Aviemore, il cuore del Cairngorms National Park: passeggiate nella natura e un magnifico b&b!

Dopo 10 giorni trascorsi lungo la costa, mi ci volevano davvero un pò di montagna e un pò di passeggaite nei boschi ed Aviemore, nel Cairngorms National Park, si è rivelata la scelta giusta per spezzare il tragitto da Portknockie ad Edimburgo. Il Cairgnorms National Park si trova nel cuore delle Highlands e rappresenta un’area naturale protetta, fondata nel 2003,  e secondo parco nazionale dopo il Loch Lomond National Park più a sud. Il nome del parco deriva dalla massiccia catena montuosa che lo caratterizza, i Cairngorms, alte montagne dalle cime brulle e arrotondate, contornate da boschi, villaggi, distillerie, altopiani, ampie distese di terra fertile. Un vero paradiso, no? Continua a leggere “Aviemore, il cuore del Cairngorms National Park: passeggiate nella natura e un magnifico b&b!”

Elgin, tra storia e cashmere: cosa fare in città, dove mangiare e dove dormire

“Castle to Cathedral to Cashmere”. Queste tre c sono il motto della cittadina di Elgin, capoluogo amministrativo del Morayshire, regione ad est di Inverness, lungo la costa del Moray Firth: una regione caratterizzata da una bellissima costa, da un entroterra ricco di distillerie e dalla presenza di interessanti siti storici. Se come me state pensando di esplorare questa magnifica e ancora poco turistica zona della Scozia e volete trovare una base ottimale da cui spostarvi nei dintorni anche con i mezzi pubblici, allora Elgin è quello che fa per voi. E non solo come semplice base d’appoggio: la cittadina offre infatti molte attrazioni…e non solo quelle decantate nel suo motto! Venite con me, vi porto a conoscere la cittadina di Elgin! Continua a leggere “Elgin, tra storia e cashmere: cosa fare in città, dove mangiare e dove dormire”

Un viaggio in Scozia lungo la costa del Morayshire e nel Cairngorms National Park

Dopo una settimana esatta dal rientro, sono finalmente riuscita a sistemare tutte le foto e le idee del mio ultimo viaggio in Scozia: se nel 2017 avevo esplorato l’estremo Nord e il Perthshire e nel 2018 avevo dedicato il viaggio ad Aberdeenshire, Fife ed East Lothian, il 2019 – dopo il viaggio di gruppo di giugno – è stato l’anno di una zona scozzese che sognavo di visitare da anni, quella della costa del Moray Firth ad Est di Inverness, con una piccola sosta anche ad Aviemore, nel Cairngorms National Park. Purtroppo il meteo non mi è proprio venuto incontro questa volta, l’autunno scozzese è iniziato in modo molto piovoso e ventoso ma, a parte qualche piccola rinuncia nel programma, sono riuscita a fare tutto quello che mi ero prefissata, nonostante la pioggia. Continua a leggere “Un viaggio in Scozia lungo la costa del Morayshire e nel Cairngorms National Park”

Castelli scozzesi: Ballindalloch Castle, la perla del Nord

Ogni tanto qualche fuori programma si rivela davvero un colpo di fortuna! In occasione del primo viaggio di gruppo che ho guidato attraverso la Scozia, una giornata di pioggia battente ci ha fatto desistere dal visitare i giardini del Balmoral Castle optando invece per una deviazione al non distante Ballindalloch Castle, scoperto per caso tra i volantini turistici in esposizione in Hotel. Questo castello di cui non avevo mai sentito parlare è stata una bellissima scoperta e il gruppo ha molto apprezzato i suoi interni eleganti e i suoi bei giardini che siamo riusciti a vedere velocemente tra un acquazzone e l’altro! Continua a leggere “Castelli scozzesi: Ballindalloch Castle, la perla del Nord”

Cartoline dalla Scozia // Luglio: Isole, isole isole!

Quante isole ci sono in Scozia? Tante, tantissime! Isole abitate, isole selvagge, verdeggianti, brulle, ricche di spiagge bianchissime o di monumenti storici. Quali sono le vostre preferite? Le fotografie di questo appuntamento con “Cartoline dalla Scozia” sanno di mare e di luoghi remoti, sanno di giornate meravigliose alla scoperta di pittoresche isole battute dal vento, sembra di sentire la brezza tra i capelli e si è subito pervasi da quella sensazione di libertà assoluta che la Scozia sa donare a chi la ama. Continua a leggere “Cartoline dalla Scozia // Luglio: Isole, isole isole!”

