Cullen: viaggio tra negozi di antiquariato, passeggiate costiere e una deliziosa zuppa di pesce

Vi capita mai di arrivare in un luogo con poche aspettative e di rimanerne invece stupiti? Devo ammettere che a me succede spesso anche il contario, di imamginare così tanto un posto, di idealizzarlo, di farmi mille castelli in aria…e rimanere poi delusa! Ecco, la visita a Cullen durante il mio viaggio nel Morayshire per me è stata un pò una via di mezzo: nutrivo grandi aspettative per una passeggiata costiera da fare nei dintorni (la trovate in fondo a questo articolo) che poi, per colpa delle pessime condizioni meteo, si è rivelata alquanto deludente e, al contrario, non immaginavo che il piccolo centro del villaggio fosse tanto bello e ricco di negozi strani e curiosi! In questo articolo ho raccolto per voi le cose da non perdere se vi trovate in questo delizioso angolo di Scozia!

spazio

UN PO’ DI STORIA

Cullen si trova più o meno a metà strada tra Nairn e Fraserburgh, sulla costa del Moray, circondato da tanti altri piccoli pittoreschi villaggi: a rendere unico Cullen è la presenza, alle spalle dell’abitato, di un vecchio viadotto ferroviario ora in disuso che appare alquanto fotogenico ai turisti che visitano questa zona. In realtà il villaggio è diviso in due e come succede per molti altri centri abitati della zona abbiamo la Seatown giù verso il mare che raccoglie un centinaio di piccoli e graziosi cottage di pietra, e New Cullen, il centro abitato più moderno sorto in collina, alle spalle della strada principale.

Cullen-Scozia-Nelcuoredellascozia-BeatriceRoat

Le origini di Cullen sono antiche e si collocano ancor prima del 1189 quando il villaggio si trovava alcune miglia nell’entroterra, nella località oggi conosciuta come Old Cullen: l‘abitato originale fu fondato da William the Lion come Borgo Reale e, leggenda vuole che la moglie di Robert the Bruce, Elizabeth de Burgh, morì nel castello di Cullen nel 1327 e venne sepolta nella antica chiesa del villaggio. Durante il 1700 Cullen ebbe un grande sviluppo commerciale basato sull’esportazione in tutta Europa di tessili e fili da cucito mentre nel 1800 ci fu il boom della pesca alle aringhe e fu in questo periodo che si sviluppò l’odierno villaggio.

Cullen-Scotland-BeatriceRoat

spazio

COSA FARE A CULLEN

Ho trascorso una intera giornata a Cullen e, nonostante il tempo grigio e uggioso sono riuscita ad esplorarla bene e a fare delle belle passeggiate nei dintorni. Ecco cosa vi suggerisco di non perdervi se, come me, decidete di dedicare del tempo all’esplorazione del villaggio.

IL CENTRO E I NEGOZI DI ANTIQUARIATO

Cullen si sviluppa in collina, attorno alla A98 che sale dalla Seatown, attraversa l’arco di pietra finale del vecchio viadotto e prosegue in salita attorniata da casette di pietra che ospitano cafè e piccoli negozi. Tutto qui il centro di Cullen, allineato lungo Seafield Street: nelle vie laterali si trovano bassi cottage che sembrano un pò tutti uguali, disposti in file ordinate e geometriche mentre le zone più periferiche presentano belle case di più recente costruzione.

Cullen-Scotland-BeatriceRoat

Cullen-Scotland-BeatriceRoat

Incredibilmente, nel piccolo centro di Cullen si trovano molti negozi la maggior parte dei quali di antiquariato o, come qualcuno preferirebbe definirli, di cianfrusaglie: piccoli spazi straripanti di oggetti di ogni genere e provenienza, tazzine polverose, bambole inquietanti, libri ingialliti dal tempo, gioielli di strana fattura, vestiti vintage. Spazzatura per qualcuno, piccoli tesori nascosti per altri! Io adoro questo genere di negozi e ne ho approfittato per acquistare dei deliziosi cucchiaini da tè che sfoggerò nei miei afternoon tea invernali con amici e parenti 😉 Oltre all’antiquariato si trovano anche dei carinisimi negozi di artigianato e di oggettistica per la casa oltre che a qualche cafè, ristorante e addirittura una gelateria!

