

  2. Possibile che in Scozia in ogni angolo ci sia qualcosa da vedere? Leggendo il tuo blog, ne avrei di qui ai prossimi 10 anni almeno!
    Ho sempre visto foto della Rosslyn Chapel, ma non mi ero mai soffermata a cercarne la storia. Spero di poterla ammirare “dal vivo” un giorno. Un abbraccio, e complimenti per un altro interessantissimo articolo 😉

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Celeste! Anch’io ho una lista infinita di luoghi da visitare in Scozia!! E più foto vedo, e più articoli leggo in giro, più la lista si allunga, aiuto! Non li vedrò mai tutti, sigh! Grazie per essere passata, e un abbraccio a te!

      Mi piace

  3. Sempre posti brutti e poco interessanti in Scozia, vero? 😛 Scherzi a parte, grazie per avermi fatto scoprire questa meraviglia. Ero sicura fossi una fan di GOT, hai letto anche i libri? Io aspetto pazientemente da anni l’uscita dell’ultimo… che fatica! Un abbraccio!

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Giulia!! Fan sfegatata direi 😀 Anche tu? Ho letto tutti i libri anni fa, forse sarebbe anche ora di riprenderli in mano…. Io temo che non scopriremo mai come va a finire, almeno sul cartaceo 😦 Mi consolo con la bellissima serie tv, in attesa (trepidante) della nuova stagione!!

      Mi piace

  4. Mammamia che fascino! Le colonne sono uniche nel loro genere. Sono tutte diverse l’una dall’altra o è la mia impressione? La questione della pannocchia mi era nota, fece tanto scalpore quando si scoprì la somiglianza con il mais americano. Ci sono simboli massonici ovunque e questo ne accresce indubbiamente la fama di luogo misterioso. Al di là di tutto comunque è stupenda *_*
    Ti auguro buona domenica Beatrice ^_^

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Daniela! La colonna dell’apprendista è in assoluto la più eleborata, molto bella, con una storia un pò inquietante! E’ stato molto interessante, tabella illustrativa alla mano, andare alla ricerca dei vari simboli per capirne il significato! Sono davvero organizzati da questo punto di vista, alla Rosslyn Chapel. Spero ti tornarci presto, magari con più calma per osservare tutto tutto 🙂 Buona domenica a te e un bacio!

      Liked by 1 persona

    1. Grazie a te per essere passata Ilaria 🙂 Anch’io la prima volta che sono stata ad Edimburgo non ho avuto tempo di andarci, ma la seconda non me la sono lasciata scappare! Un luogo davvero misterioso, che ti consiglio! Un bacione e buona serata!

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...