Guida Edimburgo: come arrivare, come muoversi, dove dormire e molto altro.

indice contenuti

1. BENVENUTI AD EDIMBURGO!

Edimburgo è lo specchio della Scozia: spirito misterioso ed antico, leggende che permeano ogni angolo, la natura selvaggia a due passi dal centro. Sono lontani i tempi in cui la capitale della Scozia era una città insalubre e poco sicura in cui vivere: nel Medioevo la Old Town, attorno alla quale si sviluppava inizialmente il centro abitato chiuso da possenti mura, era un luogo oscuro e così affollato che la gente più povera era costretta a vivere in vie sotterranee assieme a briganti e fuorilegge, al buio e in condizioni igieniche così ripugnanti che il diffondersi di epidemie era all’ordine del giorno. L’aria era irrespirabile sia in questi cunicoli che fuori: la fogne, i liquami e i rifiuti della città confluivano infatti nel Nor Loch, un lago putrido che si trovava nell’esatto punto in cui oggi sorgono i Princes Street Gardens tanto che qualcuno afferma che i giardini siano così verdi e rigogliosi proprio per questo motivo. “Auld Reekie”, la vecchia fumosa: così veniva chiamata Edimburgo nei secoli scorsi per via dell’aria puzzolente e permea del fumo di legna e torba usate per riscaldarsi e cucinare. La situazione andò migliorando nei secoli seguenti e con la costruzione nella New Town per risolvere il problema dell’eccessivo sovraffollamento. Lo sviluppo della città e l’interesse che i turisti dimostravano per i romantici panorami delle Highlands portò ad Edimburgo molti visitatori ma anche intellettuali e studiosi. Da “vecchia fumosa” la capitale scozzese prese il soprannome di “Atene del Nord” per denotarne la ricchezza culturale, letteraria ed artistica che sbocciò con la costruzione di musei, gallerie e teatri. Oggi la città di Edimburgo è Patrimonio UNESCO.

edinburgh-old-town-BeatriceRoat
Vista della Old Town da Calton Hill

2. COME ARRIVARE

Il centro di Edimburgo è comodamente raggiungibile dall’aeroporto in autobus, con 4 diverse linee. Il costo di un biglietto singolo (single ticket) per tutti gli autobus è di 4.50£; il costo di un biglietto andata e ritorno (return ticket) è di 7.50£. Sono disponibili sconti per i bambini.

  • Airlink 100: va dall’aeroporto a Waverley Bridge in circa 30 minuti (il più veloce), parte ogni 10 minuti ed è disponibile 7 giorni su 7, 24/24. Potete acquistare i biglietti dellAirlink 100 da casa e in tutta tranquillità e sicurezza con un clic su questo sito: basterà stampare il vostro voucher e presentarlo alla biglietteria prima di salire a bordo.
  • Skylink 200: va dall’aeroporto all’Ocean Terminal del quartiere di Leith passando per Clermiston, Blackhall, Drylaw, Muirhouse and Newhaven in circa 50 minuti. Parte ogni 30 minuti ed è disponibile 7 giorni su 7 dalle 04:55 a mezzanotte.
  • Skylink 300: va dall’aeroporto a Cameron Toll passando per la parte ovest di Edimbrugo (Slateford, Fountainbridge, Surgeons’ Hall e Newington in circa un’ora. Parte ogni 20 minuti dal lunedì al venerdì e ogni 30 minuti il sabato e la domenica.
  • Skylink 400: va dall’aeroporto a Oxgangs e fino a Fort Kinnaird passando per Edinburgh Park, Fairmilehead e Royal Infirmary in circa 75 minuti. Parte ogni mezz’ora dal mattino presto alle 21.35, 7 giorni su 7.

Cè anche un bus notturno, il Night Buss 22, che va dall’aeroporto al centro città e poi fino all’Ocean Terminal tra le 00:45 e le 04:15, tutti i giorni della settimana. Impiega 30 minuti a raggiungere Waverley, parte ogni 20 minuti, un ticket costa 3£ e da diritto a viaggi illimitati durante tutta la notte. Un ulteriore collegamento tra l’aeroporto e il centro è il Tram operativo dalle 06.18 alle 22.48 con un corsa ogni 7 minuti (meno di 30 minuti fino al centro) mentre per andare dal centro all’aeroporto il servizio inizia alle 05.30 e termina alle 23.30. Un biglietto andata e ritorno costa 8.50£, per i bambini 4.50£.

Qui una mappa completa dei trasporti da e per l’aeroporto.
Qui maggiori informazioni sui tram che collegano l’aeroporto con il centro.