SEATOWN E IL PET CEMETERY

La Seatown di Cullen è la parte di villaggio più vicina al mare ed è caratterizzata da bassi cottage di pescatori dai dettagli colorati e da strette e dritte viuzze che ci passano in mezzo. Nel 1762 la Seatown era composta da 29 abitazioni ma con il boom della pesca alle aringhe del 1800 esse aumentarono fino ad arrivare a più di 200 case! Il porto, che si trova ad est rispetto all’abitato, fu originariamente costruito nel 1736 per volere del locale Conte di Findlater e periodicamente ampliato nel corso del secolo successivo fino al declino della pesca e del commercio avvenuti alla fine del 1800. Ad Est rispetto al porto, proseguendo lungo mare, si incontra il Pet Cemetery, il cimitero degli animali domestici, gestito da un anziano volontario del villaggio, il signor Stephen Findlay: mi ha enormemente commossa camminare tra le pietre decorate con il nome degli animaletti, i ricordi dei padroni, il gioco tanto amato. E apprendere solo ora che Stephen, che ha sempre svolto questo suo lavoro gratuitamente e devolvendo le offerte ricevute in beneficenza, è costretto ad interrompere il suo servizio perchè rischia di venir enormemente tassato dal governo mi rattrista moltissimo!

Cullen-Scotland-BeatriceRoat

Cullen-Scotland-BeatriceRoat

CASTLE HILL

Anticamente a Cullen sorgeva un castello (si pensa circa nel 1200): si trovava su di una collina da dove si aveva una bella visuale della costa e dei dintorni ed era quello che viene definito un “motte”, una fortezza cioè posta su di un’altura e protetta da un fossato e da una palizzata di legno. Fu proprio nel castello di Cullen che nel 1327 morì – pare – Elizabeth de Burgh, moglie di Robert the Bruce. Oggi sulla collina del castello si trova un bellissimo punto panoramico con delle panchine da cui godere il paesaggio.

Cullen-Scotland-BeatriceRoat

UNA PASSEGGIATA SUL VIADOTTO

Il viadotto ferroviario di Cullen fu completato nel 1886 dalla Great North of Scotland Railway e chiuso al traffico ferroviario nel 1968. Fu fortunatamente salvato dall’abbattimento ed ora è parte di un sentiero ciclopedonale che collega Cullen con la vicina Portknockie. Dalla sua sommità si gode di una meravigliosa vista sulla sottostante Seatown e sul mare.

Cullen-Scozia-Nelcuoredellascozia-BeatriceRoat

OLD KIRK

A circa 15 minuti di cammino dal centro di Cullen e nel luogo in cui originariamente si trovava il villaggio sorge la piccola e pittoresca Cullen Old Kirk: per raggiungerla dovrete superare la scuola primaria e proseguire sulla Old Church Road, costeggiando dei campi con delle allegre pecorelle e sorpassando la vecchia Cullen House. La Old Kirk fu originariamente costruita qui ancor prima del 1236 e nel 1327 vi vennero sepolti gli organi interni della defunta Elizabeth de Burgh, moglie di Robert the Bruce che come vi ho già detto morì presso il castello di Cullen (il resto del corpo fu invece sepolto presso l’abbazia di Dunfermline). La chiesa è aperta nei mesi estivi di martedì e venerdì dalle 14 alle 16 ma il cimitero è sempre accessibile.

Cullen-Scotland-BeatriceRoat

NELSON’S SEAT E OLD SALMON BOTHY

Ecco una bella e comoda passeggiata da intraprendere a Cullen, per godere dei paesaggi costieri e della tranquillità della naura: partite dal porto e proseguite sulla strada asfaltata che, dopo il cimitero degli animali domestici diventa sterrata. Raggiungete prima il luogo dove si trovava il Salmon Bothy, un edificio utilizzato per la lavorazione del salmone fino al 1975. Da qui prendete il ripido sentiero che si inerpica su per la scogliera: una volta arrivati in cima troverete Nelson’s Seat, un magnifico viewpoint sulla costa circostante e, se la giornata è tersa, sulle coste del Caithness e del Sutherland. Seguite il sentiero principale che vi porterà a superare un Caravan Park per poi tornare nel centro abitato di Cullen. Tempo di percorrenza: 45 minuti circa.

walk1
Mappa del percorso presa da Discover Cullen

PASSEGGIATA NELLA CULLEN BAY

Un’altra semplice e piacevole passeggiata da fare nei dintorni di Cullen è quella circolare della Cullen Bay che si può estendere fino ad arrivare al vicino villaggio di Portknockie: imboccate per prima cosa il vecchio viadotto ferroviario in disuso raggiungendo North Deskford Street e godetevi la vista dalla sua sommità (potreste anche addocchiare i delfini giocare nella baia). Proseguite fino alla fine del campo da Golf finchè trovate un ponte che passa sopra al sentiero: salite le scale alla vostra destra, raggiungete le scogliere e scendete gli scalini che portano verso la baia sottostante. Se non siete sempre sfortunati come me, che becco sempre l’alta marea, a questo punto potrete tornare a Cullen passeggiando sulla spiaggia altrimenti potete seguire il sentiero attraverso il campo da golf, ma attenti alle palline! Tempo di percorrenza: circa 1h30.