In alternativa all’autobus potete prendere in considerazione l’idea di raggiungere il centro con un taxi privato che potete prenotare a questo link (il prezzo varia in base al numero di persone).

tour_img-786151-145

3. COME SPOSTARSI

Il centro di Edimburgo è piccolo e si gira comodamente a piedi. Se non amate camminare tuttavia la rete di autobus e tram vi porterà praticamente ovunque…e in modo sostenibile! La maggior parte degli autobus di Edimburgo sono infatti elettrici e quindi a 0 emissioni.

  • AUTOBUS: l’operatore di autobus cittadino è Lothian Buses. Sul sito trovate un pratico Journey Planner che vi permetterà di pianificare il vostro viaggio e trovare l’autobus adatto alle vostre esigenze, con prezzi e orari. Ci sono varie tipologie di ticket: un single ticket, che da diritto ad una sola corsa, costa 1.70£ per gli adulti e  80p per i bambini (5-15 anni); un day ticket, che da diritto a viaggi illimitati nell’arco della stessa giornata, costa 4£ per gli adulti, 2£ per i bambini (5-15 anni) e 8.50£ per un family daily ticket (2 adulti e fino a 3 bambini). I biglietti si acquistano direttamente a bordo dell’autobus ma è necessario dare all’autista l’esatto importo in quanto non può dare il resto perchè non ha accesso alla cassa; è anche possibile scaricare l’App Transport for Edinburgh e acquistare i biglietti con la carta di credito (spesa minima di 4£) mostrando l’e-ticket all’autista. In questo caso, se viaggiate in due, dovrete acquistare i biglietti da due diversi cellulari (vige la regola di un passeggero per dispositivo) oppure usare l’apposita opzione di “ticket sharing”, condivisione dei biglietti offerta dall’app. I ticket familiari possono essere invece acquistati sullo stesso dispositivo. Qui è possibile scaricare l’applicazione della Lothian Buses. Esiste anche una tessera di abbonamento ai mezzi, la Ridacard: una tessera settimanale costa 19£ per un adulto e 9£ per i bambini (5-15 anni) e si acquista presso il Travelshop Lothian Buses alla stazione ferroviaria di Waverley, proprio a fianco dei Princes Street Gardens. (qui informazioni e il modulo da scaricare e completare per velocizzare l’emissione della carta quando andrete a ritirarla). Da luglio 2019 è possibile finalmente pagare i biglietti a bordo del bus con la carta di credito in modalità contactless. Non sarà più necessario pensare a che tipoligia di biglietto acquistare: passando la carta sull’apposito lettore verrà addebitato un single ticket, passandola più di tre volte durante la stessa giornata l’addebito sarà automaticamente trasformato in un day ticket. Questa opzione è valida solo sui biglietti per adulti e se viene utilizzata sempre la stessa carta di credito.
  • TRAM: l’operatore dei tram cittadini è Edinburgh Trams. Il trasporto su rotaia di Edimburgo copre 14 km e si sviluppa dall’aeroporto al centro città (York Place) con numerose tappe nel tragitto (una mappa qui): il primo tram parte alle 5.30 da York Place (capolinea ovest) e alle 06.18 dall’aeroporto (capolinea est) mentre l’ultimo è alle 22.48 dall’aeroporto e alle 23.30 da York Place. I tram partono ogni 10 minuti prima delle 7 e dopo le 19 e ogni 7 minuti tra questi due orari. E’ necessario acquistare i biglietti prima di salire a bordo e questi vanno usati entro 30 minuti dall’acquisto. I biglietti si differenziano inoltre tra City Zone ed Airport Zone. Presso ogni fermata è disponibile una macchinetta per acquistare i biglietti: un single ticket nella city zone costa 1.70£ adulti/0.80£ bambini; un day ticket nella city zone costa 4£ adulti/2£ bambini; un family daily ticket (2 adulti + fino a 3 bambini) nella city zone costa 8.50£. La macchinetta non dà il resto, ma si può pagare con cartra di credito per importi superiori alle 3£. I biglietti si possono inoltre acquistare tramite l’app Transport for Edinburgh da scaricare qui.
  • TAXI: Ci sono più di 1000 taxi che si possono prendere un pò ovunque in città: la maggior parte di essi può trasportare fino a 5 persone e molti sono accessibili in sedia a rotelle. La principale compagnia è City Cabs.

edimburgo-edinburgh-tours

4. I QUARTIERI DI EDIMBURGO: DOVE DORMIRE

Anche se Edimburgo è una città relativamente piccola i suoi quartieri sono molto diversi tra loro, andando dagli edifici storici della Old Town, alla geometricità delle strade della New Town, all’aria bohemien di Stockbridge. In generale la zona del centro (quindi Old e New Town) è la migliore dove alloggiare perchè centrale e comoda per spostarsi ma si trovano ottime offerte anche in quartieri un pò più lontani dal centro, che si può comodamente raggiungere in autobus. Ecco i principali quartieri di Edimburgo:

  • OLD TOWN: è la parte più antica della città, il nucleo originale, e sorge su di una roccia vulcanica sviluppandosi attorno al Royal Mile. Di fatto qui si trovano le principali attrazioni della città: il Castello, il Palazzo di Holyrood, la St.Giles Cathedral, il Greyfriars Kirkyard. La Old Town è estremamente affascinante e inoltrandosi per le sue stradine, i suoi vicoli, le lunghe scalinate che salgono dalla collina sembra di fare un tuffo nel Medioevo. Grassmarket e Cowgate, ai piedi del castello e a sud rispetto al centro, sono due dei più vivaci quartieri di Edimburgo dove si trovano pub, birrerie e locali stravaganti: il cuore della movida notturna della capitale! Un consiglio su dove dormire? Io mi sono trovata sempre bene al Travelodge Central, a due passi dal Royal Mile!

>> Cerca Hotel nella Old Town<<<

  • NEW TOWN: la New Town si sviluppa a Nord della Old Town e dei Princes Street Gardens e fu costruita nel XVIII secolo per sopperire alla mancanza di spazio abitabile nella città vecchia. Il quartiere, in stile Georgiano, è caratterizzata da ampi ed eleganti viali, piazzette, viali, strade lineari e geometriche. Dai negozi internazionali di Princes Street, ai pub di Rose Street e agli eleganti locali di George Street, nella New Town di Edimburgo spiccano come attrazioni principali la Scottish National Portrait Gallery, la Georgian House e Calton Hill, collina dalla quale si gode di un’ottima vista della città dall’alto. Data la sua tranquillità, la New Town è uno dei quartieri più adatti alle famiglie.

>>>Cerca Hotel nella New Town<<<

  • STOCKBRIDGE E CANONMILLS: Quello di Stockbridge è il quartiere più bohemien di Edimburgo, con i suoi piccoli negozietti vintage, pasticcerie e localini. Il fiore all’occhiello di questo quartiere è il Roayl Botanic Garden e, attrazione molto conosciuta, il mercato artigianale della domenica. Nonostante la sua aria di villaggio a sè, il centro non è lontano, circa 15 minuti di passeggaita.

>>>Cerca Hotel a Stockbridge<<<

  • LEITH: Un pò più lontano dal centro si trova il quartiere di Leith che altro non è che il porto di Edimburgo e che, nell’architettura delle sue casette affacciate sui canali, ricorda un pò i paesi fiamminghi. Qui è piacevole camminare vicino all’acqua, curiosare nei numerosi ristoranti e pub che offrono pesce fresco, fare shopping nel grande Centro Commerciale “Ocean Terminal” e visitare la famosa Royal Yacht Britannia, ex panfilo della Famiglia Reale Britannica aperto al pubblico. Il quartiere è ancora poco conosciuto ed apprezzato dai turisti e per questo i prezzi degli alloggi sono più bassi rispetto al centro.

>>>Cerca Hotel a Leith<<<

  • WEST END e HAYMARKET: Questo quartiere si trova nella parte occidentale della città, a pochi passi dal centro ma con un’aria e un’atmosfera completamente diverse e soprattutto con prezzi più bassi. Vi si trova la stazione di Haymarket, importante snodo ferroviario per raggiungere le altre città scozzesi, lo stadio di rugby Murrayfield e numerosi teatri e cinema. Del West End fa parte anche l’affascinante Dean Village, un quartiere molto pittoresco che sorge sulle sponde del Water of Leith.

>>>Cerca Hotel nel West End<<<

Calton Hill
Calton Hill

5. ATTRAZIONI PRINCIPALI

Le cose da fare nel centro storico di Edimburgo e nei quartieri circostanti davvero non mancano! Di seguito una lista delle principali attrazioni della città con un link diretto per l’acquisto degli utilissimi biglietti salta fila.

  • EDINBURGH CASTLE: il Castello di Edimburgo sorge su di una roccia vulcanica e sembra dominare la città. Gli edifici odierni risalgono al XVI secolo e al loro interno si trovano tre interessanti musei oltre che ai Gioielli della Corona Scozzese e alla Stone of Destiny. La coda per entrare può essere davvero molto lunga, per questo vi suggerisco di acquistare in anticipo i biglietti che vi permetteranno di saltare la fila.