walk2
Mappa del percorso presa da Discover Cullen
Cullen-Scotland-BeatriceRoat
La Cullen Bay vista dai pressi di Portknockie

E NON DIMENTICATEVI DI ASSAGGIARE LA CULLEN SKINK!

Orgoglio di Cullen è il piatto tipico del villaggio, la Cullen Skink, una zuppa densa e saportia a base di pesce affumicato e patate che pare fu inventata proprio qui! Pensate che addirittura si tengono ogni anno i Cullen Skink World Championship, i campionati mondiali di Cullen Skink! Ogni ristorante del villaggio e della zona propone nel menu la propria personale versione di questa famosa zuppa ma la troverete in moltissimi altri locali in tutta la Scozia. Non potete lasciare Cullen senza averne provato almeno un piatto! Io ho assaggiato quella del Rockpool cafè e l’ho trovata deliziosa, pur non amando il pesce. In realtà tutto il menu di questo bellissimo locale nella piazza centrale di Cullen sembrava golosisimo e così ne ho approfittato e sono tornata, nella stessa giornata, pure per merenda (un carrot muffin e una cioccolata calda speziata alla zucca in versione Halloween!). Ve l’ho detto, quando viaggio sono un pozzo senza fondo!

Cullen Skink Rockpool Cafè
La Cullen Skink al Rockpool Cafè di Cullen

spazio

UN’ESCURSIONE PIU’ IMPEGNATIVA: DA CULLEN A FINDLATER CASTLE

Vi consiglio questa escursione solo se avete abbastanza tempo (ci vorranno cira 4 ore), se il meteo è buono (quando piove o ha piovuto il fango è dappertutto) e se avete delle scarpe adatte (dopo 10 minuti di camminata ho scoperto che le mie vecchie scarpe waterproof non erano più waterproof e ho camminato tutto il giorno con i piedi in ammollo, fermandomi ogni 20 minuti a strizzare i calzini. Un incubo). Come vi ho detto all’inizio, nutrivo grandi aspettative per questa passeggiata ma sono rimasta un pò delusa. Mi aspettavo forse panorami più grandiosi, ma fortunatamente la bella vista su Findlater Castle alla fine mi ha ripagato di ogni fatica! Iniziate seguendo la passeggiata fino al Salmon Bothy che vi ho indicato qui sopra ma, anzichè salire a destra sulla scogliera, proseguite dritti: la strada diventa un sentierino stretto stretto immerso tra le felci e prosegue costeggiando il mare con alcuni dislivelli e scalini scavati nella roccia. Se avete paura di scivolare o se soffrite di vertigini allora questo sentiero non è adatto a voi.

Superato il promontorio Logie Head giungerete presto ai cosiddetti Giant’s Steps, una lunga scalinata costruita da un locale nel 1989 con la sola forza delle sue braccia (è davvero incredibile!) che permette di scendere in una gola e arrivare di nuovo vicino al mare. Dopo aver superato una prima baia, giungerete in un punto dove le felci sono altissime (mi arrivano alle spalle!) e superato il quale si arriva finalmente alla bella Sunnyside Beach. Durante tutta l’escursione sono stata completamente sola, senza ricezione sul telefono, e arrivate in questa meravigliosa spiaggia e averla tutta per me… non so, mi sono sentita un pò una piccola Robinson Crusoe!

A questo punto ci siete quasi e dovrete già scorgere Findlater Castle su uno dei promontori davanti a voi: imboccate il sentiero che dalla spiaggia porta alle scogliere sovrastanti (attenzione, lo scorso ottobre 2019 il sentiero mostrava segni di cedimento in vari punti), proseguite on the top of the cliffs ed eccolo, all’improvviso lo noterete! Non che rimanga molto da vedere, ma è davvero una romantica rovina! Chissà come doveva essere spettacolare nel suo momento di massimo splendore! Findlater Castle fu costruito nel XV secolo e rimase in uso fino al 1600 quando i Gordon, gli allora proprietari, si trasferirono presso la più confortevole Cullen House, nel vecchio villaggio di Cullen.