>>>Acquista qui i biglietti saltafila per il Castello di Edimburgo<<<

  • HOLYROOD PALACE: Nato durante il 1100 come monastero e trasformato poi in residenza reale, Holyrood ospitò molti sovrani scozzesi durante i secoli, venendo più volte distrutto e ricostruito. La più celebre a risiedere in questo palazzo, diviso dal castello dal cosiddetto “Royal Mile”, fu Mary Queen of Scots che vi visse dal 1561 al 1567. Anche in questo caso potete acquistare in anticipo i biglietti per saltare la fila ed entrare in modo prioritario al palazzo.

>>>Acquista qui i biglietti saltafila per il Palazzo di Holyrood<<<

  • ROYAL MILE E OLD TOWN: La città vecchia di Edimburgo, che si sviluppa ai piedi del castello, è tutta un susseguirsi di viuzze e stretti passaggi detti “closes” e di scalette e ripidi vicoli che scendono dalla collina, chiamati “pends“, dal sapore medievale. Dal Royal Mile, la successione di strade che dal castello porta ad Holyrood Palace, si dirama un vero e proprio labirinto: qui potete scaricare una mappa gratuita che ho appositamente ideato e realizzato per voi dove trovate indicate tutte le attrazioni e i più bei close del Royal Mile.
  • GRASSMARKET: Era la piazza dove si tenevano i mercati bovini ed equini e le pubbliche esecuzioni e dove si trovava la terribile “The Maiden” (la fanciulla), una ghigliottina di legno che nei suoi 145 anni di utilizzo, tra il 1564 e il 1710, mieté oltre 150 vittime. Oggi, con la sua magnifica visuale sul castello, è uno dei quartieri più vivaci di Edimburgo e vi si trovano numerosi ristoranti e pub. Da non perdere la vicina Victoria Street con i negozi dalle facciate colorate e da cui la Rowling prese ispirazione per creare Diagon Alley nella sua fortunata serie di Harry Potter.
  • GREYFRIARS KIRKYARD: è il cimitero più famoso e infestato della città, ha un’aria misteriosa e una magnifica vista sulla Old Town. Il Greyfriars Kirkyard esiste fin dal 1560 e fu costruito su di un terreno donato da Mary Stuart in persona. Ci sono alcune tombe attorno alle quali aleggiano inquietanti leggende, prima fra tutte quella di Mackenzie il Sanguinario. avvocato scozzese che contribuì alla cattura e successiva tortura e condanna a morte di 1200 persone. Fuori dal cimitero non dimenticate di passare a salutare il cagnolino Bobby, mascotte della città perchè vegliò sulla tomba del suo defunto padrone per 14 lunghi anni!
  • CALTON HILL: Calton Hill è uno dei parchi pubblici di Edimburgo ed anche uno dei migliori punti dal quale ammirare la città dall’alto. In questo ampio spazio verde si possono ammirare alcuni edifici e monumenti davvero particolari. Tra tutti svetta il National Monument che ricorda il Partenone di Atene: fu costruito per onorare le vittime delle guerre napoleoniche e, per mancanza di fondi, non fu mai portato a termine. La vista da Calton Hill è magnifica e si possono ammirare il Firth of Forth e le coste del Fife all’orizzonte e, dall’altra parte, Arthur’s Seat, il Royal Mile e la Old Town.
  • PRINCES STREET GARDENS:  I Princes Street Gardens sono il principale parco pubblico di Edimburgo che di fatto separa la Old Town dalla New Town e dai quali si gode di un’ottima vista sul castello. I monumenti più importanti sono il Floral Clock (un orologio composto da fuori e piante), la Ross Fountain (installata nel 1872 e recentemente restaurata in uno sgargiante color azzurro che pare sia stato l’originale) e lo Scott Monument (inaugurato nel 1846, fu costruito a ricordo di Sir Walter Scott, amato scrittore nazionale, del quale si può ammirare una statua di marmo bianco alla base del monumento, in compagnia della sua cagnolina Maida).
  • DEAN VILLAGE: uno dei quartieri più pittoreschi di Edimburgo, al Dean Village sembra di fare un tuffo indietro nel tempo! Nel 1100 era un villaggio a sè dove si trovavano molti mulini – sorge sulle sponde del fiume Leith – e una fiorente industria finchè non venne inglobato nella città. Oggi mantiene tutto il fascino di un piccolo e tranquillo villaggio!
  • STOCKBRIDGE: accanto al Dean Village, seguendo il percorso pedonale lungo il fiume Leith, si raggiunge il quartiere più bohemien della città, Stockbridge, caratterizzato da piccoli negozietti e cafè. Da non perdere è il mercato gastronomico della domenica mattina e la pittoresca Circur Lane, una via che sembra uscita da una cartolina!
  • ROYAL BOTANIC GARDENS: una vera oasi di pace e tranquillità a due passi dal centro, nel quartiere di Stockbridge. Il giardino botanico di Edimburgo conta più di 15.000 specie di piante e delle bellissime serre dove ammirare palme ed enormi ninfee. Da non perdere i giardini Cinesi, davvero affascinanti!
  • ARTHUR’S SEAT: la montagna di Edimburgo si raggiunge a piedi dal centro storico ed è incredibile trovarsi in mezzo alla natura selvaggia rimanendo comunque in città! Una bella scarpinata di circa 30-40 minuti e raggiungerete la sommità di questa roccia vulcanica da dove la vista spazia a 360° su Edimburgo e i suoi dintorni. Se volete fare meno fatica potete camminare fino allle Salisbury Crag, un percorso più breve e semplice.
  • ROYAL YACHT BRITANNIA: l’ex panfilo reale di sua Maestà la Regina è ora ormeggiato a Leith, il porto di Edimburgo, ed è aperto ai visitatori che possono visitare le sue numerose ed eleganti stanze e scoprire di più sulla storia della monarchia britannica. Vi si accede attraverso un grande centro commerciale, l’Ocean Terminal.

    >>>Acquista qui i biglietti saltafila per il Royal Yacht Britannia<<<

victoria street edinburgh
Victoria Street

6. MUSEI GRATUITI AD EDIMBURGO

L’offerta culturale di Edimburgo è davvero notevole e sono moltissimi i musei gratuiti presenti in città: un motivo in più per sceglierne almeno uno da esplorare durante il vostro viaggio. Eccone alcuni, ed in questo articolo trovate altre idee per musei sia gratuiti che a pagamento.

  • NATIONAL MUSEUM OF SCOTLAND: Un enorme e ricchissimo museo che spazia dalla storia alla natura, dall’astronomia alla geologia, dall’archeologia all’aeronautica con moltissime attività interattive per tutta la famiglia. Il museo nazionale scozzese, inaugurato nel 1998, raccoglie più di 10.000 oggetti.
  • NATIONAL GALLERY OF SCOTLAND: I tre edifici che ospitano il museo (Scottish National Gallery sul The Mound, Scottish National Gallery of Modern Art in Belford Road e Scottish National Portrait Gallery in Queen Street) offrono una ricca collezione di opere d’arte dal Rinascimento al secolo scorso: Raffaello, Monet, Cèzanne, Van Gogh sono solo alcuni dei nomi degli artisti dei quali troverete i capolavori nelle ampie e tranquille sale del museo.
  • MUSEO DI EDIMBURGO (Edinburgh Museum): questo museo, ospitato in una casa del XVI secolo sul Royal Mile, racconta la storia della città, le sue origini, le leggende che la caratterizzano. Al suo interno si trovano oggetti antichi, manufatti artigianali prodotti in città, mobili ed addirittura il collare e la ciotola di Greyfriars Bobby, il cane mascotte di Edimburgo!
  • MUSEO DELL’INFANZIA (Museum of childhood): Il primo museo al mondo dedicato alla storia dell’infanzia con una collezione composta di giochi provenienti da diverse generazioni: bambole, orsetti di peluches, macchinine, cavalli a dondolo. Vi sembrerà di tornare bambini!
  • MUSEO DEGLI SCRITTORI (Writer’s Museum): uno spazio dedicato alla vita ed alle opere dei grandi scrittori e poeti scozzesi, in particolare di Burns, Stevenson e Scott, i più amati e famosi, dei quali troverete ritratti, oggetti personali e scritti. Il museo è ospitato nella Lady Stair’s House, la casa di un mercante risalente al 1622. L’ingresso è gratuito.
edinburgh-national-museum-getyourguide03
National Museum

7. DOVE E COSA MANGIARE

L’offerta gastronomica ad Edimbugo e della Scozia in generale è migliorata ed aumentata negli ultimi anni, discontandosi molto dalla fama di cattiva cucina della vicina Inghilterra: pub e ristoranti sono pronti ad accogliere i visitatori con menu ricchi di pietanze tipiche ma anche con piatti innovativi e con influenze straniere.

I menu solo solitamente composti da starters (antipasti), main course (piatti unici molto abbondanti), sides (contorni) e dessert (dolci). La scelta di birre locali, soprattutto nei pub, è molto varia così come quella per il whisky. Chi viaggia con i bambini tenga presente che i minorenni non possono entrare in tutti i pub ma solo in quelli che dispongono di una Child License o di due sale separate per bere e per mangiare. In molti locali è permesso cenare ai bambini fino ad un determinato orario, di solito attorno alle 19.30-20. In Scozia si cena molto presto, in generale un buon orario per cenare è dalle 18.30 alle 20, la maggior parte dei pub/ristoranti anche ad Edimburgo chiude la cucina attorno alle 20.30/21.