Cullen-FindlaterCastle-Scozia-Nelcuoredellascozia-BeatriceRoat

Non vi resta quindi che tornare indietro dalla stessa strada, facendo una deviazione verso il Nelson’s Seat come indicato nelle passeggiate precedenti. Se come me non ve la sentite di ripercorrere i vostri passi allora potete proseguire sulla strada asfaltata per un’altra mezz’oretta circa fino a raggiunger Sandend dove troverete, oltre ad una bella spiaggia, una fermata dell’autobus che potete prendere per tornare a Cullen! Tempo di percorrenza Cullen-Findalter Castle e ritorno: circa 4h. Info sul percorso qui.


DOVE MANGIARE A CULLEN

Non ho dubbi in merito, per un eccellente pranzo o per una gustosa merenda vi suggerisco di provare il Rockpool cafè, nella piazza centrale di Cullen. Il locale è molto carino, le cameriere gentilissime, il cibo super! Mi è molto piaciuta la Cullen Skink e poi c’è una vetrina dei dolci da leccarsi i baffi! Nelle giornate di sole perchè non provare anche un gelato dal Cullen Ice Cream Shop?

DOVE DORMIRE NEI DINTORNI DI CULLEN

A Cullen troverete moltissimi cottage in self catering, alcuni b&b e una manciata di Hotel. Tuttavia io ho scelto di dormire nella vicina Portknockie, a pochi minuti di auto, perchè ho trovato un’ottima offerta presso il Victoria Hotel gestito dal simpaticissimo John e dalla moglie Lynda: camere grandi, pulitissime, con una bella vista sui tetti del villaggio e sul mare. Ottima anche la cena, così come la colazione! Assolutamente consigliato se viaggiate in zona.

Victoria-Hotel-Portknockie-Scozia-BeatriceRoat

COME ARRIVARE A CULLEN

Cullen si raggiunge in circa 1 ora e 30 minuti d’auto da Inverness. Se vi spostate con i mezi pubblici potete prendere il Bus a due piani Stagecoach 35 che copre la tratta Elgin-Aberdeen facendo tappa in molti dei villaggi costieri della zona. Da Elgin ci impiegherete 1h30 per raggiungere Cullen a bordo del bus panoramico.


E PER FINIRE…. LA RICETTA DELLA CULLEN SKINK!

  • 4 filetti di haddock (eglefino) affumicato tagliati a piccoli pezzi (potete sostituire con del merluzzo affumicato oppure con merluzzo normale e qualche pezzo di salmone affumicato per dare il sapore)
  • Mezza cipolla tritata
  • 1,5 lt di latte
  • 4 cucchiai di panna
  • 30 gr di burro
  • 2 cucchiaini di amido di mais (mixati con un cucchiaio di latte)
  • 4 patate medie tagliate a dadini e sbollentate

Procedimento:
Sciogliere il burro in una casseruola, dorare le cipolle e aggiungere il pesce: cuocere a fuoco lento per un paio di minuti. Aggiungere le patate sbollentate a dadini, il latte e portare a bollore. Aggiungere l’amido mescolato ad un cucchiaio di latte. Cuocere per due minuti e aggiungere la panna prima di servire, accompagnata da una generosa fetta di pane casereccio! Buon appetito!

Cullen Skink Roineabhal Guesthouse
La Cullen Skink di Maria, preparata durante il mio periodo di workaway nel suo b&b (ora purtroppo chiuso) nei pressi di Oban

 

 

11 pensieri riguardo “Cullen: viaggio tra negozi di antiquariato, passeggiate costiere e una deliziosa zuppa di pesce

    1. Silvia non ce la facevo più, avevo praticamente i pesci rossi nelle scarpe, stavo scomodissima e non avevo capito che ci volesse così tanto per arrivare a quel benedetto castello 😛 La zuppa, dopo, è stato un toccasana!!!!! 🙂

      Piace a 1 persona

  1. devo ammettere che l’estate scorso sono andato lì praticamente per abbuffarmi di zuppa. 🙂
    il posto come dici è affascinante per questi negozi di antiquariato, non mi ha fatto impazzire la spiaggia. COMUNQUE: dove cavolo si trova in italia l’eglefino affumicato? io ho provato a sostituirlo con un mix salmone affumicato e di filetti di merluzzo ma non viene mica buona uguale!
    😦

    Piace a 1 persona

    1. ahahahha in effetti l’eglefino è introvabile purtroppo! Merluzzo e salmone affumicato è il mix più consigliato, qualcuno usa il baccalà ma a me personalmente non piace 😛 Hai mangiato anche tu al Rockpool Cafè?

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.