Cercate l’eccellenza in viaggio? In Scozia ci sono 9 ristoranti Stellati Michelin, di cui 4 ad Edimburgo: 21212, Number One, Restaurant Martin Wishart, The Kitchin. Siete vegani o vegetariani? In città troverete numerose proposte adeguate alle votre necessità! In questo articolo trovate una lista di locali per la cena che ho personalmente provato e che vi consiglio. Ecco alcuni piatti tipici scozzesi da non perdere, per una lista completa di suggerisco di leggere questo articolo:

  • Haggis, neeps and tatties: interiora di pecora (cuore, polmone e fegato) cotte al vapore all’interno dello stomaco ovino e insaportite da spezie ed avena.
  • Fish&Chips: tipico piatto britannico a base di pesce fritto e patatine fritte
  • Salmone: preparato in tutte le salse, principalmente affumicato oppure sottoforma di filetto con contorno di verdure.
  • Soup of the day: una zuppa che cambia ogni giorno, abbondante e accompagnata da pane imburrato.
  • Bistecche di Angus: la varietà di carne tipica della Scozia, allevata sulla costa orientale scozzese, tenera da sciogliersi in bocca.
  • Cranachan: dolce tipico scozzese preparato alternando strati di panna montata, whisky e miele ad altri di lamponi freschi e fiocchi d’avena tostati.
  • Sticky Toffee Pudding: una torta a base di datteri inondata da una densa e dolcissima salsa toffee.

 

8. TOUR GUIDATI E ATTIVITA’ CONSIGLIATE

Per conoscere la storia, le caratteristiche e gli aneddoti più curiosi sulla città che state visitando vi suggerisco di prendere parte ad un tour guidato che vi porterà a scoprire Edimburgo con l’aiuto di un guida professionale. Ne trovate alcuni in italiano ed altri in inglese.

>>>Prenota qui il Tour guidato di Edimburgo in italiano <<<

Cercate un tour un pò più tenebroso, ricco di mistero e storie inquietanti? Allora il Tour dei fantasmi è l’ideale per voi: visiterete i luoghi più infestati della capitale e verrete a conoscenza di macabre leggende.

>>>Prenota qui il Tour dei fantasmi di Edimburgo in italiano<<<

Se invece volete scoprire i monumenti principali della città senza camminare, stando comodamente seduti e ascoltando una guida che vi illustra le attrazioni principali di Edimburgo allora vi consiglio di acquistare il biglietto da 24h del bus Hop-on-Hop-off con audioguida italiana compresa che vi permetterà di salire e scendere a piacimento dal famoso autobus rosso!

>>>Prenota qui il biglietto dell’autobus Hop-On-Hop-Off<<<

Cercate esperienze diverse dal solito, che vi facciano vivere appieno l’atmosfera scozzese e della capitale? Potreste prendere parte ad un tour a tema di Harry Potter, provare l’esperienza di degustare whisky, salire su un atobus stregato e partecipare ad un ghost tour on the road, degustare birre artigianali scozzesi.

>>>Guarda e prenota qui i tour più particolari per scoprire la vera Edimburgo!<<<

Se siete incuriositi dalle vie sotterranee di Edimburgo il luogo ideale per visitarle è sicuramente il Mary King’s Close dove l’intricato dedalo di stranze e corridoi sotterranei è rimasto praticamente uguale a com’era più di 300 anni fa! Scoprirete la storia dei disperati che vivevano sotto la superficie stradale, le loro condizioni di vita, accompagnati da guide in costume che vi faranno calare completamente nel tetro passato di Edimburgo. Questa attrazione è molto frequentata quindi è consigliato acqustare in anticipo i biglietti.

>>>Prenota qui i biglietti per il Mary King’s Close!<<<

In cerca di attività per i più piccoli? Allora vi consiglio la visita alla Camera Obscura and World of Illusion, un museo interamente dedicato alle illusioni ottiche che farà divertire tutta la famiglia! Dalla sua sommità poi si gode di una bellissima vista sul castello e sulla Old Town.

>>>Prenota qui i biglietti per la Camera Obscura e salta la fila!<<<

Se vi piace il brivido allora l’Edinburgh Dungeon fa per voi! 11 spettacoli dal vivo e 2 visite sotterranee che vi faranno vivere il terrificante passato della città attraverso la storia dei suoi personaggi più celebri. Questa attività non è adatta ai bambini piccoli e alle persone troppo ansiose!

>>>Prenota qui i biglietti per l’Edinburgh Dungeon<<<

visita-guiada-castillo-edimburgo
Edinburgh Castle (credit)

9. SHOPPING

Nonostante Edimburgo non sia certamente famosa per i suoi negozi, anche gli amanti dello shopping troveranno interessanti occasioni e numerosi luoghi per fare compere. L’orario di apertura dei negozi è generalmente 9-18 continuato ma i marchi delle grandi catene rimangono aperti più a lungo, di solito fino alle 20. Ecco le principali aree commerciali della capitale scozzese:

  • ROYAL MILE: La via principale di Edimburgo ospita numerosissimi negozietti di souvenir che vendono i classici ricordi che i turisti acquistano ad Edimburgo quindi sciarpe in tartan, kilt economici, caramelle, biscotti, oggettistica di vario genere.
  • PRINCES STREET: E’ la via delle grandi marche internazionali d’abbigliamento come Primark, Next, Zara, Gap, ed ospita anche alcuni centri commericiali tra cui House of Fraser (ex Jenners) conosciuto come “l’Harrods nel Nord”, il più vecchio grande magazzino indipendente al mondo.
  • GEORGE STREET: Parallela di Princes Street, questa lunga strada ospita le boutique più esclusive di Edimburgo. Negozi più chic e ristoranti più trendy…relativamente a prezzi un pò più alti!
  • MULTREES WALK: Si trova vicino a Saint Andrew Square ed è la via del lusso di Edimburgo. Qui troverete marchi prestigiosi come Louis Vitton. Gucci, Balenciaga, Burberry e boutique di stilisti britannici ed internazionali.
  • OCEAN TERMINAL: è il grande centro commerciale che sorge a Leith, nel porto di Edimburgo, attraverso il quale è necessario passare per visitare il panfilo reale “Royal Yacht Britannia”. Una vasta scelta di negozi, ristoranti e anche cinema e palestra!
  • MERCATINI GASTRONOMICI: se siete alla ricerca di prodotti gastronomici locali (e di qualche assaggio) non perdetevi il Farmer’s Market che si tiene ogni sabato davanti al Castlello e lo Stockbridge Market della domenica mattina nel quartiere di Stockbridge.
joe-tree-519328-unsplash
Pic @JoeTree

10. PASS TURISTICI PER RISPARMIARE

Ci sono due Pass Turistici per i visitatori che si apprestano ad esplorare Edimburgo e che permettono di scoprire la gran parte delle attrazioni della città con un solo biglietto, risparmiando sull’acquisto dei singoli ticket: il Royal Edinburgh e l’Edinburgh City Pass. Vediamoli nel dettaglio:

  • Royal Edinburgh: comprende l’ingresso alle attrazioni Reali di Edimbugo, e quindi all’Edinburgh Castle, al Palazzo di Holyroodhouse e al Royal Yacht Britannia più i ticket per 48h sui tre percorsi dei bus Hop-on-Hop-off. Ha una durata di 48 ore, costa 57£ (66.50€ prezzo adulti) e permette di risparmiare il 25% sull’acquisto dei singoli ticket.

>>>Maggiori info e acquisto del Royal Edinburgh Pass qui<<<

  • Edinburgh City Pass: comprende l’ingresso a 22 attrazioni tra cui l’Edinburgh Dungeon, l’Edinburgh Zoo, Dynamic Heart e dà la possibilità di prendere parte al Vaults Tour e al Rabbie’s City Bus Tour. Comprende anche un viaggio andata e ritorno dall’aeroporto sugli Edinburgh Trams e molte altre iniziative tra cui tour guidati, entrate a musei e monumenti. Ci sono tre diverse tipologie di pass:
    – Pass di 1 giorno: £45 per adulti / £20 per bambini
    – Pass di 2 giorni: £55 per adulti / £26 per bambini
    – Pass di 3 giorni: £65 per adulti / £30 per bambini

>>>>>Maggiori info e acquisto dell’Edinburgh City Pass qui<<<

Trovate maggiori informazioni sulle attrazioni di Edimburgo qui mentre se vi servono alcuni suggerimenti per il vostro viaggio in Scozia potete leggere i miei 7 consigli per programmare il viaggio e la mia guida su come organizzare il viaggio perfetto. Infine alcuni suggerimenti su cosa mettere in valigia e le letture consigliate prima di partire!

Buon viaggio e… enjoy Edinburgh!

Circus_Lane_Edinburgh_BeatriceRoat
http://www.nelcuoredellascozia.com Beatrice Roat